giovedì 13 novembre 2014

L'Angolo degli Inediti: Red Hill di Jamie McGuire.

Buongiorno a tutti,
oggi vorrei parlarvi di un libro che non rientra nel genere New Adult, ma viene considerato Horror. Più precisamente parla di Zombie. Il romanzo in questione è Red Hill di Jamie McGuire.

“Facciamo tutti finta che le cose miglioreranno, ma la verità non detta è sempre più forte delle storie che raccontiamo.”


“Tutti sembravano soffocare. Stavamo sopravvivendo, ma ogni giorno che passava ci sentivamo meno vivi.”

TRAMA:
Quando il mondo finisce, l'amore riuscirà a sopravvivere?
Per Scarlet, crescere le sue due figlie da sola rende combattere per un domani una battaglia quotidiana. Nathan ha una moglie, ma non si ricorda che cosa si provi ad essere innamorati; la sua figlia piccola, Zoe, fa sì che per lui valga la pena tornare a casa. La più grande preoccupazione di Miranda è che il suo nuovo Maggiolino sia abbastanza grande da trasportare sua sorella e i loro fidanzati per un week end di fuga dagli esami finali dell'università.
Quando notizie di un diffuso “focolaio” mortale iniziano ad apparire, queste persone ordinarie si trovano ad affrontare circostanze straordinarie e all'improvviso i loro destini sono intrecciati. Riconoscendo che non possono scappare dal pericolo, Scarlet, Nathan e Miranda cercano disperatamente un rifugio nello stesso ranch appartato, Red Hill. Le emozioni scorrono forti quando vecchie e nuove relazioni sono messe alla prova di fronte ad un terrificante nemico—un nemico che non ricorda più che cosa significhi essere umano.
Sullo sfondo di un mondo apocalittico realizzato con maestria, l'amore trova in qualche modo un modo per sopravvivere. Ma cosa succede quando le persone per cui moriresti diventano quelle che potrebbero distruggerti?

“È facile dimenticarsi che le nostre vite prima non fossero un sogno. Questa non è la realtà, come siamo destinati a vivere, o chi siamo.”


“Perché continui a dirlo? Non sono zombie, è ridicolo!” disse lei.
“Epidemia virale. Gli infetti stanno attaccando e mordendo le persone. Stavano parlando di cadaveri questa mattina. Cosa pensi che sia, Ash? Herpes?”

Cosa succede quando si mischiano insieme una delle più reclamate scrittrici di New Adult e The Walking Dead? Un piccolo capolavoro se chiedete a me.
Naturalmente, non dovete aspettarvi una cosa simile ad Uno Splendido Disastro, questo romanzo, infatti, non potrebbe essere più diverso. La narrazione segue le vicende dal punto di vista di tre personaggi principali, Scarlet, Nathan e Miranda.
Scarlet è una madre single, che lavora come radiologa all'ospedale e per arrotondare pulisce il ranch del suo capo. Il giorno in cui il mondo finisce, le sue figlie sarebbero dovute andare dal padre per il fine settimana, ma lei non ha modo di sapere se l'hanno raggiunto o no. La mattina all'ospedale inizia normalmente, ma in poco tempo si propaga il caos. L'unica cosa che Scarlet vuole fare è raggiungere le sue bambine, ma sembra che le circostanze siano contro di lei.
Nathan, appena sente la notizia dell'epidemia, corre a prendere sua figlia all'asilo e va a casa per dire alla moglie che devono andarsene il prima possibile. Appena arriva, però, scopre che lei se n'è andata, lasciandolo da solo con la bambina di cinque anni da proteggere dall'imminente fine del mondo. Quindi decide di raggiungere suo cognato, Skeeter, e la moglie che amano Zoe più di ogni cosa al mondo. In più, Skeeter è un esperto di armi e va spesso a caccia, quindi Nathan pensa subito a lui per avere un posto sicuro dove poter portare sua figlia. Ma non sempre le cose vanno come si pensa.
Miranda è in viaggio con sua sorella ed i loro fidanzati per andare a trovare il padre, che guarda caso è il capo di Scarlet, quando si ritrovano in mezzo al caos generato dall'epidemia. La loro fortuna è quella di essere in auto quando questo succede e di avere Miranda alla guida. Se ci fosse stata Ashley, la sorella, Cooper o Bryce probabilmente sarebbero morti nelle prime pagine. Invece, riescono con varie peripezie ad arrivare al ranch Red Hill tutti interi e con un nuovo acquisto nella comitiva, il soldato Joey.
Ok, allora vorrei dire che in questo libro, Jamie McGuire fa un baffo a George R.R. Martin. Avevo letto spoiler al riguardo e quindi me lo aspettavo, ma diavolo, quando succede ci si rimane male in ogni caso. Tra parentesi, per determinate morti credo sia stato il Karma ad agire.
Questo romanzo non è una storia d'amore, è un racconto di sopravvivenza, di amicizia, di fiducia, di solitudine e di sofferenza, ed anche un po' di amore, ma non è la parte principale. Ogni personaggio affronta qualcosa di diverso, ognuno con i propri problemi e i propri guai.
Il mio personaggio preferito in assoluto è Skeeter. Adoro il rapporto che ha con la moglie all'inizio del libro ed è terribile vedere quello che gli succede durante il racconto. Peccato che non si parlasse di più di lui, ma spero che la scrittrice prenda in considerazione l'idea di fare un romanzo su di lui. Incrocio le dita.
L'altro personaggio che ho adorato è stato Cooper. Devo dire che all'inizio non mi era piaciuto molto, soprattutto quando erano rinchiusi nella chiesa, ma si è ripreso un sacco nel corso del libro ed è il migliore del gruppetto Maggiolino, cioè Miranda, Ashley, Cooper e Bryce. Naturalmente, anche lui ha un posto riservato nella classifica dei momenti più tristi e strappalacrime del libro.
La cosa che non mi è piaciuta è come si risolve la storia tra Miranda, Bryce e Joey, ma come ho detto prima, secondo me il Karma ci ha messo lo zampino.
Per quanto ammiri la forza di Scarlet, a volte sarebbe veramente da scuotere finché non ragiona e non mi è piaciuto molto il modo in cui ha messo da parte la sua nuova storia con Nathan. Posso capirla, non è facile lasciare andare ed essere felici quando si sa che le persone che ami sono in pericolo, ma maledizione donna, non si può neanche distruggere la vita di quelli che ti stanno intorno.
Nathan è il mio terzo personaggio preferito della serie. Sì, sono tutti maschi, ma se avete occasione di leggere il libro probabilmente la penserete come me. Si ritrova ad essere un padre single lo stesso giorno in cui gli zombie “invadono” il pianeta. Non è già una cosa facile di per sé, figurarsi con un'apocalisse in atto. Lui però svolge egregiamente il suo compito e si vede benissimo che ci tiene molto a sua figlia e che la mette sempre al primo posto.
L'autrice ha scritto anche una novella, Among Monsters, uscita in America il 31 Ottobre 2014, ma non posso dirvi di cosa tratta in quanto sarebbero spoiler belli grossi, visto che riguarda la fine di questo romanzo. A proposito di questo, devo concordare con alcune critiche che ho visto che sono state mosse verso la fine del libro. Non è molto credibile, anzi è quasi impossibile, ma spero che risolva i miei dubbi con questa novella.
In ogni caso, un'altra cosa che ho apprezzato è stata il fatto che l'epidemia zombie viene trattata come un virus creato dall'uomo e non come una cosa soprannaturale.
Nel totale darei cinque stelle a questo libro.

“Non ero sicura di quanto a lungo saremmo riusciti a sopravvivere, ma sapevo che non sarei morta nel primo giorno di una stramaledetta apocalisse zombie.”


Spero di avervi incuriosito ancora una volta con questo romanzo, anche se non è un New Adult, ma dato che Halloween è stato da poco mi sembrava giusto trattare di un libro un po' horror almeno questa volta. Che ne pensate?



3 commenti:

  1. Mi intriga troppo questo libro! :) Ma in Italia è uscito?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, il titolo della rubrica è proprio "l'angolo degli inediti" ;)

      Elimina
  2. Amo gli scenari post apocalittici e amo gli zombie quando sono brutti e cattivi! Questo libro mi ispira tantissimo!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!