lunedì 7 luglio 2014

Recensione "Promettimi che mi amerai" di Monica Murphy

Promettimi che mi amerai 
di Monica Murphy
(One Week Girlfriend #3)

La Trama
Colin e Jen sono amici fin dall’infanzia, ma nessuno dei due ha mai avuto il coraggio di ammettere i propri sentimenti: tra loro c’è un legame fortissimo. E un’attrazione esplosiva, irrefrenabile. Troppo intensa per continuare a far finta di nulla, soprattutto adesso che lavorano insieme e sono coinquilini. E così un giorno Jen decide di dare una svolta alla sua vita: è arrivato il momento di andare avanti da sola e non fare più affidamento sul ragazzo che l’ha sempre protetta come un fratello maggiore… Il ragazzo di cui è sempre stata innamorata ma che non potrà mai avere. Colin prova a convincerla a restare, ma Jen è irremovibile: ci sono cose del suo passato che non gli ha mai confessato, ed è troppo tardi per tornare indietro…

La mia opinione

Questo terzo romanzo della serie romance new adult One Week Girlfriend vede come protagonisti due personaggi che abbiamo conosciuto nel romanzo precedente: Colin e Jen, rispettivamente il capo e la collega di Fable. I due si conoscono sin da quando erano piccoli, poiché il ragazzo era il migliore amico del fratello di Jen, morto in una missione in Iraq. 
Dopo questa terribile perdita, Jen, che ha lasciato la propria famiglia, non riuscendo più a sopportare la situazione che si era creata e quello che era successo in quel periodo, per andare avanti ha dovuto abbassarsi a fare qualcosa da cui vorrebbe scappare e lasciare per sempre alle proprie spalle. 
Colin è perseguitato dagli incubi e dal senso di colpa nei confronti dell’amico scomparso, è molto protettivo nei confronti di Jen, e in più di un’occasione l’ha “salvata” dai guai. 
I due ragazzi sono coinquilini, ma hanno sempre mantenuto le distanze nonostante l’attrazione che provano. Capiamo immediatamente come entrambi siano presi l’uno dall’altra grazie ai capitoli alternati dal punto di vista di entrambi, ma questo comporta anche che dobbiamo subire una serie di “seghe mentali” che i due si fanno inutilmente, ignorando ciò che invece è evidente. 
Quello che manca tra i due è la comunicazione e la chiarezza. Le loro continue insicurezze fanno sembrare la storia piatta e ripetitiva rispetto ai romanzi precedenti. 
Questo non significa che la lettura sia lenta, al contrario, si legge molto in fretta, ma non convince fino in fondo. Essendo Colin e Jen più maturi rispetto a Drew e Fable, anche la loro relazione è un po’ più piccante. Le scene hot presenti sono diverse ma non volgari. 
Sicuramente mi aspettavo qualcosa di più visto quanto mi avevano appassionato i due romanzi precedenti di Monica Murphy.




Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!