mercoledì 29 aprile 2015

Recensione "INCANTESIMO" di Rachel Hawkins

"INCANTESIMO" 
di Rachel Hawkins 
(The Prodigium Trilogy/ Hex Hall #1)

La Trama
Sophie Mercer è una ragazza di sedici anni molto particolare. Tre anni fa, infatti, ha scoperto di essere una strega: un potere che ha ereditato dal padre e dalla nonna, ma che non sa ancora gestire. Dopo che il suo primo incantesimo, durante il ballo scolastico, ha causato dei danni e portato grande scompiglio, il padre ha deciso di spedirla in una scuola per ragazzi “speciali”, il Prodigium. I suoi compagni sono streghe, fate, licantropi e vampiri. Eppure Sophie non riesce ad ambientarsi: le altre streghe come lei sono solo superficiali e viziate, ha una cotta non corrisposta per un giovane mago, un fantasma la perseguita e la sua nuova compagna di stanza è la ragazza più odiata, nonché l’unico vampiro, di tutta la scuola. E, come se non bastasse, una misteriosa creatura sta attaccando gli studenti, lasciando due piccoli fori sul collo delle sue vittime, e la prima a essere sospettata è ovviamente la sua amica Jenna. Ma per Sophie le minacce non sono finite: scoprirà ben presto che una setta segreta vuole uccidere tutti gli allievi del Prodigium. E lei è la prima della lista. 

La mia opinione

Con Incantesimo inizia la serie paranormal YA The Prodigium (in originale Hex Hall) che prevede 3 libri sempre con la stessa protagonista principale. 
Dopo l'ennesimo disastro provocato con la sua magia, Sophie viene spedita dai genitori (madre umana e padre stregone) ad Hecate Hall, un istituto frequentato da ragazzi Prodigium. Chi sono questi Prodigium? Persone speciali dotate di poteri sovrannaturali: streghe, licantropi e creature fatate
Il padre di Sophie lavora per il Consiglio (un gruppo di Anziani che dettano le regole dei Prodigium) e decide di mandare la figlia all'istituto per farle imparare il controllo e il coretto utilizzo dei suoi poteri di strega. 
Sophie si rivela una protagonista assolutamente simpatica, ironica ed intelligente. 
Ho molto apprezzato l'amicizia che stringe con la ragazza più disprezzata e meno popolare della scuola, ossia una vampira accusata perfino di alcuni omicidi. 
Nonostante Sophie debba fare i conti un un gruppo di streghe in perfetto stile "Mean Girls" che la vorrebbero irretire nella loro cerchia, la ragazza sa pensare con la propria testa e non si fa influenzare dalle dicerie altrui. Altra qualità super apprezzata! 
Nella trama non manca nemmeno un risvolto sentimentale: Sophie si prende una bella cotta per uno degli allievi più popolari della Hecate, un personaggio maschile misterioso con qualche scheletro nell'armadio. E vedrete che scheletri!! 
Ma non aspettatevi amori folli e dichiarazioni d'amore, in questo primo capitolo della saga le relazioni sentimentali non sono assolutamente al centro della situazione. 
"Incantesimo" è una lettura leggera, semplice e talmente scorrevole che si legge in un baleno. Sicuramente uno dei punti forti del romanzo è il sarcasmo della protagonista, le sue battute sono davvero uno spasso! 
Le rivelazioni e i colpi di scena finali con cui ci lascia in sospeso l'autrice, fanno intendere che il bello deve ancora venire... 
In conclusione questo romanzo è una introduzione azzeccata per una serie paranormal che promette bene! Consigliato alle patite del genere!



5 commenti:

  1. letto tutto d'un fiato. Bellissimo, spiritoso... diverso!! Non vedo l'ora di leggere il secondo ;)
    Mirka

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'attesa sarà breve, lo danno in uscita verso settembre! ^^

      Elimina
  2. Appena terminato. Sono in realtà rimasta un po' delusa dalle innumerevoli similitudini e scopiazzamenti da Harry Potter: l'"Hagrid" della situazione, la scuola che cambia magicamente al suo interno, il professore antipatico, la protagonista destinata a grande cose... Che poi così grandi non sembrano. Non mi è piaciuta la piega molto "Religiosa", L'Occhio di Dio... Mah! Non ho sentito sulla pelle l'amicizia che Sophie ha stretto con Jenna. Ho quasi preferito Elodie a lei. E poi il colpo di scena verso la fine che doveva essere la chiave conduttrice di tutti quegli strani avvenimenti... viene sormontato da un altro colpo di scena facendo diventare quello prima insignificante, quando invece doveva essere il punto della questione! Per il resto la scrittura è molto piacevole e assolutamente scorrevole. Si legge in un baleno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho letto Harry Potter (non sono fan della saga), quindi non saprei dirti! Però sei la prima che sento che ha trovato queste similitudini!

      Elimina
    2. ho finito di leggere questo libro la scorsa settimana, lo adoro!!! il colpo di scena finale non me lo aspettavo proprio e mi ha fatto venire voglia di prendere il secondo libro!!!

      Elimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!