mercoledì 20 novembre 2013

Recensione: "Immortal rules" di Julie Kagawa

"Immortal rules" di Julie Kagawa
1° libro Blood of Even series

Trama:
In un mondo postapocalittico governato dai vampiri, gli umani sopravvissuti all’epidemia del Polmone Rosso hanno il destino segnato: arrendersi ai dominatori ed essere schedati e allevati in cambio del proprio sangue. Decidere di non sottoporsi alla registrazione significa mendicare ai margini della società, cercando di sfuggire ai continui attacchi di mutanti famelici originati dagli esperimenti per debellare il virus. È questa la realtà in cui Allison Sekemoto lotta per la sopravvivenza come una Non Registrata: i vampiri le hanno portato via la famiglia e tutti i suoi sogni e darebbe qualsiasi cosa per poterli sconfiggere. Ma il giorno in cui tocca a lei essere in pericolo di vita, è proprio un vampiro a darle una possibilità di scelta: morire come un’umana o diventare ciò che più odia per l’eternità. Allie sceglie di trasformarsi e non sarà facile difendere quel poco di umanità che le è rimasto. Soprattutto quando incontrerà qualcuno capace di vedere oltre il mostro che è diventata…


La mia opinione:

Uno scenario postapocalittico alla The Walking Dead, in cui sono gli zombie a farla da padroni ( in questo caso vengono chiamati idrofobi, ma la sostanza non cambia), è un ambientazione a cui siamo ormai abituati: basti pensare ai molti libri sul genere, così come i film ed i telefilm con lo stesso tipo di ambientazione (28 giorni dopo, l'alba dei morti viventi e World War Z, solo per citarne alcuni).
Ma cosa accadrebbe se aggiungessimo anche i vampiri all'equazione?
Nasce così il mondo di Immortal rules, primo romanzo della serie Blood of Eden della giovanissima Julie Kagawa. 

Innovativo ed originale, il mondo dipinto dall'autrice coinvolge il lettore sino all'ultima pagina.
Julie Kagawa riesce a reinventare la figura ormai trita e ritrita del vampiro in modo nuovo ed intelligente, dipingendo i suoi personaggi con sfumature inaspettate e complesse, al quale il lettore non è abituato. I vampiri non sono creature buone. Non sono esseri umani, ma entità prive di sensibilità e di animo compassionevole, situate ai vertici della nuova società e padrone del destino dell'intera popolazione di Nuova Covington, la città in cui vive la nostra protagonista, Allison Sekemoto.




Allie odia con tutta sè stessa i vampiri, ma di fronte alla morte, si troverà a dover compiere una scelta ... morire ed abbracciare l'oscurità, o diventare uno di quei mostri che tanto odia? L'eternità come un demone bevitore di sangue è forse meno terrificante dell'oblio...
La nuova esistenza di Allie la spingerà oltre quei limiti che da umana non avrebbe mai osato superare e la porterà a nuove incontri, a nuove esperienze, che faranno di lei una persona completamente diversa. Tra gli insegnamenti di Kanin, il suo creatore, ed un gruppo di profughi nel quale si imbatterà nel suo peregrinare, Allie dovrà venire a patti non solo con la sua coscienza umana, ma anche con la sua natura di vampiro.

"All'inizio è sempre così" la voce di Kanin mi riecheggiò nella mente "I vampiri hanno intenzioni nobili e un codice di comportamento. Giurano di non fare del male agli umani, di prendersi solo ciò di cui hanno bisogno e di non dargli la caccia durante la notte come fossero pecore. Ma diventa sempre più difficile rimanere al loro livello e restare aggrappati alla propria umanità, quando li si considera solo del cibo". 

C'è spazio anche per un po di romanticismo nella storia di Allie, e devo dire di aver apprezzato, finalmente, di non aver trovato traccia di un triangolo amoroso tra le pagine di Immortal rules.
Allison  Sekemoto è una protagonista che difficilmente non riuscirà a far breccia nel vostro cuore se avete apprezzato libri come Hunger Games o Divergent.

Dunque, a chi consiglio questo libro? Agli amanti dello young adult, urban fantasy distopico e ai cultori di telefilm come TWD. Immortal rules vi incarterà.





3 commenti:

  1. Sarà presto mio! bellissima recensione, complimenti.

    RispondiElimina
  2. finito di leggere ieri sera. mi è piaciuto anche se non fa parte delle mie letture preferite. è un mondo un po' troppo angosciante per i miei gusti... lettura apprezzata in ogni caso :)

    RispondiElimina
  3. Io lo sto leggendo in questi giorni!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!