martedì 12 gennaio 2016

L'Angolo degli inediti: recensione "Sweet Fall" di Tillie Cole

Buongiorno ragazze,
quest’oggi vorrei dedicare la rubrica ad una scrittrice che non ha mai smesso di stupirmi, Tillie Cole. Ho già parlato di uno dei suoi libri, Raze, in una delle precedenti, ma non posso fare a meno di condividere un altro suo capolavoro. Inizialmente avevo intenzione di parlare della sua serie Hades Hangmen, ma forse è un po’ troppo cruda e affronta tematiche troppo pesanti che non mi sento in grado di affrontare. In ogni caso, vi consiglio vivamente di leggerla, è impossibile che vi lasci indifferenti.
Quindi, ho deciso di parlare della sua serie New Adult Sweet Home, per ora composta da quattro libri. Per quanto i protagonisti siano diversi per ogni romanzo, è consigliabile leggerli in ordine e tutti, per non perdere alcune parti fondamentali.
Naturalmente, siccome sarebbe troppo banale parlare del primo, ho deciso di parlare del secondo libro della serie, Sweet Fall. Ho fatto questa scelta semplicemente perché per quanto il primo sia un ottimo romanzo, il secondo è decisamente uno dei migliori New Adult che abbia mai letto. Sweet Fall, in ogni caso, viene anche considerato il primo della serie Carillo Boys.

È buffo. Ero solito guardare in alto verso le stelle e sentirmi così piccolo e poco importante. Ma sono arrivato a realizzare che l'unica cosa che ci possa far sentire vivi e importanti è quella persona che ci accetta esattamente per come siamo.”


La famiglia non è sempre di sangue, mio caro. La famiglia si costruisce con legami d'amore. La famiglia è lì per te senza condizioni. La famiglia ti supporta nei tuoi momenti più scuri di bisogno.”

TRAMA:
Tutti abbiamo segreti.
Segreti ben seppelliti.
Fino a che non troviamo quell'anima che rende il fardello di quei segreti un pochino più facile da sopportare.
Lexington “Lexi” Hart è all'ultimo anno dell'università dell'Alabama. Circondata dai suoi migliori amici e la sua amorevole famiglia e essendo finalmente riuscita a realizzare il suo sogno da una vita di entrare nella squadra di cheerleader della Crimson Tide, tutto stava andando esattamente come aveva sempre sognato. Ma sotto il suo felice aspetto, i demoni si appostano, minacciando di rovinare tutto quello per cui Lexi ha combattuto. Quando gli eventi nella sua vita diventano troppo pesanti da sopportare, Lexi si trova a cadere nel reame della sua paura più grande. Lexi cade pesantemente, vittima ancora una volta dell'unica cosa che la può distruggere e, per la strada, si trova a cadere dritta nelle braccia tatuate di un ragazzo dal lato sbagliato della strada.
Austin Carillo, ricevitore per gli Alabama Crimson Tide, deve essere scelto dalla NFL quest'anno. Ne ha bisogno. I suoi fratelli ne hanno bisogno. Molto più importante, sua madre ne ha disperatamente bisogno. Cresciuto in un mondo dove i poveri sono dimenticati, i malati sono lasciati a difendersi da soli e nessun eroe appare miracolosamente a tirarti fuori dall'inferno, Austin non ha altra scelta che farsi dei soldi dall'altra parte della legge—fino a che il football non offre ad Austin la possibilità di riportare in carreggiata la sua vita. Ma quando una tragedia di famiglia lo trascina di nuovo nella presa della banda che credeva di aver lasciato ben lontano, Austin si ritrova a cadere. Cadere nelle vie criminali e cadere nella profonda e soffocante oscurità. Fino a che un problematico ma simile spirito inciampa nel suo cammino, dove Austin si ritrova velocemente ad innamorarsi di una giovane donna, una giovane donna che potrebbe forse avere il potere di salvarlo dal suo peggior nemico: sé stesso.
Possono due anime problematiche trovare pace insieme? O si troveranno a soccombere ai demoni che minacciano di distruggerli?

Perché tutto quel trucco da combattimento, Folletto?”
Lexi trattenne un respiro profondo e poi lo lasciò andare lentamente. I suoi occhi non si aprirono, ma una singola lacrima scese piano da sotto le lunghe e nere ciglia e la sua mano si strinse intorno alla mia “Perché non posso sopportare la ragazza che c'è sotto”, mi sussurrò in risposta.
Il mio cuore saltò di un battito alla sua confessione e mi portai la sua mano alla bocca, baciandole la pelle fredda.
Perché i tatuaggi?” mi chiese Lexi e i miei occhi scattarono ad incontrare i suoi. Iridi turchesi fisse nelle mie, così dissi, “Perché non posso sopportare di vedere le cicatrici del mio passato.”


Eravamo entrambi troppo incasinati per stare insieme nel modo di cui avevamo bisogno. Due stelle cadenti che bruciavano troppo velocemente, senza mai raggiungere il cielo dell'altra.”

Ho detto uno dei libri più belli che ho letto quest'anno? No, mi sbagliavo. Questo è il più bello del 2015, e penso di poterlo affermare con certezza visto che, ora che sto scrivendo la rubrica, mancano una manciata di giorni alla fine di esso.
Non so da dove iniziare per parlare di questo libro. Penso sia difficile trovare un New Adult originale. Alla fine i temi vengono sempre a ripetersi, a parte magari per le scrittrici più famose, ma anche loro stanno finendo l'immaginazione ultimamente. La cosa bella di Sweet Fall sta proprio nel fatto che non ho mai letto uno che parli in un modo così profondo dei problemi che ha Lexi. E non è fantasia, all'inizio del romanzo, Tilli Cole specifica che ciò che sta passando Lexi è la sua esperienza personale con quella malattia. Forse è questo che fa già partire il libro con una marcia in più, ma migliora mano a mano che si va avanti nelle pagine.
Premetto che io non trovo particolarmente interessanti i protagonisti maschili in parte italiana. Se volessi leggere di italiani, prenderei un libro delle nostre scrittrici, non di certo di qualcuno di lingua inglese che il 99% delle volte uccide l'italiano e ha strane convinzioni sulla nostra cultura o sul nostro cibo. Detto ciò, Austin Carillo, americano con genitori italiani, è entrato nella top ten dei miei book boyfriends.
Austin proviene dalla parte povera della città. Prima di vivere nel campus, ha passato la sua vita in una roulotte con i suoi due fratelli e i suoi genitori, entrando a far parte di una gang fin da quando era piccolo. Suo fratello maggiore era riuscito a farlo uscire indenne, permettendogli di continuare il suo futuro nel football americano, ormai a pochi passi dalla NFL. Dei seri problemi nella loro famiglia, però, lo costringono a rientrare nella spirale autodistruttiva dalla parte sbagliata della legge, rischiando di fargli perdere tutto quello per cui aveva dolorosamente lottato.
Lexi è riuscita a sopravvivere ad un grave disordine alimentare, è finalmente entrata a far parte della squadra di cheerleader e nessuno dei suoi amici conosce il suo passato, che nasconde bene con un sorriso smagliante e due centimetri di cerone. Ma si sa che una volta che un disordine alimentare entra a far parte della tua vita, esso non passa mai, rimane, riaffiorando appena abbassi le difese. Lei sa di star precipitando di nuovo nelle vecchie abitudini autolesioniste, però non riesce a fare niente per fermare la caduta, finché non è forse un po' troppo tardi.
Auston e Lexi hanno già due vite complicate e distruttive, senza il bisogno di aggiungere una relazione nel mezzo. A volte, però, ti serve una persona spezzata quanto te per riuscire ad avere la forza di rimettere a posto la tua stessa vita. I due, sulla carta, non dovrebbero funzionare, ma il loro rapporto, anche quello iniziale di amicizia, è speciale. È un barlume nell'oscurità. Riescono a vedere i pezzi rotti dell'altro, e questo li attrae, spingendoli insieme, anche quando le situazioni li allontanano.
Io mi sono completamente innamorata di questo libro e del loro rapporto. Penso che se alla fine non avessero avuto l'un l'altro, le cose sarebbero andate a finire in modo molto diverso. Non voglio aggiungere nient'altro perché sarebbe rivelare troppo e se mai verrà pubblicato in Italia, vi rovinerei la lettura.
Io conoscevo già Tillie Cole, prima di prendere in mano questo romanzo e personalmente è una delle mie scrittrici Indie preferite, quindi non ho nessuna cosa negativa da dire riguardo lo stile di scrittura. Mi piace come mi piaceva nei precedenti. E come al solito, il libro prende fin dall'inizio, impedendoti di metterlo giù, volendo saperne sempre di più.
In ogni caso lo consiglio vivamente a tutti quelli che riescono o stanno imparando a leggere in inglese. Assolutamente. Cinque stelle piene, dalla prima all'ultima pagina.

Se potessi tornare indietro nel tempo, ti troverei. Vagherei il mondo per scovarti e farti innamorare ancora una volta di me. Avrei bisogno di te, e tu di me, e tutto il dolore, tutti i demoni che si sono insediati nelle nostre profondità, sarebbero scomparsi prima di avere un'occasione di mettere radici. E tutte le cicatrici che abbiamo sopportato e indossato con vergogna, non avrebbero mai avuto l'occasione di colpire.
Ma sono persa senza di te.
Non posso respirare senza di te.
Senza di te, tutto quello che posso fare è cadere.”

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!