martedì 25 agosto 2015

Recensione "Oltre noi l'infinito" di Jay Crownover

"Oltre noi l'infinito"
di Jay Crownover
(Marked Men #2)

La Trama
Con i suoi pantaloni di pelle aderenti, un profilo tagliente e un’aria misteriosa, Jet Keller è il protagonista delle fantasie più scatenate di ogni ragazza. Ma Ayden Croce è cresciuta accanto a ragazzi poco raccomandabili e di certo non ha intenzione di farsi abbindolare dagli occhi scuri e ipnotici di Jet. Ha paura di bruciarsi, ma anche solo essere sfiorata da lui la accende. Jet non riesce a resistere alle sue gambe chilometriche, infilate in quegli stivali da cowboy, che sembrano sfidarlo. Eppure, più gli sembra di essere vicino a Ayden, tanto più è forte la sensazione di non conoscerla. E nel momento in cui capirà di volerla a qualsiasi costo, dovrà fare i conti con qualcuno che ha un’idea di relazione completamente diversa dalla sua. La fiamma iniziale lascerà il posto a un amore duraturo, o consumerà i loro sogni lasciando solo cenere?


La mia opinione

Aspettavo con ansia questo secondo volume della serie Marked Man (in Italia Tattoo Series) di Jay Crownover, di cui i due protagonisti, Jet Keller, musicista e cantate in una band heavy metal, e Ayden Croce, giovane brillante e ambiziosa, avevamo già conosciuto nel libro precedente. 

Ayden ha un passato difficile alle spalle: fuggita dal Texas, da una famiglia problematica e da un ambiente che l'ha costretta a compiere azioni di cui non va per nulla fiera, la giovane cerca di riscattarsi iscrivendosi al college, impegnandosi nello studio e lavorando come cameriera per pagarsi gli studi. Si impegna a costruire una nuova versione di sè stessa, tenendo sottochiave il proprio passato, solo per potersi costruire un futuro migliore.
Ed è proprio questa ragazza perfetta, coscienziosa e straordinaria che Jet Keller conosce una sera nell'affollato bar in cui suona con la sua band (scena già presente in Oltre le regole).
L'attrazione tra i due scatta immediatamente, e ne abbiamo un assaggio già nel primo capitolo del libro, molto importante per le basi del rapporto che si instaura tra i due ragazzi: 
Ayd vuole Jet. 
Jet vuole Ayden.
Lei gli propone una notte di sesso, ma lui, saggiamente, rifiuta.
L'imbarazzo è tanto, ma decidono comunque di rimanere amici e, un anno dopo questo fatto, si ritrovano come coinquilini, a dividere lo stesso appartamento anche con la pazza Cora.

Ma per quanto tempo riusciranno a negare la tensione sessuale e la forte attrazione che li spinge l'uno verso l'altra?
Nulla può apporsi alle fiamme e scintille che scoppiano tra i due: nè la paura di Ayden di tornare ad essere la ragazzaccia di un tempo, nè il timore di Jet di far entrare la bella Texana nel suo cuore.

Ho apprezzato tantissimo le differenze caratteriali e psicologiche tra i due protagonisti, e la loro storia d'amore che, a dispetto di quella di Rule e Swan, mi è sembrata più adulta e matura. Forse sarò la voce fuori dal coro, ma devo ammettere che questo secondo capitolo della serie Marked Man mi è piaciuto più del primo... per quanto la personalità eccentrica di Rule sia deliziosamente insuperabile, il mix Jet/Ayd mi ha conquistata con le sue quotidiane debolezze e dolci promesse.

Le scene hot ci sono e sono bollenti, ma mai volgari. La passione si avverte in ogni scena in cui Jet e Ayd sono assieme, e complice la difficoltà della situazione in cui i due si trovano, gli imprevisti della vita ed il passato di Ayden che torna a bussare proprio ora alla sua porta, il ritmo della storia rimane sempre avvincente e scorrevole, fino alla fine.

Jay Crownover mi ha decisamente regalato uno dei migliore new adult che abbia letto in questo periodo, e non vedo l'ora di leggere il prossimo volume della serie, che avrà come protagonisti Cora e Rome, il fratello di Rule. Non vedo l'ora!!!

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!