lunedì 21 novembre 2011

Recensione: Il richiamo dell'oscurità di Emma Holly


Aspettavo con ansia questo libro perchè il precedente non era finito e, se c'è una cosa che nei libri proprio non sopporto, è quando la storia non si conclude. Mi piace molto leggere le serie anche con gli stessi personaggi, però un libro deve finire e non lasciare il lettore con un palmo di naso, aspettando chissà quanto per poter capire cosa succede. Così dopo aver lasciato la povera Estelle a disperarsi per il professore rapito, la ritroviamo alla guida di un comitato di soccorso alquanto atipico tra umani e non.
Il professore è ancora latitante, ma i due hanno passato nottate di sesso insieme, qualcosa non torna…. Come avranno fatto???!!!! Vi chiederete…. Indovinate un po’ ?? Vi rispondo subito: in sogno! Cosa che proprio non sopporto!!!. E qui la nostra novella Mary Poppins, perchè magicamente anche nei sogni riesce a materializzare un profilattico (perchè non si sa mai ed è sempre meglio prevenire che curare), si cimenta in alcune performance che farebbero invidia a qualcuna e la felicità di molti uomini (Tinto Brass in primis).
Anche i personaggi di contorno non sono da meno, anzi diciamo che non si lasciano proprio scappare nessuna occasione e in più, quando l'occasione non c'è, se la creano di sana pianta.

Di solito non ho problemi con libri ad alto tasso erotico, anzi devo ammettere che mi piacciono molto, però ci deve essere un minimo di coerenza. Già nel primo libro la storia tra Sally e Ben non mi era piaciuta tanto, ok non sono fratelli di sangue ma sono stati allevati come tali e per me, sono sempre fratelli e quelle loro scene sono esagerate. La loro prima volta poi.... meglio sorvolare una parte a dir poco penosa. Poi quando ho scoperto che Sally ha solo 17 anni per poco non cado dalla sedia !!!
Per riassumere diciamo che dopo la prima volta di ognuno, vale la regola di Valerio Scanu: in tutti i luoghi, in tutti i laghi e in tutti i modi.

Un personaggio che per come è stato presentato avrei proprio gettato dal treno, è Penelope: la classica ochetta svampita tutta trine e merletti, che si rivela invece tutt'altro, ma sempre poco piacevole e sopratutto poco credibile. Non so cosa riservi per lei in futuro la Holly, ma spero vivamente di non dover rileggere un'altra scena dove lei si trasforma in Wonder Woman, perchè non credo di poterla reggere.....

Il modo di scrivere della Holly mi è sempre piaciuto, anche quando scrive romance storici, e il primo libro mi aveva proprio colpito, ma questo…. non che sia brutto perchè non è così, però è strutturato in modo da risultarmi davvero poco gradito.

Vedremo con il proseguo della storia come si evolverà il tutto, se finalmente Estelle e il professore potranno stare assieme in santa pace, se Ben e Sally riusciranno ad avere un bel futuro assieme e cosa invece riserverà il futuro per Penelope Graham e Robin.... 


 Voto:

6 commenti:

  1. Non mi sono persa nulla allora >o<

    RispondiElimina
  2. E io che speravo che in questo libro le scene di sesso buttate lì diminuissero...
    Credo che passerà del tempo prima che mi decida a comprarlo :)

    RispondiElimina
  3. Oh mammaina che nmeraviglia! Recensione troppo bella, sopratutto la citazione di Scanu eheh
    Adesso sono ancora piu' curiosa, mi devo decidere a leggerli!!!

    RispondiElimina
  4. Anche a me hai fatto venir voglia di leggerlo in fretta XD

    RispondiElimina
  5. Io il libro l'ho letto... La mia opinione che che mi aspettavo di più visto che il primo mi era piaciuto e come te quando è finito con il rapimento di Edmund ci sono rimasta male. Comunque non è male leggerò i seguiti perchè anche io voglio vedere come vanno a finire le storie degli altri protagonisti... Poi vi dirò...

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!