martedì 24 giugno 2014

Recensione "Lady Cupido" di Susan Elizabeth Phillips

Lady Cupido 
di Susan Elizabeth Phillips 
(Chicago Stars #6)

La Trama
Annabelle ha perso il lavoro, ha rotto col fidanzato e anche i suoi capelli sono fuori controllo. Perdente in una famiglia di vincenti, questa volta ha l'occasione di rifarsi: ha appena ereditato l'agenzia matrimoniale di sua nonna e ha la fortuna di avere come cliente un vero e proprio scapolo d'oro. L'agente delle star sportive, il ricchissimo, fascinoso e arrogante Heath Champion, non a caso soprannominato Python. Lui desidera solo il coronamento di una vita di successi, e cioè una moglie perfetta.Ma l'impresa sembra impossibile, così impossibile da far sospettare che il rapporto di Annabelle col cliente stia diventando un po' troppo stretto... Fino a quando Heath non incontrerà la donna dei suoi sogni: un successo professionale per Annabelle, ma cosa ne dirà il suo cuore?Dalla regina della commedia romantica, un nuovo brillante e irresistibile capitolo della serie Chicago Stars.



La mia opinione


Con “Lady Cupido” sono ormai arrivata al penultimo romanzo della serie Chicago Stars, e devo dire che mi dispiace essere arrivata quasi alla fine. 
Le storie romantiche di questa autrice sono sempre diverse l’una dall’altra e non stancano mai. Tra le scrittrici di romance contemporaneo è  sicuramente una delle mie preferite. C’è stato qualche romanzo un po’ sotto tono rispetto agli altri, ma questo è uno di quelli che ho preferito. 
Heath Champion, soprannominato il Pitone, è l'agente sportivo più conosciuto e calcolatore che ci sia in circolazione. Concentrato solo sul lavoro e perennemente incollato al suo cellulare, non è interessato ad innamorarsi, ma visto che per lui è giunta l’ora di sposarsi, decide di affidare il duro compito di ricerca della moglie perfetta a ben due agenzie di incontri. Una molto nota e l’altra quasi sconosciuta. 
Annabelle Granger ha ereditato la piccola agenzia matrimoniale dalla nonna ed è decisa a portarla avanti e risollevarla. Per questo motivo vuole a tutti i costi ottenere l’incarico da parte di Heath Champion. Se Heath decide di affidare l’incarico anche alla piccola agenzia di Annabelle è solo perché la ragazza potrebbe rivelarsi un aggancio per sistemare i suoi rapporti con Phoebe Somerville, con la quale aveva avuto un diverbio tempo addietro. Annabelle è una ragazza incasinata e un po’sfortunata che deve fare i conti con le pressioni di una famiglia perfetta, della quale si sente una specie di pecora nera. Nonostante Annabelle sia l'esatto opposto di quello che Heath cerca in una donna, il tempo che i due passano insieme li porta a stringere un legame di amicizia che si trasforma un po’ per volta in attrazione e qualcosa di più profondo. Come è già capitato nei precedenti romanzi, la Phillips trova spazio anche per una storia parallela, che in questo caso vede come protagonisti Portia (la proprietaria dell’agenzia di incontri concorrente di Annabelle) e Bodie (l’amico di Heath), due personaggi interessanti. 
Nel romanzo fanno la loro comparsa anche altri personaggi che abbiamo conosciuto in precedenza. E non si può che adorare la piccola Pippi Tucker! Un tesoro! 
Anche questa volta la Phillips ha fatto centro con una storia romantica, piccante (ma mai volgare) con una buona dose di scene ironiche e spassose.
Se amate il romance contemporaneo e i personaggi legati al mondo dello sport, assolutamente da non perdere!

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!