venerdì 26 aprile 2013

Recensione "Prigionieri delle Tenebre" di Rhyannon Byrd

Uscito a fine Marzo in edicola per i Bluenocturne "Prigionieri delle Tenebre" è il sesto capitolo della serie Primal Instinct di Rhyannon Byrd



Trama:

Per riscattarsi da un passato dissoluto, l'ex playboy Kellan Scott accetta di farsi catturare dalle feroci creature che minacciano l'umanità per salvare una perfetta sconosciuta. Una volta imprigionato accanto a Chloe Harcourt, introdursi nella sua cella è un gioco da ragazzi, ma resistere al fascino di quella sensuale creatura con serici capelli neri e vellutati occhi grigi si rivela praticamente impossibile. Chloe, però, è condannata da un'antica maledizione a esasperare le emozioni di tutti quelli che le stanno intorno e non può credere che quel lycan bellissimo e sexy la desideri veramente per quello che è. Finché il desiderio non diventa incontenibile, costringendola a cedere all'impulso primordiale che la consuma. A Kellan, tuttavia, il suo splendido corpo non basta. Lui vuole anche il suo cuore, e per conquistarlo è disposto a sfidare persino la morte.

La serie Primal Instinct è così composta:

-Edge of Craving ( prequel, inedito in Italia )
1-Edge of hunger ( Tenebre nel cuore, Marzo 2012 )
2-Edge of Dander ( Il richiamo delle Tenebre, Maggio 2012 )
3-Edge of Desire ( Tenebre e Sangue, Agosto 2012 )
4-Touch of Seduction ( Profumo di Tenebre, Novembre 2012 )
5-Touch of Surrender ( Tenebre e Passione, Gennaio 2013 )
6-Touch of Temptation ( Prigionieri delle Tenebre, Marzo 2013 )
7-Rush of Darkness ( Cacciatori nelle Tenebre, in uscita a Maggio 2013 )
8-Rush of Pleasure (previsto per l'estate 2013 )


La mia opinione: 

Sesto capitolo delle serie, ha come protagonisti Kellan e Chloe; era dal libro precedente che lo aspettavo e non ne sono rimasta delusa, anzi l'ho cominciato e finito in due giorni.
Il libro inizia esattamente dove eravamo rimasti col precedente: Kel si è fatto catturare e adesso il guardiano/lycan deve riuscire a scappare portandosi dietro la strega/merrik che era andato a liberare e la vampira/sensitiva che ha trovato prigioniera (si insomma tutti personaggi mooolto banali).
Altro libro della saga e altro libro che mi è piaciuto, confermando il mio parere positivo su questa serie e autrice, che anche in questo caso ha creato una storia interessante e appassionante, riuscendo anche dove molte sono carenti: ovvero la coralità delle trame quando si ha un gruppo di protagonisti, e i finali ben fatti e non affrettati.
Qui in particolare ho apprezzato molto i due protagonisti, lei si imponeva l'isolamento volontario per non influenzare gli altri con la maledizione e ora non riesce a fidarsi delle emozioni di chi le sta intorno, e lui che da pecora nera del gruppo, sconsiderato e donnaiolo, scopre il suo desiderio di redimersi dagli errori del passato e fare qualcosa di altruista (rimanendo però un cretino divertente).
Inoltre, il fatto che entrambi fossero già "dentro" il mondo paranormale non ha reso necessaria la fase iniziale di spiegazione e accettazione, a volte lenta e noiosa, ma si è potuto entrare subito nel vivo della storia.
Anche se non lo credevo possibile la situazione generale si complica ulteriormente e i cattivi sono sempre più insidiosi e per questo più interessanti. 
Come già detto il libro, soprattutto nell'ultima parte, è molto corale e permette di rivedere i precedenti protagonisti (tra i quali il mio adorato Ade), i vecchi amici (i mitici fratelli vampiri Gid e Ash) e di gettare le basi per i protagonisti del prossimo episodio della serie (Seth e Raine), creando un senso di scorrevolezza e continuità molto bello. 
Con "Prigionieri delle Tenebre" iniziamo ad avvicinarci alla fine della saga, a Maggio uscirà "Cacciatori delle Tenebre", il settimo capitolo, e per l'estate è previsto l'ultimo, e io non posso che continuare a consigliare questa serie e autrice.
Personalmente sono molto curiosa di leggere di Raine e poi di Noah.




Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!