mercoledì 21 gennaio 2015

Zombie allo Specchio BlogTour: Faccia a faccia con … Intervista a Cole Holland

Ciao a tutte care lettrici e benvenute alla 7° tappa del BlogTour dedicato al romanzo Zombie allo Specchio di Gena Showalter, l'attesissimo seguito di Alice in Zombieland


Questa tappa prevede un interessante e simpatico "Faccia a faccia" con Cole Holland! Buona lettura! ^_^


Domanda: Ciao Cole, benvenuto. Per iniziare, potresti raccontarci qualcosa di te?
Cole: Preferisco scendere in campo che stare al sicuro nelle retrovie.

D. Non so se sia di dominio pubblico, ma la situazione tra te e Alice è molto complicata. Alice è una persona importante, per cui vale la pena lottare? Oppure anche questa è una storia senza importanza?
Cole: Alice vale ...Tutto. E le mie fidanzate del passato non valgono una discussione, mi spiace.

D. Quali sono le sue qualità che più ti hanno colpito? Forse il fatto che riesca a farti sorridere? O le sue domande senza fine?
Cole: Quando Alice ama, ama con tutto il cuore. O tutto o niente. Non hai mai bisogno di chiederle come si  sente. È onesta, trasparente. Oh, sì. Lei vi dirà sempre la brutale verità. Puoi fidarti di lei in qualsiasi momento. Sapete quanto sia difficile? È rarissimo.

D. Tu e il tuo gruppo di combattenti pensate che riuscirete a vincere? C’è ancora qualche possibilità di sopravvivere?
Cole: Speranza? Tesoro, combatto come uno che ha già vinto. Gli zombie sono già sconfitti perché sono morti. Quindi, sì, c’è speranza.

D. Hai perso un sacco di amici lungo la strada. Perché hai scelto di ricordarli con un tatuaggio sul tuo corpo? È meno dolorosa la separazione?
Cole: Ciò che portiamo nel nostro cuore si manifesta sul nostro corpo. Se amate qualcuno, ve lo si legge in faccia. Se odiate, questo sentimento incide ogni vostra espressione. Un tatuaggio per me è il modo per far emergere quello che provo e farlo affiorare sulla pelle.

D. Se Alice non fosse sopravvissuta cos’avresti fatto per onorare la sua memoria?
Cole: Non posso pensarlo. Solo l’idea mi consuma.

D. A volte tratti Alice come se fosse una ragazza fragile, ma sai benissimo che non lo è. Perché? Non ti fidi delle sue capacità? Temi che le accada qualcosa?
Cole: Mi fido delle sue abilità molto più delle mie… ma allo stesso tempo tengo più alla sua vita che alla mia. Farei tutto il possibile per proteggerla.

D. Perché i tuoi sentimenti per lei sono così contrastanti?
Cole: Quando si tratta di Alice so esattamente come mi sento. Ma sto esplorando qualcosa di nuovo. Sento di aver bisogno di lei e allo stesso tempo vorrei che non fosse così.

D. Come descriveresti Alice in quindici parole?
Cole: Me ne basta una. Mia.

D. Hai qualche consiglio da dare a chi non vede gli zombie?
Cole: Iniziare a pregare.

D. Arma preferita?
Cole: Balestra.

D. Momento preferito?
Cole: Ogni bacio, ogni carezza data ad Alice.

D. il più grande rimpianto?
Cole: Se avete letto il libro, lo potete indovinare da soli.


Vi è piaciuta l'intervista? 
E' così che vi immaginavate Cole?

Vi ricordo che sul blog trovate anche la recensione di "Alice in Zombieland" QUI, e di "Zombie allo Specchio" QUI.

2 commenti:

  1. Coooole! La foto l immaginavo diversa....ma l intervista è perfetta!!!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!