giovedì 28 marzo 2013

Anteprima: "Garden. Il Giardino alla fine del mondo" di Emma Romero


Cari lettori,
è in arrivo per la Mondadori un interessante romanzo distopico made in Italy

Titolo: Garden. Il Giardino alla fine del mondo
Autrice: Emma Romero
Casa editrice: Mondadori
collana: Chrysalide
Pagine: 276 
Prezzo libro: € 14,90
Prezzo ebook: € 6,99
data di uscita: 2 aprile 2013

Il ritardo è negligenza. La negligenza è disordine. Il disordine è il seme della perdizione. 
Maite è tra le operaie più efficienti nella fabbrica in cui lavora. In fondo non ha scelta: se commettesse un'infrazione sarebbe punita con la morte.
Maite coltiva in segreto la sua passione, il canto, e sogna di raggiungere il leggendario giardino alla fine del mondo, dove si narra vivano i ribelli in completa libertà e dove pare siano sopravvissute le lucciole. Perché il suo paese è diventato una prigione fredda e spoglia. Dopo una lunga guerra, l'Italia è stata divisa in Signorie e, per impedire il ritorno al caos, le arti e le scienze sono riservate a una casta di eletti, mentre gli esclusi sono condannati a una vita di obblighi e privazioni.
L'unica fonte di svago è la Cerimonia, la grande festa celebrata per l'anniversario della Rinascita. Maite ha sempre voluto esibirsi su quel palco, ma il giorno in cui potrà finalmente ottenere il suo riscatto scoprirà che, in un paese che ha ucciso ogni speranza, anche dai sogni si può desiderare di fuggire...

Un romanzo italiano dal sapore internazionale che dipinge con lucida spietatezza uno scenario più vicino di quanto possiamo immaginare.

L'autrice:
Emma Romero è uno pseudonimo nato dalla passione per i romanzi di Philip K. Dick e i film dell'orrore. Dopo aver tentato inutilmente di diventare una musicista professionista, Emma ha appeso la chitarra al chiodo e ha iniziato a scrivere questo libro, che è il suo primo romanzo. Vive e lavora in Italia, a Milano.

Cosa ne dite della trama? Vi ispira?
A presto!

3 commenti:

  1. devo dire che sono curiosa e ultimamente le lettura italiane non mi hanno tradito quindi ci farò un pensierino ^^

    RispondiElimina
  2. Wow, questo mi ispira decisamente!

    RispondiElimina
  3. Sembra molto carino :) Poi è sempre bello vedere il made in Italy che avanza!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!