lunedì 3 giugno 2013

Recensione: Sogni sull'acqua di Lisa Kleypas

Trama: Alex, disincantato, non crede più a nulla.
Zoë, sognatrice e forse ingenua. Non potrebbero essere più diversi. Ma gli opposti, si sa, si attraggono... Alex Nolan vive a Friday Harbor. Cinico e disilluso, combatte i demoni che affollano la sua mente grazie all'aiuto di una bottiglia di whisky  Vive in un inferno privato che ogni giorno, rende più arido e solitario attorno a sé. Fino al giorno in cui una creatura vi accede, ma dev'essere un fantasma perché solo Alex riesce a vederla. Forse ha davvero attraversato in maniera definitiva la sottile linea che separa la sanità dalla follia.
Zoë Hoffman è un'inguaribile romantica e quando incontra Alex, che le mostra il proprio lato più intrigante, il suo istinto le urla: scappa! Persino Alex la invita a fuggire da lui. Ma nella mente di Zoë si fa strada un'idea, bizzarra e sempre più insistente: che forse un antico fantasma possa ridare nuova speranza a un cuore spezzato. E che l'amore possa superare ogni barriera di tempo, spazio, e perfino buon senso...

La mia opinione:

Sono rimasta a guardare lo schermo bianco del pc parecchio tempo ripensando alle pagine che avevo appena finito di leggere, al tumulto di emozioni che questo libro ha scatenato dentro di me e cercando di rendere in parole quello che ho provato.... ma davvero non so se avrò la capacità di rendere giustizia al piccolo capolavoro che è "Sogni sull'acqua" di Lisa Kleyaps.... Probabilmente l'unica cosa da fare è andare per gradi.
Al momento sono usciti 3 libri della serie Friday Harboril primo "Come finiscono le favole" è una piccola fiaba molto dolce e mi era piaciuto mentre il secondo "Una piccola magia" pur essendo carino non mi aveva entusiasmato tanto, così quando è uscito il terzo è rimasto un po’ ad aspettare in libreria.
Quando ho iniziato a leggerlo, ho subito rimpianto di non averlo fatto prima.
Fin da subito sono stata catapultata in un magico mondo fatto di sentimenti ampliati all'ennesima potenza.... raramente mi è capitato di provare così tante diverse emozioni in un unico libro.

Il libro è ambientato in contemporanea con il secondo e spesso riviviamo gli stessi avvenimenti del secondo dal punto di vista marginale di Alex.

I personaggi sono descritti con una maestria davvero unica.
Zoë è una donna bellissima fuori, quanto meravigliosa dentro. Nonostante quando era molto piccola abbia subito l'abbandono della madre prima e del padre dopoè cresciuta circondata dall'amore della nonna (a cui era stata affidata dal padre prima di partire) che le ha insegnato tutti i segreti della cucina tanto da farla diventare, una volta cresciuta, la sua professione..... anzi a dire il vero è una vera e propria magiaperchè i piatti di Zoë sono speciali e riescono a far gioire le persone che li mangiano.

Alex dal canto suo è quanto di più diverso da Zoë si possa trovare.... tanto lei è gentile e solare quanto lui è ombroso e scostante.
Ferito dal comportamento dei genitori quando era piccolo, è convinto che nella vita ci sia solo dolore e che l'amore sia solo una favoletta che si racconta ai bambini. Proprio per questo si è sposato con una donna che non amava, ovviamente un matrimonio basato su questi criteri è destinato a non durare e infatti Alex rimane solo, senza soldi e senza prospettive per il futuro… ma tutto questo sta per cambiare, infatti durante la ristrutturazione della casa di suo fratello Sam compare.... un fantasma!

Questo incontro sconvolgerà tutta la sua vita soprattutto perchè vivere a stretto contatto con un fantasma in qualche modo coinvolto con la nonna di Zoë (trasferitasi nel frattempo con la nipote su un’isola) non è cosa semplice, perchè Alex sta cercando in tutti i modi di non farsi coinvolgere da Zoë. E tra il cercare di aiutare il fantasma e cercare di non innamorarsi di Zoë, la vita di Alex prende una piega che neanche lui poteva immaginarsi.....

In questo libro i sentimenti in tutte le forme la fanno da padronac'è il dolore che provano sia Alex che Zoë per un passato che hanno dovuto subire senza poterci fare nulla e che li ha fatti diventare quello che sono, ma più di tutto c'è l'amore. C'è l'amore perduto ma mai dimenticato che Tom, il nostro fantasma, prova per una donna di cui non ricorda il nome, ma che lui sa di dover trovare, per dare un senso a tutto quanto, c’è l'amore filiale che Zoë prova per sua nonna, che è stata l'unica madre che lei abbia mai conosciuto e poi c'è l'amore che poco alla volta sta nascendo tra Alex e Zoë, un amore che alla fine sarà qualcosa di veramente unico e meraviglioso....

Mentre leggevo mi sono ritrovata a ridere per le battute tra Alex e Tom (che essendo un fantasma che solo Alex può vedere, rispondere a Tom rende le cose parecchio problematiche :D) e tra Zoë e Justine (la cugina di Zoë e protagonista del prossimo libro della serie). Oppure a piangere come una fontana in alcune scene particolarmente toccanti che mi hanno riportato alla mente tanti ricordi.... e piangere in quel modo leggendo un libro per me è assolutamente una novità.
Una scena in particolare mi ha fatto realmente emozionare come mai mi era successo, perchè ho sempre pensato che il giorno in cui mio padre è mancato, mia madre era lì a prenderlo per mano per passare finalmente l'eternità insiemeesattamente come succede in questo libro e vederlo scritto in quel contesto è stato qualcosa di unico e meraviglioso. Sono convinta che l'amore vero dura per sempre anche dopo la morte e lo so che può sembrare una frase fatta ma per me è assolutamente vero.....


La Kleypas questa volta ha superato se stessa e come penso sia chiaro da quello scritto sopra, questo libro mi è piaciuto moltissimo e va di diritto tra i più belli che io abbia mai letto, uno di quelli che non possono assolutamente mancare in nessuna libreria, perchè resta indelebile nel cuore e racchiude tutti quei sentimenti che dovrebbero essere al centro di ogni vero romance....




10 commenti:

  1. Bellissima recensione,mi ritrovo in tutto ciò che hai scritto,leggendo qs libro ho vissuto le stesse emozioni,c'è chi invece l'ha criticato molto,io trovo che se da un romanzo ti arrivano emozioni dritte al cuore, vuol dire che ha fatto "centro"!Carolina

    RispondiElimina
  2. Devo dire che dopo questi due commenti non si può non leggere il libro. Ciao Elena;)

    RispondiElimina
  3. mea culpa, mai letto nulla di questa brava autrice!!
    devo rifarmi ^_^
    ho letto pareri diversi su questo libro, mi sa che devo farmi la mia personalissima idea!! :=)

    RispondiElimina
  4. Angela!!!! Devi assolutamente recuperare tutti i libri di Lisa Kleypas! Soprattutto gli storici, sono bellissimi! Inizia con Sognando te. Poi facci sapere!

    E Nuvolina... non ci posso credere!!! 5 stelline ad un libro? *___* Nevicheràa breve!!!! XD

    Comunque concordo, bellissimo libro, il migliore di questa serie per adesso.

    RispondiElimina
  5. Bella recensione Nuvolina mi hai fatto commuovere ....non vedo l'ora di leggerlo

    RispondiElimina
  6. Nuvolina, stai a vedere che mi fai cominciare a leggere la Kleypas!
    Bellissima recensione!

    RispondiElimina
  7. bella recensione anche a me ha fatto lo stesso effetto!

    RispondiElimina
  8. Bella recensione Nuvolina e concordo su tutto! Ma io sono di parte con la Kleypas...

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia di recensione!! Concordo su tutto! Un libro bellissimo

    RispondiElimina
  10. Bellissima recensione e concordo con tutto quello che hai detto anche a me è piaciuto molto il libro e adoro la Kleypas.

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!