lunedì 10 dicembre 2012

Recensione + Regalibro: La Rosa Bianca di Stefania Auci

Vi è mai capitato di immedesimarvi talmente in un libro da sentire esattamente quello che succedeva ai protagonisti come se foste li con loro?
Di sentire il freddo entrarvi nelle ossa, la pioggia che vi inzuppa i capelli, il batticuore, la paura e l'amore... bene se non lo avete mai sperimentato è perchè ancora non avete avuto la fortuna di avere tra le mani un libro scritto direttamente con il cuore. Io ho appena chiuso un libro che mi ha dato tutto questo e molto di più, ho avuto il piacere di leggere un libro scritto con il cuore e con la pancia, una bellissima storia che non è solo un romance che parla d'amore, ma parla di sentimenti che vanno oltre: l'amicizia, la fiducia e soprattutto la speranza.
L'amicizia di uomini disposti a tutto per la causa in cui credono, un'amicizia che alla fine durerà anche oltre la vita.
La fiducia (un sentimento che spesso è più importante dell'amore) che una donna arriva a provare e la speranza di un' intera Nazione con uomini e donne disposti a tutto pur di poter credere che esiste ancora un futuro.
Questo e moltissimo altro ancora è "La Rosa Bianca" di Stefania Auci.
E' il racconto di un pezzo di storia narrato come meglio non si poteva fare, i personaggi sono tutti importanti allo stesso modo (cosa non semplice da fare), la scrittrice è riuscita a lasciare lo spazio sufficiente per raccontare la vita di tutti e nello stesso tempo è riuscita a rendere la storia principale coinvolgente come poche volte mi è capitato di leggere.
Cameron e Annette sono quanto di più diverso si possa trovare e si potrebbe dire che sono la coppia, almeno all'inizio, peggio assortita che potesse esistere, poi il tempo passato assieme (altra cosa che mi è piaciuta molto in questo libro è stata la durata temporale molto lunga che rende tutto più veritiero), li aiuterà a conoscersi per quello che sono in realtà e ad affrontare delle enormi difficoltà che li aiuterà a crescere.

Un'altra cosa in cui la Auci è davvero molto brava è il riuscire a raccontare la Storia senza mai essere noiosa o banale, riesce a catapultarti nelle battaglie come poche altre scrittrici riescono a fare e in questo si nota benissimo l'immenso lavoro di ricerca e l'amore che Stefania nutre per la Scozia e per la sua storia passata.

Dopo aver letto "Il Fiore di Scozia" e avendolo trovato davvero molto bello, avevo qualche timore nel leggere questo seguito, ma già dal prologo ho visto che il libro, benchè diverso dal precedente, sarebbe riuscito a coinvolgermi e infatti... così è stato!

Nella mia precedente recensione finivo dicendo che se il buongiorno si vede dal mattino (e il mattino era "Il fiore di Scozia") prevedevo ottimi mattini luminosi. Bene, il mattino luminoso è diventato uno splendido e radioso futuro per una scrittrice come poche ce ne sono qui in Italia. Non posso far altro che sperare che altri capiscano l'immenso valore di questa persona, capace con la sua fantasia di regalarci storie immensamente migliori di molte autrici più "affermate e osannate" che spesso non meritano tutto questo apprezzamento.

Quindi se avete voglia di leggere una storia che vi resterà per sempre stampata nel cuore allora "La Rosa Bianca" è il libro che fa per voi!!



In più visto che le feste si avvicinano noi del blog abbiamo pensato di continuare con i festeggiamenti e di proporvi anche un REGALIBRO di CAPODANNO!
L'autrice ha messo a disposizione 2 copie AUTOGRAFATE per voi!!! (Lo scriveremo qui sul blog il 3 Gennaio)

Ecco cosa dovete fare per ricevere direttamente a casa una delle copie di questo bellissimo libro:

Tra tutti voi lettori affezionati/follower che commenterete la nostra recensione rispondendo ad alcune domande e lo condividerete (dove volete) sceglieremo i fortunati che riceveranno il libro:

1- Per quale motivo ti piacerebbe leggere questo libro?
2- Conosci già questa autrice e hai letto qualcosa di suo?
3- Qual'è l'epoca storica che preferite leggere nei romance e perchè?

Non vediamo l'ora di leggere i vostri commenti!!!!







21 commenti:

  1. Mi piacerebbe leggerlo perchè è il genere di libro che leggo per rilassarmi, mi metto comoda, mi preparo qualcosa di buono e mi immergo completamente.

    Sinceramente l'ho sentita nominare ma non ho mai letto nulla di suo, non è una buona occasione per cominciare? XD

    L'epoca storica che preferisco è l'800 inglese, ma adoro anche quelli ambientato nella scozia ai tempi degli Highlander.

    Gli stupendi abiti delle dame, gli intrighi, le corse contro il tempo a cavallo, amo tutto ciò, non potrei farne a meno *-*

    RispondiElimina
  2. i link:

    https://twitter.com/girlpower86/status/278200275045580801

    https://plus.google.com/110028982174930841448/posts/9Nu5odjLsvy

    RispondiElimina
  3. Questa recensione mi ha commosso profondamente. É acuta,appassionata e piena di stima.
    Ringrazio Nuvo,Sally e Barbie x la possibilità di far leggere questo libro a voi splendide ragazze del forum... E le ringrazio per la loro grande stima che spero sempre di meritare.
    Stefania auci

    RispondiElimina
  4. Partecipo più che volentieri a questo fantastico rega-libro, tanto più che già conosco questa bravissima scrittrice italiana in quanto ho già letto il suo romanzo precedente che è "Il fiore di Scozia", ed ora sono proprio curiosa di scoprire questa nuova storia!!! Sicuramente ciò che maggiormente mi attrae in questo libro, al di là del periodo storico in cui è ambientato che è il Settecento, sono i due protagonisti: Annette Portmercy e Cameron Grant! Non si tratta di due innamorati bensì di due burrascosi combattenti che assieme affronteranno i loro demoni, le loro passioni e una lotta pericolosa e sanguinaria.
    Per rispondere alla domanda quale periodo storico preferisco, bhè devo dire che la scelta non è facilissima ma se proprio devo direi il Settecento Francese, con gli intrighi di corte, le sanguinarie lotte di potere per la successione al trono, gli splendidi abiti delle dame, le grandi rivoluzioni scientifiche, la rivoluzione Francese, la pubblicazione dell'Enciclopedia........insomma adoro quest'epoca!!!
    Condivido su Facebook: https://www.facebook.com/francesca.bomparola1?ref=tn_tnmn

    Google+1:https://plus.google.com/u/0/103462213315737961593/posts

    RispondiElimina
  5. Il nostro "iceberg" Nuvolina ogni tanto si scioglie *___* e io non vedo l'ora di leggere il libro! ^_^
    Spero non mi faccia piangere come il fiore di Scozia XD

    RispondiElimina
  6. C'è chi ha pianti cara... Aspetta a leggere il finale!

    S.

    RispondiElimina
  7. allora speriamo che si pianga di gioia XD anche se ho qualche dubbio XD

    RispondiElimina
  8. partecipo perchè ho avuto modo di leggere fiore di Scozia e non posso perdermi il continuo, sono sìcontenta di aver conosciuto una nuova scrittrice...
    mi ha sempre affascinato il periodo vittoriano...ho letto molto della Kleypas, Balogh, Guhrke e tante altre...immedesimarmi in quel periodo, fare una passeggiata per Hyde park...prendere un tè alle 5 e seguire l'etichetta, mi ha sempre affascinato!!!per me queste letture sono dei veri gioielli!!!!
    minicicciola

    RispondiElimina
  9. non posso non provare a vincerlo!!
    ho letto Fiore di scozia e mi è piaciuto molto, e nello stile e nella trama, i personaggi ecc.... ^_^
    Poi mi par di capire che il contesto storico è sempre quello della battaglia per l'indipendenza della scozia!
    a me i romance storici piacciono moltissimo, è un genere che prediligo, in particolare propendo per il medioevo e l'ottocento, ma l'importante è che, qualunque sia lo sfondo, sia ben narrato!! ;)
    spero proprio di averlo!! e complimenti a stefania

    RispondiElimina
  10. mi piacciono molto questi romanzi e soprattutto è l'epoca storica preferita che amo leggere nei libri, non si trova molto spesso come ambientazione!
    Non conosco questa autrice per questo vorrei leggere qualcosa di suo e imparare ad apprezzarla, a volte quelle meno conosciute sono le più brave!
    ho condiviso
    su fb francesca ghiribelli
    https://www.facebook.com/fraghi88

    mail fraghi88@alice.it

    RispondiElimina
  11. dimenticavo i link:

    http://chicchidipensieri.blogspot.it/ banner sul mio blog

    https://www.facebook.com/angela.iacoviello/posts/477994928923797

    https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=471393822899025&id=285177551521048

    http://sorapis79.iobloggo.com/685/la-rosa-bianca-commenta-e-vinci (post sul blog)

    https://twitter.com/Stellangy/status/278433635407917057

    RispondiElimina
  12. Non ho mai letto niente di questa autrice anche se molto spesso le belle recensioni ai suoi libri mi hanno avvicinato all'acquisto.La trama mi piace e il commento che lo accompagna direi che è quello che tutte vorremmo poter dire dopo aver chiuso un libro.Non ho un'epoca storica preferita anche se l'ottecento e il medioevo sono quelli che alla fine leggo maggiormente.
    Non condivido da nessuna parte perchè sono una semplice consultatrice di blog che non è iscritta in nessun posto.

    RispondiElimina
  13. Non ho ancora avuto il piacere di leggere niente di quest'autrice ma ne ho sentito molto (e positivamente) parlare, quindi non vedo l'ora di rimediare alla mia ignoranza in maniera xD
    Mi fa sempre un piacere immenso vedere scrittrici Made in Italy cimentarsi in generi che qui in Italia vengono quasi interamente importati.
    La trama de La Rosa Bianca mi intriga molto e si colloca perfettamente in un contesto che è tra i miei preferiti e che mi ricorda con una (piacevole) stretta al cuore la cara vecchia Diana Gabaldon.
    Adoro leggere di rudi guerrieri scozzesi!
    In realtà pur apprezzando moltissimo i racconti ambientati in quest'epoca, la mia preferita resta quella vittoriana ed il set che più mi aggrada in un romance storico è quello londinese, ma probabilmente le splendide Highlands si classificano seconde.
    Grazie mille per il regalibro. Incrocio le dita! :)
    Nel frattempo condivido il post su twitter:
    twitter.com/GiuliaAnnaGallo/status/278554119835353088

    RispondiElimina
  14. Mi hai proprio stupita non tanto per la recensione in se' ma per il voto che hai dato e conoscendoti so che non dai facilmente il massimo del punteggio!!
    Concordo con te sul fatto che a volte autrici piu' affermate vengano osannate anche quando scrivono cose molto inferiori di livello e per questo ho ancora piu' voglia di leggere questa serie, il primo ce l'ho in attesa e mi sa che lo iniziero' presto e se poi magari vinco il regalibro ben venga!
    Della Auci ho gia' letto i racconti di Hidden in the dark e non mi erano affatto dispiaciuti e per finire come epoca storica preferisco il tardo 800 sia per le etichette che per i costumi
    Ancora complimenti bellissima recensione

    RispondiElimina
  15. Prima di tutto complimenti per la recensione!...mi hai fatto appassionare solo leggendo la recensione... ok alla prima domanda ho già rusposto... di questa autrice la conoscevo grazie ai bei commenti sui suoi libri però non ho avuto ancora il piacere di leggere qualcosa di suo, sicuramente non tarderò! :)
    Non ho un'epoca storica preferita, forse perchè fino a questo momento ho letto soprattutto romanzi ambientati ai giorni nostri, a parte la saga dei Gardella, però non quando scelgo di leggere un libro non sto a controllare in che epoca è ambientato, lo leggo e basta... comunque non mi dispiacerebbe leggere romance ambientati in altre epoche.. Di genere thriller avevo letto i libri di Paul Doherty, ambientati nel medioevo e mi erano piaciuti un sacco, quindi perchè no! ;)

    RispondiElimina
  16. https://twitter.com/GiadaStamenkovi/status/278873917702148097

    Non sono mai riuscita a leggere un libro di quest'autrice di cui per altro ho sentito parlare molto bene. Mi sono sempre riproposta di iniziare ad inserirla nella mia biblioteca personale...Cominciando proprio da La Rosa Bianca!! Considerando una recensione così appassionata da chi tende a non sbilanciarsi poi più di tanto....sembrerebbe che questa storia d'amore sia una di quelle che riescono a sciogliere anche i cuori più adamantini!!!! E in questo periodo direi che è proprio quello che ci vuole ;)

    La mia epoca storica di riferimento resta purtroppo quella attuale...Dico purtroppo perchè nonostante adoro i costumi del diciannovesimo secolo, il modo che avevano le persone di dialogare, di incontrarsi, di comunicare, resto al contempo molto legata al qui ed ora, che è comunque pieno di affascinanti sfumature e, a mio avviso, di maggiori spunti. Forse meno romantici, ma sempre diversi!

    RispondiElimina
  17. Di questa scrittrice non ho mai letto nulla forse perchè ultimamente mi sono dedicata al urban fantasy.ma devo dire che questa recensione mi ha incuriosito un pò per il periodo storico un pò per i sentimenti che esprime!Poi è italiana e io di italiano non leggo molto.quindi complimenti a nuvolina per essere riuscita a invogliarmi con una recensione!
    Mi piacerebbe leggere questo libro per variare un pò il mio generecmq come dicevo come ambientazione di solito leggo l'urban fantasy quindi ai giorni nostri e questa storica mi incuriosisce.Questa autrice per me è nuova e quindi non ne ho letto nulla

    RispondiElimina
  18. Il motivo principale per cui voglio leggere questo libro è che "Il fiore di Scozia" mi affascinò tantissimo! Quest'autrice è davvero molto brava e non posso che voler leggere anche "La rosa bianca" :D Il fatto che la Auci sia italiana è un ulteriore motivo, le nostre rose sono bravissime, al pari e superiori di tante acclamate autrici straniere!
    L'epoca che preferisco? Direi il periodo Regency, mi affascina talmente tanto, ma adoro anche i romance ambientati all'epoca dell'antica Roma e questa "passione" è nata con un libro di Louise Allen! Anche se le Highland nell' '800 se la contendono alla grande! *___*


    https://twitter.com/Gio_Arm_11/status/279338412421550080

    RispondiElimina
  19. Non conoscevo l'autrice né avevo mai letto niente di suo, anche perché non leggo molto autori italiani. Sono un po' prevenuta su questo punto, tuttavia amo i libri storici e la trama mi ha colpito tant'è che sono andata a cercarmi un estratto del libro e leggerlo. Il personaggio femminile già dalla prima pagina mi ha colpito, peccato fossero solo trentaquattro pagine >.<
    Amo i libri storici perché mi ogni volta che li leggo mi sembra di essere nata nell'epoca sbagliata, dovevo nascere nel 1700 in Francia, perché sicuramente è il periodo che preferisco.
    Non è stato richiesto comunque nel caso serva ecco il link del mio profilo fb: https://www.facebook.com/booksefp e la mia email: booksefp@yahoo.it

    RispondiElimina
  20. Non ho letto fiore di scozia, ma non mancherò di recuperarlo, mi piacerebbe leggere questo libro perché ho già letto qualcosa di suo Hidden in the dark e mi piace il suo modo di scrivere, che ti coinvolge e ti fa provare quello che sentono i personaggi e poi sono curiosa di leggere un genere diverso uno storico. Non ho un epoca preferita dipende molto da come mi sento ispirata nel momento che voglio leggere, ho letto tanti romanzi del periodo vittoriano Balogh, Laurens, Klepas e company che sono anche i più pubblicati!
    ecco il mio profilo fb: https://www.facebook.com/annika.libanti
    e la mia mail: annikamasc@live.it

    RispondiElimina
  21. Vorrei leggere questo libro perchè è il genere di libro che si legge in poco e che fa passare qualche ora spensierata. L'autrice l'ho sentita ma purtroppo non ho letto nulla di suo anche se mi piacerebbe...l'epoca che amo leggere è sicuramente l'800!!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!