mercoledì 1 aprile 2015

L'angolo degli inediti: Vendetta di Autumn Karr e Sienna Lane

Buongiorno ragazze,
la rubrica odierna è dedicata ad un romanzo che volevo leggere da un po’ ma che è sempre passato in secondo piano, nonostante la copertina appetitosa. Questo è Vendetta di Autumn Karr e Sienna Lane. Non ho mai letto niente di queste due autrici, ma se gli altri libri sono come questo, devo assolutamente rimediare alla cosa.

“Non ci sono innocenti nel nostro mondo. Siamo tutti nati rovinati.”


 “Sapevo chi fosse la prima volta che ho posato i miei occhi su di lei.” – D.
“Il mio amore non è importante. Non cambia niente.” – L.

TRAMA:
Non sono un buon uomo.
Ho mentito, ho imbrogliato e ho rubato. Ho deciso tra la vita e la morte come se fosse mio compito. Niente di tutto ciò importa ora. Questi non sono i miei peccati.
La vedo alzare le mani, il metallo scuro che sta stringendo riflette la luce della luna. Il suo dito trema mentre inclina la pistola che tiene puntata contro di me. I suoi occhi sono freddi, determinati, ma lo so.
Conosco lei.
Il mio nome è Devon Andre e confesso il mio peccato. Non sono un buon uomo perché questa è la donna che amo.
Lei preme il grilletto.

 “In un mondo diverso, in una storia diversa, in un altro universo, non saremmo fatti l’uno per l’altro. E io appartengo tutto a lei. Completamente.”



“Lei solleva le mani sul mio viso, il suo tocco esitante sfiora le mie guance. Chiudo gli occhi e mi appoggio sulla sua mano, per quanto ipocrita possa essere avere bisogno di questo contatto.
“Vorrei che fossi qualcun altro,” mi sussurra e posso sentire le lacrime nella sua voce. I miei occhi si aprono e le bacio il polso che aleggia sopra la mia bocca, asciugandole l’unica goccia che le riga la guancia con la mia mano.
“Anch’io,” dico e non ho mai dato così tanto peso a qualcosa come quelle due parole.”

Ok, la trama di questo libro non dice assolutamente niente, quindi cercherò di riassumerla brevemente. Come per Raze anche qui parliamo di tre famiglie importanti mafiose, solo che qui sono nemiche ed italiane, nonostante i cognomi improbabili.
Leighton, la protagonista femminile, è l’unica figlia del boss mafioso Moore, come dicevo, cognome tipicamente italiano, ed è trattata come una principessa. Ha fatto qualche corso di autodifesa, ma l’unica cosa che sa veramente usare sono le pistole. Ha un carattere forte e non si fa mettere i piedi in testa da nessuno, nonostante la situazione. La cosa più importante è che farebbe qualsiasi cosa per salvare la sua famiglia.
Devon ha perso la sua famiglia durante l’adolescenza ed è stato adottato dallo zio, di circa dieci più anni grande di lui, che in poco tempo, non solo si ritrova senza fratello e un bambino a cui badare, ma con un’intera “mafia” da gestire. Il mistero dell’omicidio della famiglia di Devon è ancora irrisolto e solo da poco si sono scoperti i presunti “colpevoli”. Lui ha promesso che si sarebbe vendicato di quelle morti ad ogni costo, anche se significa perdere l’unica persona che ama. Ma non andiamo troppo avanti, facciamo qualche passo indietro.
Tutto inizia, o almeno ci fanno credere, una notte, in cui Leighton, per caso, stupidità, fortuna, intelligenza—non si capisce ancora—scopre uno dei suoi a dare informazioni al nemico, Devon, l’uomo per cui ha una cotta assurda anche se non dovrebbe. Decide di immortalare il momento, ma sfortunatamente si era dimenticata di togliere il flash. Sì, come ho detto, stupidità o intelligenza, non lo so ancora. Naturalmente, non c’è neanche bisogno di dirlo, viene scoperta. Quello che appartiene alla sua famiglia vuole ucciderla, ma Devon la salva, per così dire, e la porta a casa sua. Con casa sua, qui, si intende il grosso palazzo reale che appartiene alla mafia italiana degli Andre, altro grande cognome italiano.
All’insaputa di tutti, tranne dello zio, la nasconde nella stanza in soffitta, dicendo agli scagnozzi che in quella camera è vietato l’accesso. Sempre non un buon modo per evitare che le persone ci entrino. In ogni caso, la cosa funziona, e stranamente la gente rimane fuori. Sia Leighton che Devon però sanno che lei, con quel flash, ha firmato la sua condanna a morte. Ormai è solo questione di giorni. La passione inizia a scorrere a fiumi, anche se all’inizio sono tutti e due reticenti, per ovvi motivi.
Devon sa che salvando Leighton quella sera ha solo rimandato l’inevitabile, ma non poteva farne a meno e la ragione la scopriremo a più di metà libro. Infatti, le autrici non ci raccontano tutto subito, ma decidono di tenere una grossa porzione della storia per conto loro. Noi però non gliene facciamo una colpa.
Io ho trovato il libro molto appassionante. Più che altro, volevo vedere come diavolo si sarebbe sciolta questa situazione alquanto ingarbugliata. Il modo secondo me non è stato banale, anche se una cosa mi è ancora un po’ oscura. Non posso rivelarvela però perché sarebbe spoiler.
Il romanzo è raccontato da entrambi i punti di vista, quindi ci fa entrare nella mente della povera prigioniera e del confuso Devon. Un’ultima cosa da dire è che questo non è un dark-romance, come infatti ci hanno tenuto a precisare le scrittrici, ma un romanzo rosa diciamo.
Nel totale comunque gli darei cinque stelle, perché la storia mi è rimasta impressa anche a giorni dalla lettura e sinceramente l’ho trovato più interessante di molti altri romanzi, inoltre ho trovato la chimica tra i due innegabile e coinvolgente.

“Il suo silenzio mi ferisce, il suo tocco mi sfregia la pelle eppure ancora mi aggrappo a lui e spero che realizzi che alcune cose sono più importanti di tutto il resto.
L’amore dovrebbe importare.
Ma il suo amore è veleno, il tipo che ti rompe e ti fa desiderare di essere morta se solo significasse saperlo felice. Ero pronta a morire per mano sua a causa di questo amore.”


4 commenti:

  1. Non è esattamente il mio genere ma lo consiglierò a qualche amica a cui piace! ^^
    A presto .. Dream Teller ^^

    RispondiElimina
  2. è già uscito o deve ancora uscire!? mi piace da impazzire!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao..! :) purtroppo è un inedito e per ora non ne è ancora prevista la pubblicazione in Italia..

      Elimina
  3. speriamo che prima o poi lo pubblicheranno,è troppo bello!!!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!