martedì 27 dicembre 2011

Recensione "Shadowhunters.Città degli Angeli Caduti" di Cassandra Clare


"Shadowhunters. Città degli Angeli Caduti" di Cassandra Clare è il 4° libro della serie urban fantasy YA "The Mortal Instruments".


La Trama:

La guerra è conclusa e la sedicenne Clary Fray è tornata a casa, a New York, piena di aspettative. Sta seguendo l’addestramento per diventare Shadowhunter a tutti gli effetti e poter usare il suo straordinario potere. Sua madre sta per sposare l’amore della sua vita. Nascosti e Cacciatori sono finalmente in pace. Ma, soprattutto, Clary può dire al mondo che Jace è il suo ragazzo. Ma nella vita ogni cosa ha un prezzo. C’è qualcuno che si diverte a uccidere gli Shadowhunters, e ciò causa fra Nascosti e Cacciatori tensioni che potrebbero portare a una seconda, sanguinosa guerra. Simon, il migliore amico di Clary, non può aiutarla. È troppo preso a gestirsi i suoi casini. Sua madre ha scoperto che è un vampiro e l’ha buttato fuori di casa. Ovunque vada trova qualcuno che cerca di tirarlo dalla propria parte – lui e il poter della maledizione che gli sta distruggendo la vita. E come se non bastasse, Simon esce con due ragazze bellissime e pericolose, nessuna delle quali sa dell’altra. Quando Jace si allontana da lei senza darle spiegazioni, Clary si trova costretta a penetrare nel cuore di un mistero la cui soluzione porta alla luce il suo incubo peggiore: è stata lei, senza volerlo, a mettere in moto una terribile catena di eventi che potrebbe farle perdere tutto ciò che ama. Jace compreso.



Attenzione: Spoiler per chi non ha letto i libri precedenti.



Anche questo 4° capitolo della serie mi è piaciuto, ma ad essere completamente sincera, c’è stata qualcosina che me l’ha fatto amare un pochino meno dei precedenti, anche se devo ancora capire cosa. 
Libro dedicato in gran parte a Simon (il migliore amico di Clary, diventato ormai un vampiro diurno), il quale si ritroverà a fare i conti con alcuni misteri e con diverse relazioni sentimentali. Ormai archiviata l’infatuazione per Clary, Simon se la dovrà vedere con ben due ragazze: la lupa mannara Maia e la bellissima shodowhunters nephilim Isabelle (e qui Simon mi ha inizialmente un po' deluso..). Dall’altro lato ritroviamo la coppia che tutti noi fan della saga amiamo, quella formata da Clary e Jace. Se pensavate che dopo “Città di Vetro” i due innamorati potessero vivere felici e contenti, vi sbagliavate (purtroppo!!). Jace spaventato dagli incubi/visioni su Clary e da se stesso, proverà ad allontanarsi dalla sua amata... ma l’amore è più forte di qualsiasi cosa e restare lontani sarà difficile. Come se non bastasse, Clary scoprirà di aver innescato una serie di eventi che non porteranno nulla di buono nelle loro vite.
Nuovi personaggi arriveranno a intrecciarsi nelle vicende dei protagonisti: l' inquilino di Simon, che si rivelerà essere qualcuno di già nominato nel libro precedente; la vampira Camille (conosciuta nel prequel “Le Origini. L’Angelo” ), decisa a riprendersi il posto di Regina di New York ed infine Lilith, la regina/madre dei demoni. 
Un libro ricco di eventi e misteri che vi terranno incollati fino alla fine. E sembrerebbe anche esserci una conclusione (almeno provvisoria), se non fosse per quelle ultime paginette che rimettono tutto in discussione, lasciandoci a bocca aperta nell’attesa del prossimo capitolo!


Il mio voto:  

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!