martedì 8 marzo 2016

Recensione "Non proprio un appuntamento" di Catherine Bybee

Non proprio un appuntamento
di Catherine Bybee 

La Trama
Jessica “Jessie” Mann, cameriera e madre single, è la praticità fatta persona. Anche se avesse tempo per uscire con gli uomini (e non ne ha) farebbe di tutto per garantire al figlio un’infanzia più tranquilla della propria. Per questo le serve un marito con i soldi! Così, quando Jack Morrison, un cliente terribilmente sexy con il cappello da cowboy e il sorriso accattivante, cerca di flirtare con lei, Jessie lo respinge perché apparentemente al verde. Dubita, infatti, che un sognatore come Jack possa garantirle la stabilità economica di cui ha bisogno. Sarà difficile resistere all’affascinante texano, con il Natale alle porte e il desiderio di non passarlo da sola.

Erede dei Morrison, proprietari di un impero degli hotel di lusso, Jack è abituato a essere adulato. Ora sente il bisogno di qualcuno che s’innamori di lui e non della sua ricchezza. Un giorno mette gli occhi su Jessie, ma il muro che la ragazza ha costruito intorno al proprio cuore potrebbe ostacolarlo. Così decide di nasconderle la sua vera identità e si offre di aiutarla a trovare il marito ricco che cerca. Peccato che la sua audace messinscena rischi di privarlo del desiderio che vorrebbe vedere esaudito per Natale...

La mia opinione

Se cercate un modo semplice e delizioso per evadere un po’ dallo stress quotidiano, allora questo è il romanzo che fa per voi. Una storia tenera e frizzante che merita assolutamente di essere letta.
Jessie è una mamma single, piena di bollette da pagare e con un lavoro da cameriera che è malapena sufficiente ad assicurare a suo figlio Danny una vita decente. Perciò il suo obiettivo è cercare disperatamente un uomo ricco che possa mantenerli entrambi, anche a costo di sacrificare l’amore.
Ma ad un certo punto incontra Jack Morrison, figlio di un miliardario e proprietario di una grossa catena di alberghi, un cowboy texano fin troppo sexy, scapolo e irresistibile. Che è in cerca di una donna che lo apprezzi per ciò che realmente è, anziché puntare esclusivamente al suo florido conto in banca.
Quando Jack vede quella ragazza così bella, tenace e risoluta, conquistarla diventerà una sfida davvero allettante. E recitare la parte del cameriere sognatore e squattrinato per lui sarà molto divertente, perché in questo modo può promettere di trovarle un uomo ricco da sposare, senza pretendere da lei nulla più di un’amicizia. Almeno in teoria, perché in pratica lui la vuole tutta per sé.
Per Jessie resistergli sarà un’impresa titanica, perché oltre ad essere sexy e sfacciato, Jack è anche un uomo di sani principi, tenero e molto premuroso. Per non parlare di quant’è dolce e adorabile quando sta col piccolo Danny. Come si fa a non perdere la testa per un uomo così? Non è umanamente possibile. E quel sorriso da bambinone con le fossette? Ne vogliamo parlare? Ma apparentemente lui è squattrinato e inaffidabile, quindi per Jessie non va affatto bene.
La bizzarra messinscena e le bugie improvvisate di Jack per un po’ ci rallegrano e ci fanno sorridere, ma ad un certo punto, quando nascono i sentimenti, ci rendiamo conto anche noi che è ora scossa che il bel cowboy metta un punto e inizi a dire la verità. Ma questo non succede. O almeno non quando avremmo sperato.
La cocciutaggine di entrambi è tremendamente frustrante, perché lei si ostina a respingerlo nonostante ne sia innamorata, non più per il bisogno di un uomo ricco da accalappiare, bensì per proteggere il suo cuore e quello di Danny da una cocente delusione, mentre Jack persevera nella sua assurda recita facendoti venire voglia di strozzarlo perché rimanda a oltranza il momento della fatidica confessione. E quando la verità spunterà fuori da sola, farà parecchi danni.
Ma grazie a Dio anche due zucconi come loro alla fine capiscono la cosa più importante di tutte, cioè che il denaro non compra la felicità. L’amore invece si. Anzi, non la compra… ma la regala incondizionatamente.
E alla fine anche noi sorridiamo soddisfatte assieme a Jessie, al suo bel cowboy (che finalmente ha imparato ad essere sincero) e alla loro stramba, impicciona e calorosa nuova famiglia.
Ormai mi sono resa conto che non servono storie tragiche o particolarmente toccanti per farmi emozionare. Bastano la semplicità, la tenerezza e un bel tocco di ironia. E questo romanzo c’è riuscito perfettamente, perché quegli ingredienti lui ce li ha messi tutti.  

5 commenti:

  1. È un libro molto carino! Grazie per la tua recensione! :)

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. L'editore è AmazonCrossing, le loro uscite le trovi sia in ebook che in cartaceo, ma solo su Amazon!

      Elimina
  3. si grazie ho visto..... ;)
    devo capire se prendendo un kindle reader avrei accesso a tutto

    RispondiElimina
  4. io l'ho appena finito di leggere e mi è piaciuto moltissimo... ovvio c'è la ripresa della favola di cenerentola ma l'ho trovato fresco, divertente e passionale... proprio adatto all'estate.

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!