giovedì 18 settembre 2014

New Adult Corner - L'Angolo degli inediti: Rival di Penelope Douglas

Buongiorno ragazze,
oggi vorrei dedicare la rubrica ad un libro per cui ho passato praticamente la notte in bianco pur di finire. Non che sia una novità, ma questo è il seguito di un libro molto discusso in questo periodo, Mai per amore di Penelope Douglas. Metto già le mani avanti dicendo che non parlerò di Until You, il libro dal POV di Jared, non perchè non mi sia piaciuto, ma perchè l'ho letto troppo tempo fa e non sarei sinceramente capace di darvi un mio parere onesto. In ogni caso, il romanzo di cui vorrei parlarvi io è Rival, sempre di Penelope Douglas, quello dedicato a Maddoc, il migliore amico di Jared, e a Fallon.

"A volte mi chiedo se gli angeli parlano per farmi comportare bene o per invogliare il diavolo a venir fuori a giocare."


"Ma quello era due anni fa. Non era più sexy per me. Ora era letale."

TRAMA:
Madoc e Fallon. Due adolescenti estraniati che si divertono a spingere il confine tra amore e guerra...
Lei è tornata.
Per i due anni in cui era stata in collegio, non si era fatta sentire. Quando vivevamo nella stessa casa, era solita zittirmi durante il giorno e poi lasciare aperta la sua porta per me durante la notte.
Allora ero stupido, ma ora sono pronto a batterla al suo stesso gioco...
Sono tornata.
Due anni e posso dire che mi vuole ancora, anche se si comporta come se fosse meglio di me.
Ma non mi lascerò spaventare. O spingere via. Chiamo il suo gioco e reagisco. È quello che vuole, giusto? Fino a quando terrò la mia guardia alzata, non saprà mai quanto mi faccia effetto...

"Madoc era sempre calmo, dopo tutto. Così calmo anche mentre crescevamo. Non urlava o mostrava la sua rabbia fino a quando non ne aveva avuto abbastanza. E non sapevi mai esattamente quando sarebbe successo. Quella era la sua parte più spaventosa."



"Mi hai sempre voluto. E sai perchè? Perchè non provo a uccidere i tuoi demoni. Io corro con loro."

Questo libro parte con un prologo ambientato due anni prima, dove ci presentano Maddoc e Fallon. La madre di lei si è sposata con il padre di lui ed i due non riescono proprio a sopportarsi. Quando inizia il primo capitolo, capiamo che due anni prima, ovviamente dopo il prologo, è successo qualcosa tra i due, ma non si sa bene cosa, ciò che si capisce però è che i due hanno versioni diverse della stessa storia. In verità, io ho capito subito quello che è successo, probabilmente lo capirete subito anche voi quando avrete in mano il libro, perchè era l'unica spiegazione per un comportamento del genere da parte di Fallon. Vi giuro che non vivo per l'essere criptica, anzi, ma non voglio svelarvi troppo perchè non vorrei rovinarvi la sorpresa.
Il loro è un continuo tira e molla. Al contrario di Mai Per Amore, la storia in questo libro è raccontata con entrambi i POV di vista, quindi sappiamo subito i pensieri dell'uno e dell'altro e, soprattutto, cosa trattiene l'uno e cosa trattiene l'altro. La cosa a volte fa girare un po' i nervi perchè basterebbe che si parlassero, senza urlarsi addosso a vicenda, e risolverebbero un sacco di problemi. Ma il libro sarebbe più corto, quindi immagino sia giusto così.
Le cose che passano Maddoc e Fallon in due anni, spero di non doverle mai passare in tutta la mia vita. Non so se avete presente, ma in una delle rubriche precedenti, avevo detto che odiavo come fossero andate le cose nel passato, ma allo stesso tempo dovevano andare così perchè sennò non sarebbe andata a finire nel modo in cui dovevano andare a finire nel presente (il libro in questione è Until Lilly). In questo caso invece odio come siano andate le cose nel passato e non sopporto ancora di più il fatto che se fossero andate in un altro modo, la conclusione nel presente sarebbe stata esattamente la stessa, anzi, sarebbe stata forse migliore? Beh, di sicuro sarebbe stato un tipo diverso di felicità.
In ogni caso, in questo libro, appaiono più volte sia Tate che Jared, in tutto il loro splendore, ed anche Jax e KC. A proposito di loro, il prossimo libro è dedicato tutto a questa coppia e personalmente non vedo l'ora di poter leggere di loro.

"Ma rompersi era bellissimo. Faceva male, ed era una risalita difficile verso la sanità, ma tornavi più forte, più agguerrita, e più solida di quanto tu non fossi mai stata. Tate c'era ovviamente passata, ed anch'io, ed eventualmente anche KC, pensai."

Non sono del tutto sicura si capisca da quello che ho scritto, ma ho amato da impazzire questo libro, nonostante tutto, nonostante tutti i tira e molla e nonostante il casino successo due anni prima che probabilmente non si poteva evitare. Mi piace molto come scrive questa autrice, anche se devo ammettere di aver letto solo questa sua serie. Comunque, se dovessi dare un voto a questo libro, gli darei cinque bellissime e combattute stelle.



4 commenti:

  1. mi hai fatto venire la curiosità..sono indecisa se leggerlo in lingua o aspettare l'uscita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ne hai la possibilità, visto che qui non è ancora prevista una data italiana, ti consiglierei di leggerlo in lingua..! :)

      Elimina
  2. Ma finisce bene?'v

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!