mercoledì 24 giugno 2015

Recensione "All'improvviso la scorsa estate" di Sarah Morgan

All'improvviso la scorsa estate 
di Sarah Morgan
(O'Neil Brothers #2)

La Trama
È davvero una pessima giornata per l'impetuosa chef francese Élise Philippe. Non solo sono andati a monte i grandi progetti per l'inaugurazione del suo amato café, ma come se non bastasse Sean O'Neil è tornato in città, e più appetitoso che mai. Il ricordo della notte di fuoco che hanno condiviso l'estate precedente rappresenta per lei una vera tentazione, ma sa fin troppo bene che poi, alla fine, Sean se ne andrà di nuovo. Per lui, infatti, tornare a casa nel Vermont allo Snow Crystal Resort, anche se temporaneamente, è un vero incubo, perché significa affrontare il senso di colpa che lo tormenta per essersi allontanato dalla famiglia anni prima ed essersi costruito una vita tutta diversa, come medico. C'è solo un aspetto positivo nel trovarsi lì: Élise Philippe è ancora nei paraggi e non smette di fargli bollire il sangue nelle vene. E il pensiero di come sono stati insieme quella volta rischia di rendere ancora più difficile andarsene.

La mia opinione

Dopo essere stata conquistata da "Mentre fuori nevica", il primo romanzo che ho letto in assoluto di Sarah Morgan, non vedevo l'ora di tornare con la mente nel Vermont, luogo magico e incantevole in cui sono ambientate le vicende della famiglia O'Neil. Questo secondo romanzo della serie vede protagonisti due personaggi che abbiamo già conosciuto nel precedente: Sean, il gemello (dal carattere completamente diverso) di Jackson, ed Élise, la cuoca dello Snow Crystal Resort. 
Sean è un medico molto bravo e molto dedito al proprio lavoro, tanto da non avere praticamente tempo per una vita privata. A causa delle precarie condizioni di salute del nonno (ve lo ricordate che personaggino interessante, vero?) è costretto a far ritorno per qualche tempo a Snow Crystal (ovvero l'ultimo luogo in cui vorrebbe stare), poichè la sua famiglia ha davvero bisogno di lui. 
Anima passionale e senza peli sulla lingua, Élise è lo chef francese che lavora da tempo al Resort. La donna è considerata da tutti un membro onorario della famiglia, che adora come nessun altro. 
Grazie a questo episodio scopriamo che Élise è anche una persona molto emotiva, con la sua brutta esperienza di vita alle spalle. 
Anche se per motivi differenti, ne Élise ne Sean hanno alcun interesse ad impegnarsi in una relazione seria e stabile, ma come ben ricorderete i due hanno condiviso l'estate precedente un unico ed intenso momento di passione, che ancora hanno ben stampato in mente. 
Anche questa volta l'autrice ha costruito una storia romantica molto coinvolgente, dolce al punto giusto e senza diventare troppo melensa, arricchita da una serie di situazioni personali e familiari che rendono la storia ancora più emozionante e completa. 
Questioni familiari in sospeso, sensi di colpa che necessitano di chiarimenti una volta per tutte, timori di rimanere feriti di nuovo e di affrontare nuovi e forti sentimenti sono alcune delle questioni che Sean ed Élise dovranno superare per avere il loro felice e lieto fine, assolutamente più che meritato! 
La loro storia mi è piaciuta molto e mi ha catturato dall'inizio alla fine, lo stile della Morgan è molto scorrevole, i suoi personaggi sono ben caratterizzati ed entrano velocemente nel cuore del lettore, per non parlare dell'atmosfera magica della location dove il tutto si svolge. Adesso non ci resta che aspettare il libro con protagonisti Tyler e Brenna, anche loro due promettono grandi emozioni!

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!