lunedì 12 settembre 2011

Recensione "Blue" di Kerstin Gier


Titolo: Blue
Autrice: Kerstin Gier
Casa editrice: Corbaccio
data di uscita: 1 settembre 2011
Pagine: 352
Prezzo: € 16,60




È la dodicesima viaggiatrice
Si muove nel pericolo
Combatte per amore







La protagonista, Gwendolyn, è la dodicesima viaggiatrice ovvero una dei dodici gene portatori che viaggiano nel tempo. 

Appartengono a questa stretta cerchia, in linea di sangue, alcuni membri femminili della famiglia Montrose, di cui Gwen fa parte e alcuni membri maschili della famiglia De Villiers
Colui e colei che eredita questo "dono", è costretto a periodici salti temporali che possono essere controllati tramite un cronografo, senza il quale capiterebbero di sorpresa e in qualsiasi momento. 
In Red abbiamo scoperto che contro ogni aspettativa, la dodicesima viaggiatrice è Gwen e non Charlotte, la glaciale, "perfettina" e gelosa cugina che tutti elogiano tanto. La nostra sedicenne protagonista si ritrova così, da un momento all'altro e senza aspettarselo, a saltare qua e là nel tempo e ad essere messa perennemente a confronto con Charlotte.
Durante i viaggi temporali, Gwendolyn  è affiancata dall'affascinante Gideon De Villiers, inizialmente  distaccato nei suoi confronti ma alla fine di Red sembra cambiare. Le parole che le sussurra e il bacio che si scambiano nel finale sembra dimostrarlo.
Blue riparte proprio con il ritorno dei due ragazzi al presente, durante il fatidico bacio. 
Sin dall'inizio la missione dei ragazzi è quella di recuperare una goccia di sangue da tutti i viaggiatori del tempo passati, per inserirla nel cronografo in modo da avere il totale controllo sui viaggi temporali. All'appello manca il sangue di Paul De Villiers e Lucy Montrose: i due viaggiatori (veri genitori di Gwendolyn),  scappati nel passato con il primo cronografo, in modo da impedire un loro ritorno nel presente. 
Fanno capolino in Blue alcuni nuovi personaggi : Xemerius, il fantasma del demone-gargoyle dal muso di gatto che diventa da subito un fedele amico e alleato per Gwen (l'unica in grado di vederlo), un personaggio ironico e divertente che il lettore non può che prendere subito in simpatia;  Raphael, il fratello minore di Gideon,  il quale svilupperà da subito un certo interesse e feeling con Leslie, l'amica di Gwen e unica sua confidente. Leslie è l'unica persona a conoscenza del segreto di Gwen, ovvero il "potere" di vedere i fantasmi e anche in questo capitolo della serie la aiuterà con le sue ricerche.
Durante uno dei suoi viaggi nel passato, la protagonista farà la conoscenza del nonno da giovane e insieme cercheranno di scoprire la verità sul motivo che ha spinto Lucy e Paul a fuggire con il cronografo.
Sarà difficile per Gwen capire di chi può veramente fidarsi e di chi no... i cambiamenti di umore di Gideon, il comportamento dei guardiani del tempo, il terribile conte di St. Germain...
Misteri, segreti e verità da scoprire saranno al centro di Blue e ovviamente non mancherà una buona dose di romanticismo
La lettura del libro mi ha totalmente coinvolto, la Gier ha uno stile intrigante e scorrevole che cattura il lettore. Il finale decisamente in sospeso e con ancora tanti punti interrogativi, vi farà desiderare di avere tra le mani Green, il terzo e ultimo capitolo della serie, al più presto.




Curiosità / Spoiler:
Qualcuno di voi ha provato a risolvere il codice a fine libro per cercare di scoprire cosa si nasconde a casa Montrose? 
Se volete scoprirne il significato leggete di seguito altrimenti fermatevi qui.

Per risolverlo bisogna seguire il metodo che spiega Leslie nel libro a pagina 202: "il primo numero è sempre la pagina, il secondo la riga, il terzo la parola, il quarto la lettera..." 
Il risultato? Pare sia CRONOGRAFO. Interessante vero?


Il mio voto: 




Prossimamente: Green / Smaragdgrün (smeraldo)

cover originale



Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!