mercoledì 28 gennaio 2015

L'angolo degli inediti: "Falling Away" di Penelope Douglas

Buongiorno ragazzi,
oggi vorrei dedicare la rubrica a Falling Away di Penelope Douglas. Il libro della serie Fall Away di cui Mai Per Amore è il primo e Rival (QUI la mia rubrica) il secondo. Io ho molto amato i primi due e quest'ultimo non è stato da meno. Poi insomma, è pur sempre di Jax che stiamo parlando. Buon sangue non mente.

“Sempre e solo tu.”



“Mordimi, colpiscimi, urlami contro, non mi interessa. Voglio sentirlo. Fammi dannatamente male, K.C. Permettimi di vederti.

TRAMA:
Jaxon è il ragazzo che lei dovrebbe evitare.
K.C. è la ragazza che lui non lascerà scappare...
K.C. Carter ha sempre seguito le regole—fino a quest'anno, quando un errore le fa interrompere brutalmente le chiacchierate al campus universitario e la sua vita attentamente costruita.  Ora è intrappolata nella sua piccola città natale per l'estate per finire un servizio alla comunità ordinato dalla corte e, per rendere peggiori le cose, i guai vivono proprio alla porta accanto.
Jaxon Trent è il peggior tipo di tentazione ed esattamente ciò da cui K.C. doveva stare lontana al liceo. Ma non l'ha mai dimenticata. Era l'unica ragazza che non lo badava e l'unica che gli abbia mai detto di no. Il destino ha riportato K.C. nella sua vita—anche se quello che sembrava un grosso colpo di fortuna si rivela troppo bello per essere vero. Mentre il legame tra i due cresce, scopre che convincere K.C. ad uscire dall'ombra di sua madre è difficile, ma rivelare la sua parte più scura del suo passato è quasi impossibile...

“Più soffri, più sopravvivi. Da forma alle persone in maniera diversa e quello che potrebbe spezzarne una, potrebbe rafforzarne l'altra.”


“Amo quando diventi loquace”, sussurrò verso di me. “Mi fa venire voglia di farti stare zitta.”

K.C. e Jax ci vengono presentati nei primi due libri e abbiamo già un po' modo di conoscerli. L'aspettativa è alta, almeno per me è stato così.
Non so voi, ma io non ho molto amato K.C. in Mai Per Amore. Non mi è sembrata una grande amica per Tate e tutto quel tira e molla con il suo ragazzo mi è sembrato abbastanza inutile, cioè, ti ha tradito, più volte, mandalo a quel paese. In ogni caso, in Falling Away riusciamo a capire meglio il suo personaggio e abbiamo anche una visuale più chiara della sua terribile storia familiare. Insomma, Penelope Douglas riesce a dare una nuova luce a K.C.
Jax, invece, ci viene mostrato proprio come il cattivo ragazzo per eccellenza. Già in Rival, avevamo potuto notare che era un esperto informatico, qui scopriamo anche che è in affari con il padre di Fallon, per chi non sa chi sia, diciamo che non è uno stinco di santo.
Falling Away si apre circa due anni dopo Rival, mostrandoci una K.C. nei guai con la legge, a causa del suo ex fidanzato traditore che abbiamo già avuto la sfortuna di conoscere in tutti gli altri due libri precedenti, ed un Jax oltremodo cresciuto, cosa che cerca di dimostrare ripetutamente alla nostra protagonista femminile.
I due hanno dei caratteri forti e non si fanno mettere i piedi in testa da nessuno, quindi quando interagiscono, oltre ad un'eccessiva attrazione sessuale, si urlano spesso addosso. Cosa che fa solo aumentare la loro attrazione sessuale, causando ancora più urla. Un circolo vizioso, insomma.
K.C. fa di tutto per non farsi coinvolgere perché sa che con Jax sarebbe qualcosa di vero, che lui riuscirebbe a vedere oltre la maschera che porta ogni giorno. Ciò che non ha messo in conto, però, è che lui la vede già e la vedeva già due anni fa.
Ora, non posso aggiungere molto altro perché rischio di spoilerare, quello che posso dire è che qui le scene di sesso raggiungono completamente un altro livello. Cavolo, Jax ha diciannove anni ed è già così “esperto”. Non è giusto, ne voglio uno anch'io.

“Non esserlo”, la ammonii, guardandola negli occhi.
Lei abbassò il mento, sembrando quasi triste. Dio, volevo avvolgerla tra le mie braccia.
“Non essere cosa?” farfugliò lei.
“Non essere gelosa.”
“Non lo sono”, continuò, apparendo sconfitta.
Parlai quasi in un sussurro. “Tre anni fa, ho posato i miei occhi su di te per la prima volta”, dissi, “e ogni volta che ho guardato una ragazza da allora, l'ho sempre paragonata a te. Ogni volta.”
Lei alzò gli occhi, esitante.
Le rivolsi un mezzo sorriso. “I tuoi grossi occhi verdi che rivelano tutto quello che provi. La tua piccola bocca imbronciata che mi dice quando sei felice o incazzata.” Mi sporsi, vicino alle sue labbra. “E il tuo stretto piccolo corpo su cui ho finalmente potuto mettere le mie stramaledette mani dopo tutti questi anni in cui ti ho aspettato.”

La lettura è scorrevole e piacevole, difficile da riuscire a posare. Una cosa che ho apprezzato è che incontriamo di nuovo i vecchi protagonisti, ciò che mi è piaciuto di meno è come l'autrice sta facendo diventare la storia tra Jarred e Tate. In questo libro ne abbiamo già un assaggio e riusciamo ad avere il sentore che succederà qualcosa. Nel primo capitolo di Aflame, il seguito, ne abbiamo la conferma e devo dire che il mio cuore si è spezzato. Ora, non so se prendermela con il personaggio o con l'autrice, ma non sono sicura di voler leggere quel libro.

In ogni caso, non distraiamoci dal punto. Falling Away è un bel romanzo con una storia intrigante e due personaggi con un brutto passato, che non riescono a lasciar andare. Per me vale tutte e cinque le stelle.



5 commenti:

  1. ma uscirà in italia?

    RispondiElimina
  2. Si lasceranno in aflame?

    RispondiElimina
  3. Vi prego!!!!! Ditemi che uscirà in Italia!!!!! ��

    RispondiElimina
  4. ������

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!