martedì 4 ottobre 2011

Recensione: "Sono nel tuo Sogno" di Isabel Abedi


Parlarvi di questo libro senza cadere in qualche piccolo spoiler è difficile. 
Chi ha letto l'anteprima di "Sono nel tuo sogno" sapeva già che questo young adults è caratterizzato dalla presenza di angeli, ma non poteva immaginarsi che già quello era uno spoiler, poichè uno dei punti cruciali del romanzo, è proprio scoprire con chi la protagonista Rebecca ha a che fare.


Becky è una sedicenne con una situazione familiare particolare: vive ad Amburgo con la madre psicologa lesbica (strano per uno YA...) e la sua compagna, mentre il padre, il migliore amico della madre, vive a Los Angeles con la nuova famiglia.
Nella prima parte del romanzo la ragazza incontra Lucian, un ragazzo misterioso che non ha ricordi del suo passato, tanto da non sapere nemmeno, almeno inizialmente, il suo nome. 
Lui sembra sempre trovarsi negli stessi posti dove c'è lei e tra i due scatta subito una forte attrazione. 
Quando Becky e Lucian sono vicini , sentono la presenza l'uno dell'altra e quando sono lontani, sentono come se gli mancasse qualcosa. 
Il mistero si infittisce quando Lucian inizia e continua a fare degli strani sogni, che vedono la nostra protagonista sia nel passato che nel futuro. Proprio durante uno di questi sogni, scoprirà che Rebecca morirà! . L'evolversi della storia porterà la madre di Rebecca a prendere una drastica decisione, ovvero spedire la figlia a Los Angeles dal padre.
Quello che nessuno può sapere è che questa separazione forzata, avrà delle conseguenze molto dolorose.


Tra tutti i romanzi con protagonisti gli angeli, questo spicca di originalità, poichè gli angeli come ce li descrive Isabel Abedi sono completamente diversi dal solito
Quando nasce un umano, nasce anche un "accompagnatore" che resta con lui dalla nascita fino alla morte, non hanno alcun potere, semplicemente esistono. 
L'unica cosa che non devono fare è dubitare e provare emozioni umane... ma a volte questo accade e che cosa succede lo scoprirete leggendo...


Una lettura piacevole e toccante, in certe parti commovente e triste, con protagonista un amore impossibile. 
Consigliato sia ad un pubblico young ma anche adults prettamente femminile.




il mio voto: 



2 commenti:

  1. oh Selly mi fa piacere leggere una tua recensione, anche perchè il libro è rimasto sulla mia scrivania dal giorno che l'ho comprato, ovvero quando abbiamo incontrato la Adrian alla Feltrinelli!
    un bacio Leandra

    RispondiElimina
  2. A me è piaciuto, è diverso dai soliti sull'argomento! ^^
    Aspetto i tuoi commenti post lettura!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!