venerdì 16 settembre 2011

"Le lettere segrete di Jo" di Gabrielle Donnelly


Carissime lettrici,
chi di voi non ha letto o visto in tv almeno una volta "Piccole Donne"? Credo nessuno... 
Per questo motivo non possiamo non segnalarvi questa uscita della Giunti A, "Le lettere segrete di Jo" di Gabrielle Donnelly



Titolo: Le lettere segrete di Jo 
Autrice: Gabrielle Donnelly
Casa editrice: Giunti 
Collana A
Traduzione: Stefania De Franco
Pagine: 464 
Prezzo: euro 16,00



Il sequel di Piccole donne nella Londra di oggi: tre sorelle ritrovano le lettere dell’antenata Jo March. Brillante, incantevole, piena di tenerezza e sentimento, Gabrielle Donnelly ci regala una lettura indimenticabile nel perfetto spirito di Piccole donne. 


Lulu è un vero disastro, ne combina una dietro l’altra e, a differenza delle due sorelle, non sa immaginare nitidamente il suo futuro. Passa senza sosta da un lavoretto all’altro, sentendosi sempre più disorientata e insicura. Ma cosa succede se un giorno, in soffitta, mentre rovista in una vecchia valigia alla ricerca di alcune ricette, si imbatte per caso in un plico di lettere scritte nientemeno che dalla trisnonna Jo March, l’intrepida protagonista di Piccole donne? Per Lulu non può esserci rivelazione più grande. Timorosa, ma al massimo dell’eccitazione, serba il segreto tutto per sé e si fa trascinare nel mondo delle sorelle March, pieno di analogie con le inquietudini e le disavventure della sua vivace famiglia. E mentre la saggezza e il coraggio di nonna Jo le scaldano il cuore, Lulu sente crescere dentro di sé una forza inaspettata, che la aiuterà a trovare con passo sicuro la sua nuova strada. 






"Erano passati cinque giorni dalla scoperta delle lettere della trisnonna. A quanto pareva Amy era stata un’artista e Meg una donna efficiente e organizzata: un po’ come Sophie ed Emma, pensò Lulu. Alle sorelle le lettere sarebbero piaciute moltissimo, ma lei decise di non rivelare la sua scoperta, non ancora. Un giorno l’avrebbe fatto, certo, ma per un po’ Lulu voleva avere Jo March tutta per sé."




Gabrielle Donnelly è nata e cresciuta a Londra, dove ha scritto per diverse riviste femminili, prima di trasferirsi a Los Angeles e specializzarsi in giornalismo dello spettacolo. Insieme a Julia Braun Kessler ha pubblicato, con lo pseudonimo di Julia Barrett, Presumption: An Entertainment, uno dei primi sequel di Orgoglio e pregiudizio.Vive a Los Angeles con il marito ed è una fan sfegatata di Louisa May Alcott da quando era bambina.



4 commenti:

  1. I libri della Alcott hanno accompagnato la mia infanzia e la mia adolescenza li ho letti tutti "Piccole DOnne", "Piccole Donne crescono" "Piccoli Uomini" e "I ragazzi di Jo" sono libri che ho adorato e che ancora sfoglio con gioia a distanza di tanti anni.. devo dire che questo libro mi ispira ma ho un po' paura che possa "Inquinare" quel mondo magico che solo la Alcott è riuscita a creare.. ci penserò su!

    RispondiElimina
  2. Io ho sempre adorato Piccole Donne! Il film l'ho visto un sacco di volte!

    RispondiElimina
  3. Piccole donne mi piace molto.
    Ho letto il libro , visto il film, visto il cartone animato. Ciao

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!