sabato 8 febbraio 2014

Consigli sui romance... in edicola!

Nel mese di Gennaio la collana Oro Mondadori, ripropone Mary Balogh con La dama col mantello. Questo è un altro di quelle letture carine e scorrevoli che però a ben guardare hanno una trama praticamente inesistente, in questo molto simile a Cuori rubati della stessa autrice. Buona crescita dei personaggi scrittura scorrevole e poco altro, nonostante questo si legge con molto piacere e piacerà alle amanti dell’autrice. Il secondo titolo Mia dolce sognatrice di Candice Hern, propone una fuga d’amore in cui i protagonisti sono gli inseguitori, battute argute e divertenti e un titolo ben poco adatto. Infatti la protagonista femminile e posata e non crede nell’amore e nei sogni, il romantico è il nostro protagonista davvero originale. Personalmente non mi ha fatto impazzire, ma è un buon titolo.
Per la prima volta i Romanzi passione diventano bimestrali e i titoli sono tre. Maschera d’amore di Elizabeth Hoyt ci riporta nei vicoli di St. Giles in compagnia dell’Arlecchino, che questa volta oltre a dover sfuggire alle autorità, deve tentare di salvarsi la vita da…sua moglie. Chi segue questa serie, ormai sa, che la figura dell’arlecchino nasconde più di un segreto e più di un identità, questo per me è uno dei capitoli meglio riusciti di una serie che si mantiene sempre su un buon livello, e perciò assolutamente consigliata. (Anche se è indiscutibile che sarebbe meglio seguirla dal primo capitolo). Il secondo titolo Il duca indiscreto di Adele Ashworth, ci presenta una protagonista disposta a tutto pur di vivere la propria passione, due identità per una stessa donna e un uomo che pur amandola, non riesce a capirla nella sua interezza di donna. Uno spaccato su quello che doveva provare una donna di talento, in una società che non le riconosce il diritto di essere se stessa, discreto (effettivamente ci sono cose molto difficili da credere come il riuscire a celare la vera identità) ma tutto sommato si legge con piacere, e pur facendo parte di una trilogia è assolutamente auto conclusivo. Il terzo titolo,  Cuore prigioniero di Christina Dodd, parte in modo davvero travolgente e le prime pagine sono davvero ben scritte a angoscianti. La storia è piena di ritmo, colpi di scena, i protagonisti sono affascinanti e ben descritti. Il modo in cui Victoria si comporta durante la prigionia è davvero originale e ci sono momenti molto divertenti e altri tragici che rendono il libro davvero interessante. Forse l’unico momento in cui il libro perde un po’ è la fine molto da favola. Nonostante questo è un finale di serie molto bello e sicuramente consigliato, questo pur facendo parte della serie scuola di governanti (l’ultimo episodio) come tutti gli altri capitoli può essere letto in maniera autonoma in quanto ogni libro è comunque una storia a se.
Nei classic abbiamo Tessa Dare con Dolce rifugio, ora questo non è un libro che mi sia piaciuto particolarmente, ma sono rimasta molto colpita dalla storia. Cosa poteva succedere a una ragazza che non si conformava allo standard dell’epoca? Alle volte tutori e genitori si convincevano che le ragazze fossero malate o soffrissero di nervi e allora le cure erano perlomeno deprecabili. Una storia diversa che mi ha fatto riflettere anche se non rientra tra le mie preferite. Consigliata se volete leggere qualcosa di diverso. Il signore delle tempeste di Amanda Scott è uno di quei romance che personalmente una volta finito, dimentico in fretta. Un romanzo pieno di personaggi e nozioni storiche, che a volte soffocano la storia e i protagonisti, che appaiono sempre sottotono rispetto al tesoro dei templari che custodiscono e che perciò difficilmente riescono ad affascinare il lettore. Così come è stato difficile per me, pur avendo letto l’intera serie ricordarmi di Sidony personaggio davvero trasparente (chi ha letto il libro capirà perché). In ogni caso, questa serie pur avendo un ambientazione la Scozia che io amo molto, ha alternato capitoli carini ad altri assolutamente deludenti, peccato perché le potenzialità c’erano davvero. Consigliato solo a chi ha letto tutta la serie e ne vuole seguire il finale. Sole nella brughiera di Linda Kent è per me il più bello del mese. Non è il solito romance, qui anche se presenti, i nobili sono personaggi secondari, i due protagonisti pur frequentandoli sono un dottore, personaggio maschile davvero bello, e Susan la donna che gli fa da infermiera. Susan ha un passato davvero difficile alle spalle, un eroina insolita e forte, che nella vita ha vissuto esperienze terribili, riuscendo a ricostruirsi una vita. Il loro è un amore cresciuto nel corso del tempo e i due dovranno penare per poterlo vivere. Anche i personaggi secondari sono bellissimi, la storia è intensa e interessante, e la scrittura di questa autrice davvero avvincente, vi consiglio davvero anche di recuperare il prequel, dal titolo Il Profumo delle rose selvatiche in cui troverete la storia di Anne e che è possibile trovare in ebook.
Ricordo che durante le feste solo in ebook è uscito Natale a Virgin River di Robyn Carr, anche se viene spacciato per un prequel della serie è in realtà una storia breve molto carina che si colloca prima del libro Un’eredità a Virgin River. Se ricordate il protagonista Clay Tahoma comincia a lavorare per Nate Jensen e la sua fidanzata Annie di cui non si sapeva nulla; questa è la loro storia. Personalmente l’ho trovata molto piacevole e dato il costo davvero esiguo ve la consiglio davvero (Su vari store Euro 1.49)

Nei romanzi Storici Special due bei titoli. Lettere scarlatte di Nicola Cornick ha una trama ben costruita anche se non molto originale. Bei protagonisti in una lettura piacevole per un autrice che amo molto. Primo capitolo della serie Le spose scozzesi. Gran parte della trama si basa sulla psicologia della protagonista e sul dramma che ha vissuto in giovane età, molto ben descritto il rapporto fra i due protagonisti, per tutte le amanti della scrittrice e per chi ama le belle storie d’amore. Nel secondo troviamo Julia London con Gioielli e misteri, comincia una serie che si presenta davvero intrigante e che io vi consiglio davvero. Una trama molto articolata, che parte da un ingiusta accusa rivolta a un uomo innocente e che anni dopo diventa il perno di una ricerca del bottino. Di una vendetta da parte di un uomo, ora diventato potente verso chi ha condannato un innocente anche se in buona fede e allora molto giovane. Anche se non simile, la trama mi ha riportato alla mente Il conte di Montecristo, libro che io ho davvero adorato. Aspetto davvero con ansia di mettere le mani sul secondo capitolo di questa serie e vedere dove porterà il desiderio di vendetta, dopo la rivelazione finale fatta in chiusura del libro.
Nei romanzi Passione Harmony , abbiamo la fine della trilogia sui fratelli Harrison che mi è molto piaciuta. Una carezza, un brivido di Karen Rainey ci racconta la storia del gemello Dean e della sorella, comparsa improvvisamente di Gracie di cui lei aveva sempre ignorato l’esistenza. Hot con qualche spruzzata di romantic suspense, ho amato molto i suoi protagonisti  e anche questo ultimo capitolo non mi ha delusa. Vi consiglio comunque di tentare di leggere tutti i tre libri in quanto ci sono molti riferimenti ai libri precedenti. Nel secondo libro in edicola questo mese una trilogia di Logan Belle sul mondo del Burlesque Piume Blu, protagonista Mallory che da promettente avvocato finirà per diventare ballerina di Burlesque, ho avuto modo di leggere questa trilogia che è uscita tempo fa nella grande distribuzione. Per quanto sia scritta bene, non mi ha entusiasmata, si parla di menage fra un uomo e due donne, e ci sono anche accenni di amore saffico, il tutto mentre il lettore viene portato nel mondo patinato e pieno di piume e lustrini di questa forma di spettacolo molto particolare, ma è la storia d’amore che non mi ha preso.
A fine mese sono usciti i Bluenocturne , assolutamente da leggere la storia di Kane in Demon’s destiny per le appassionate di Gena Showalter, una serie che non ha bisogno di presentazione. Nuova serie invece per Heather Graham con Il seme del male, come sempre il primo capitolo di una storia ha la tendenza ad essere più lenta all’inizio perché l’autrice, deve presentare al lettore i suoi personaggi, una squadra con dei talenti molto particolari. Inizialmente il lettore non ha un idea ben precisa, perché i personaggi sono restii a essere sinceri gli uni con gli altri, ma quando pian piano i segreti di ognuno vengono a galla la lettura diventa più scorrevole e interessante. Questa serie è composta da libri autoconclusivi, in cui a ogni capitolo assisteremo a storie in cui mistero e delitto si intrecciano e ogni componente di questo team troverà l’amore. Potrebbe non piacere a tutti ma datele una possibilità perché è insolita e originale. Per quanto mi riguarda è molto promettente.
Consigli a cura di
-Lucia63-



Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!