lunedì 26 maggio 2014

Recensione: Il doppio volto dell'amore di Lora Leigh

Trama:
Catturato dai narcotrafficanti, drogato e torturato per diciotto mesi, il Navy Seal Nathan Malone viene finalmente ritrovato e riportato a casa. Ma le sue condizioni psichiche e fisiche sono tali che si rifiuta di far sapere alla moglie Sabella di essere vivo. Dopo cure, riabilitazioni e interventi chirurgici, Nathan assume una nuova identità: Noah Blake, membro di un team di combattenti letali. Qualche anno dopo, Sabella, che ancora piange la sua morte, si ritrova nel mirino di una banda di fanatici razzisti e Noah interviene per proteggerla. Riuscirà a tenere nascosto il proprio segreto quando il desiderio e la passione, risvegliati dal legame profondo che li univa, minacciano di consumarli?

La mia opinione:

In effetti prima di leggere questo libro bisognerebbe avere letto i precedenti facenti parte dei Tempting Seals o almeno l’ultimo, “Intenzioni pericolose”, dove ci veniva introdotto il protagonista di questo capitolo.
Come dicevo in “Intenzioni pericolose” assistevamo al salvataggio di Nathan Malone, Navy Seal dato per disperso e morto, poi liberato dai suoi compagni
Nathan viene portato in salvo piu’ morto che vivo, con il corpo pieno di fratture e cicatrici e in preda ad allucinazioni tremende date da una potente droga afrodisiaca che dei narcotrafficanti sperimentavano su di lui. Dunque in questo libro ritroviamo Nathan dichiarato morto e quindi “rinato” con il nome di Noah Blake, vediamo il suo percorso di guarigione e ripresa nel corpo e nello spirito durante un lasso di tempo di sei anni. In tutti questi anni Noah ha subito numerose operazioni di ricostruzione facciale e corporea ed è praticamente diventato un altro uomo nel corpo e soprattutto nel carattere.
Nel libro precedente ricordiamo Noah profondamente innamorato della moglie Sabella, capace di non tradirla nonostante gli venisse somministrata una droga sessuale potentissima e venisse anche tentato con delle fanciulle usate come esca.
Ora Noah è diventato una specie di macchina da guerra, è entrato in un agenzia para-governativa ed è talmente freddo, spietato e incurante della morte da essersi meritato l’appellativo di Wild card… almeno fino al giorno in cui il suo comandante gli dice che a causa di un gruppo di fanatici razzisti, la sua ormai ex moglie si trova in pericolo.
E qui il nostro prode Noah tutto acciaio e determinazione, scusatemi l’aggettivo poco comune, “sbarella” e si lancia in soccorso di quella moglie a cui non ha voluto dire che era ancora vivo per non farla soffrire e che ama sempre perdutamente.
L’autrice in questo libro è bravissima nel delineare i personaggi e i loro stati d’animo, specie per quanto riguarda Noah che si trova a dover combattere per fare innamorare di nuovo di sè sua moglie ma allo stesso tempo geloso di se stesso, visto che Sabella è ancora innamorata e fedele a suo marito scomparso.

Mi fermo qui per non togliervi il piacere di leggere per conto vostro questo bellissimo libro, due personaggi meravigliosi , soprattutto Sabella eroina forte, coraggiosa e determinata

LaraG

1 commento:

  1. Davvero un gran bel libro! un erotico di estrema classe, a volte la Leigh mi conquista completamente!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!