mercoledì 20 luglio 2011

Recensione: "Le Streghe di East End" di Melissa de la Cruz

Le Streghe di East End è il primo romanzo urban fantasy adults di Melissa de la Cruz, autrice conosciuta per la saga YA Sangue Blu.


Trama
È settembre e le Beauchamp si sono da poco trasferite a Hampton. Sulla cittadina sembra regnare la calma, ma presto una guerra fra forze antagoniste sconvolgerà per sempre equilibri millenari. Freya, Ingrid e la madre Joanna, hanno trovato un impiego normale e fanno di tutto per non usare i loro antichissimi poteri: se rompessero il patto potrebbero scatenare l’ira del consiglio degli stregoni. Freya lavora in biblioteca, mentre Ingrid fa la cameriera in un pub, ma limitarsi è difficile e a poco a poco le donne sentono rinascere in loro l’impulso della magia. Al principio la usano per risollevare la sorte di amici o clienti, ma presto la situazione sfugge al loro controllo. Una ragazza scompare nel nulla, e una serie di eventi insoliti sconvolge la cittadina. Tutti gli indizi portano alle Beauchamp e i superiori che le tengono d’occhio non tarderanno a manifestarsi per ristabilire l’ordine. Ma qualcosa di molto più oscuro si nasconde nelle strade di Hampton, fino ad avvicinarsi inesorabilmente alle tre donne. Fra misteri, forze oscure da placare, sensualità e vero amore, dovranno cercare di ristabilire gli equilibri fra il bene e il male, turbate da un demone che è riuscito a insinuarsi nella loro famiglia. Riusciranno a ritrovare la loro natura e a coronare il sogno di normalità che mai sono riuscite a veder realizzato?


Le tre Beauchamp, la madre Johanna e le due figlie Freya e Ingrid sono le tre protagoniste principali del romanzo. La bella e minuta Freya è la sorella minore, barista in grado di vedere le emozioni intense come passione, odio, ansia e con un particolare talento per le pozioni d’amore. Ingrid è la sorella maggiore, seria bibliotecaria di buon cuore con la capacità di risolvere alcuni problemi di chi chiede il suo aiuto. Johanna, la madre è una donna all’apparenza di mezza età con la dote di poter richiamare i morti dall’Ade.
Le Beauchamp vengono inizialmente presentate come streghe ma in realtà sono dee della mitologia nordica obbligate a mantenere segreti e a non utilizzare i propri poteri in seguito ad una passata restrizione.
Freya sta per sposarsi con Bran ma alla loro festa di fidanzamento la ragazza ha un “incontro ravvicinato” con il giovane e affascinante Killian (fratello minore del futuro sposo) per il quale prova una passione mai provata prima (o forse provata in una vita passata?) che la porterà a mettere in discussione la sua storia. Chi sceglierà alla fine la bella Freya? 
Nel frattempo nella cittadina iniziano ad accedere dei fatti strani, malattie, sparizioni, suicidi, attacchi… e le tre donne non avranno vita facile visto che saranno le principali sospettate.


La parte adult del libro riguarda solo la storia di Freya, un paio di scene piccanti abbastanza rapide e nemmeno particolarmente descritte che non sono assolutamente all’altezza delle scene hot presenti in libri come quelli di J.R. Ward, L.Adrian o J.Frost (per citarne alcune).  I personaggi sono adulti e non ragazzi ma non è un libro particolarmente adult a mio parere. 


A chi ha letto la serie Sangue Blu non saranno sconosciuti due personaggi che faranno la loro comparsa nel libro, Mimi Force e Oliver. Vi avverto che potreste imbattervi in uno spoiler! 


Nonostante la delusione per le frettolose scene adult ho trovato tutto sommato il libro carino e scorrevole, consigliato come lettura estiva. Visto l’epilogo (che mi ha lasciato a bocca aperta…) aspetto di poter leggere il seguito, questa è stata la prima prova adult di Melissa de la Cruz, magari la prossima sarà migliore!




Voto:     

10 commenti:

  1. E dopo aver letto il tuo commento... non lo compro!!! Stavolta ho fatto bene ad aspettare :)

    RispondiElimina
  2. Grazie Selly...ad essere sincera speravo fosse più interessante.

    RispondiElimina
  3. Io l'ho comprato ma lo devo ancora leggere, cmq, visto che dalla recensione risulta almeno carino e dato il prezzo lancio, non mi pento dell'acquisto. :-)

    Scusate una domanda...al giveaway per "Un amante irresistibile" può partecipare solo chi può condividere?

    RispondiElimina
  4. Ciao Emy, no può partecipare chiunque basta che sia follower del blog, è sufficiente spiegare che non si ha la possibilità di condividere il giveaway, però non dimenticare di scrivere il perchè vorresti leggere questo libro ^_^

    RispondiElimina
  5. L'ho comprato l'altra sera.. è nella mia borsa pronto per essere inziato.. visto il prezzo lancio non potevo lasciarlo li!

    RispondiElimina
  6. l'ho già comprato di slancio vedendo il prezzo.....spero di non dovermene pentire!

    RispondiElimina
  7. Grazie Nuvolina, sono già follower e naturalmente seguirò tutte le altre regole :-D

    RispondiElimina
  8. Io l'ho già comprato, altrimenti avrei evitato ...dopo la tua recensione!! Se non ha convinto te Selly, sono certa che non mi piacerà .......mah ......

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!