martedì 13 dicembre 2011

Recensione: "Il Vampiro delle Highland" di Kerrelyn Sparks

"Il Vampiro delle Highland" è il 3° libro della serie urban fantasy "Love at Stakes" di Kerrelyn Sparks e seguito di "Vampiri & The Ciy".


La Trama
Angus MacKay è un non-morto da quasi cinquecento anni e non gli accade spesso che qualcosa, o qualcuno, lo sorprenda. Questo fino a quando non incontra Emma Wallace. La vista di questa splendida agente della squadra d'elite Stake-Out della CIA è sufficiente a fermarlo di botto. Solo che poi scopre che si tratta di un uccisore di Vampiri, decisa ad uccidere i "mostri" che hanno ucciso i suoi genitori. E la missione di Angus è fermarla.
L'unico vampiro buono è un vampiro morto. Questo è il motto di Emma da quando ha consacrato la sua vita alla distruzione di quelle "cose". Ora Angus MacKay vuole dissuaderla. Certo, lui è un guerriero delle Highland molto sexy che sembra uscito dalla copertina di un romanzo d'amore, completo di stivali, kilt e spada, ma è anche uno di "loro". E la missione di Emma è ucciderlo.
La guerra ha inizio, ma come finirà? con la distruzione di uno di loro, di entrambi... o con la loro totale resa a una passione che durerà secoli?




La mia opinione




In questo capitolo i protagonisti centrali sono due: Angus ed Emma. Lui è lo scozzese Angus, un potente ed affascinante vampiro “buono”, perennemente vestito con il suo adorato kilt (guai chiamarla gonnellina!).
Lei è Emma, una donna mortale che al momento si diletta a fare le veci di Buffy l’ammazzavampiri al Central Park di New York (e ci riesce anche bene!), spinta da un sentimento di vendetta nei confronti di tutti i vampiri responsabili della morte della sua famiglia.
Quando al bel vampiro scozzese viene affidato il compito di fermare la cacciatrice che sta operando a Central Park, in modo da evitare lo scoppio di una guerra tra vampiri (ma anche per salvarle la pelle), scopre che la persona in questione è una splendida mortale e non può non restarne completamente ammaliato...così come lei rimane subito folgorata dall’aspetto e dai modi dell’uomo in kilt. Nonostante Angus non le confessi immediatamente di essere un vampiro, la sveglia e furba Emma non tarda a scoprirne la vera natura. E per lei accettare l’aiuto di un non-morto e soprattutto fidarsi di lui non sarà certo facile... Angus riuscirà a farle capire che esistono due tipi di vampiri, ovvero gli Inappagati (vampiri cattivi) e i vampiri buoni che non attaccano gli umani ma che sopravvivono bevendo del sangue sintetico? Riusciranno a scoprire qualcosa sulla morte della famiglia di Emma?
Ovviamente lo scoprirete leggendo!
Vi anticipo anche, che nel corso del libro faranno la loro apparizione alcuni personaggi dei libri precedenti...
Un libro in cui battute ironiche e divertenti, momenti piccanti ma anche romantici e scene d’azione, sono ben mescolate tra loro.


il mio voto:   

1 commento:

  1. che bella serie! leggera e divertente! non vedo l'ora di leggere i seguiti!!!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!