martedì 20 gennaio 2015

Recensione "Una piccola bugia" di K.A.Tucker

"Una piccola bugia" 
di K.A.Tucker
(Ten Tiny Breaths #2)

La Trama
«Fa’ che io sia orgoglioso di te». Sono le ultime parole che il padre di Livie pronuncia di fronte alla figlia. Nei sette anni trascorsi dalla tragica morte dei genitori, Livie ha fatto del suo meglio per mantenere quella promessa e si è occupata della sorella con grande responsabilità. Ma con l’ingresso al college arrivano anche sfide inattese che metteranno alla prova la sua solidità e il suo cuore. Livie entra a Princeton con un piano preciso: prepararsi per la scuola di medicina e incontrare un bravo ragazzo. Ciò a cui non è invece preparata sono Jell-O, amabile compagna di stanza alla quale non riesce a dire di no, e Ashton, l’arrogante e attraente capitano della squadra di canottaggio maschile. Ashton è anche uno dei migliori amici di Connor, un ragazzo che corrisponde perfettamente a quello che Livie ha in mente per sé. Perché allora continua a pensare ad Ashton? Quando Livie si deve confrontare con voti mediocri, aspirazioni di carriera che sembrano andare in fumo, e l’incapacità di gestire i sentimenti per Ashton, che non vorrebbe provare, è costretta a rinunciare alla promessa fatta al padre. E all’unica Livie che lei conosce…

La mia opinione


Questo secondo romanzo new adult della serie Ten Tiny Breaths di K.A. Tucker non ha fatto altro che rafforzare la buona opinione che mi ero fatta di questa autrice leggendo “Dieci piccoli respiri”. 
Livie, la sorellina di Kacey, è la protagonista principale di questo romanzo, che, sebbene faccia parte di una serie, è da ritenersi autoconclusivo. 
La narrazione è ambientata alcuni anni dopo rispetto agli avvenimenti di “Dieci piccoli respiri”, quando Livie inizia a frequentare il college
Personaggio ricorrente e insostituibile anche in questa storia è il simpaticissimo Dr. Stayner, lo strizzacervelli (che con i suoi metodi dimostra ancora una volta di saper il fatto suo) che prenderà sotto la sua ala la giovane Livie, proprio come in precedenza aveva fatto con la sorella. Livie viene infatti definita da Kacey una specie di “bomba ad orologeria” pronta a scoppiare da un momento all’altro, poiché per tutta la sua vita è sempre stata troppo perfetta, timida, controllata e sempre avvezza a fare tutto quello che secondo lei avrebbe reso orgogliosi di lei i suoi genitori. 
Grazie ai suggerimenti di Stayner e alla visita di Kacey, vedremo una Livie scalmanata, addirittura vittima di una sbronza colossale (come capita a quasi tutte le matricole), per merito della quale la ragazza conoscerà l’irresistibile Ashton. 
Ashton è il classico playboy: bello, ambito, ricco e per di più capitano della squadra di canottaggio del college... Ovvero tutto quello da cui Livie dovrebbe stare alla larga, ma del quale si sente inevitabilmente attratta. 
Ashton, però, è molto di più di quello che mostra alla gente: ha dei demoni interiori che lo tormentano continuamente, dei quali non può parlare con nessuno. 
Livie è la prima persona a capirlo davvero e a scoprire i suoi segreti. 
La loro storia è complicata, tormentata e turbolenta ma anche molto dolce e romantica. I due dovranno affrontare diverse difficoltà, ma adoro quando alla fine l’amore e la verità trionfano su tutto. 
Grazie alle sue prime vere esperienze, anche Livie dovrà fare i conti con la realtà e mettere in discussione cosa fare del suo futuro, cercando di capire cosa la renderebbe davvero felice. L’ho trovato un libro molto emozionante, che non si può assolutamente iniziare a leggere senza avere a disposizione il tempo necessario per finirlo! 
Anche se ho adorato per la gran parte questo romanzo, ci sono stati anche alcuni dettagli che non mi sono piaciuti per niente, primo fra tutti il fatto che Livie la tiri troppo lunga con Connor (il ripiego di turno) nonostante sia limpido sin dal principio che non ha un vero interesse amoroso per lui. Anche alcune bugie / omissioni di Ashton mi hanno fatto storcere il naso, ma ve le lascerò scoprire leggendo… 
Ho apprezzato come K.A. Tucker sia in grado di trattare argomenti particolari e difficili con delicatezza. Sicuramente continuerò a leggere i suoi libri per la miriade di emozioni che riesce a farmi provare e per come, grazie alla sua scrittura moderna, scorrevole e con dialoghi divertenti, riesce a tenermi incollata alle pagine. 
In conclusione, proprio un bel libro, consigliato!


2 commenti:

  1. Fantastica questa serie concordo pienamente con te ! Assolutamente da leggere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso aspettiamo il prossimo!!! *___*

      Elimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!