martedì 20 giugno 2017

Recensione WOLF 2 IL GIORNO DELLA VENDETTA di Ryan Graudin

WOLF 2  Il giorno della vendetta  
di Ryan Graudin
(Serie Wolf By Wolf #2)

Trama
È il 1956 e il mondo è in fermento: dopo decenni di dominio assoluto, Hitler è stato assassinato e la Resistenza è pronta a prendere le armi. A innescare la scintilla è stata Yael, la ragazza dagli straordinari poteri mutaforma, miracolosamente sopravvissuta al campo di concentramento. È solo grazie al suo coraggio se il Nuovo Ordine ha le ore contate. O almeno così tutti credono. Ma la verità è molto più complicata di come appare, e le conseguenze di quanto è accaduto sono devastanti. Ora Yael è in fuga in territorio nemico. Non è sola, però. Insieme a lei ci sono Luka e Felix, i due ragazzi che ha dovuto tradire per portare a termine la sua missione e che adesso vuole proteggere a ogni costo. Ed è nel bel mezzo del caos che il passato e il futuro di Yael si scontrano, obbligandola a fare i conti con i propri sentimenti. Odio e amore, vendetta e perdono. Scegliere non è facile, soprattutto quando sul piatto della bilancia ci sono da un lato il destino del mondo intero e dall'altro la vita di chi ama. Quale sarà la scelta di Yael? Vita o morte? La conclusione della saga di Ryan Graudin, iniziata con "La ragazza che sfidò il destino".

La mia opinione

Si conclude con questo capitolo la duologia di Ryan Graudin, una storia ambientata in un passato remoto ipotetico (definito appunto ucronico). 
La storia è ambientata nel 1956, Yael è una mutaforme (o mutapelle), risultato del crudele progetto segreto voluto da Hitler. È in grado di cambiare aspetto a proprio piacimento, ed è proprio grazie a questa qualità che viene scelta dalla Resistenza per assassinare Hitler e far cadere il terzo Reich. Assumendo l’aspetto di Adele, inizia il suo viaggio e la gara per il Tour dell'Asse con l'unico scopo di vincere. Yael era consapevole dei rischi, ma non avrebbe mai immaginato che sarebbe stato così complicato, ha però portato a termine la propria missione, si è trovata al cospetto del Führer e lo ha assassinato. Il volto di Adele è su tutti gli schermi televisivi del mondo e ora Yael è in fuga.
La trama alterna momenti nel presente della storia, a flashback della vita di Yael, Luka e Felix.
Tutt'oggi anche nella realtà è ancora un tema difficile e delicato da trattare, durante la Seconda Guerra Mondiale, vennero infatti condotti numerosi esperimenti su esseri umani considerati inferiori. Yael è sopravvissuta a queste atrocità condotte per uno scopo preciso: rendere Hitler immortale. 
Luka ha sempre saputo che la ragazza che credeva essere Adele, era troppo diversa dalla persona che aveva conosciuto in passato. Assistendo all'assassinio di Hitler e della trasformazione di Adele, decide di seguirla e scoprire chi si cela dietro il suo aspetto. 
Ho adorato il personaggio sarcastico e strafottente di Luka, l’ho osservato passare in secondo piano, prendere decisioni e schierarsi dalla parte giusta.
Felix è un altro personaggio complesso e ben strutturato. Ammetto che non mi ha fatto impazzire, specialmente in questo libro, però mi ha anche fatta riflettere. Se la vostra famiglia venisse catturata e minacciata dalla Gestapo, come reagireste? 
Nella prima parte del libro Yael è in fuga, non aveva però messo in conto che i piani sarebbero potuti andati diversamente da come previsto, oltre al fallito tentativo di uccidere Hitler, si è ritrovata a condividere la fuga con due persone indesiderate: Luka e Felix. Durante i loro tentativi di nascondersi, di sopravvivere e di formulare un eventuale nuovo piano, Yael si ritrova diverse volte faccia a faccia con i nemici, ma l'ultima cosa che si aspettava era di trovare un vecchio volto amico creduto morto ormai da anni. In Yael si accende un barlume di speranza, non tutto è perduto e, dopo diverse peripezie e decisioni sofferte e dolorose, Yael capisce che in ballo c'è molto di più, decide quindi di andare sino in fondo, scoprire gli oscuri e profondi segreti che vi si celano dietro e di uccidere una volta per tutte Hitler per porre fine al Terzo Reich.
Ho amato entrambi i libri, ci mostrano una vita che sarebbe potuta essere reale se Hitler non fosse stato sconfitto, perché se c’è qualcosa che la storia ci ha insegnato, è che atrocità come queste non dovrebbero mai più accadere.
La storia a tratti è realistica, Yael è una ragazza molto forte e coraggiosa, ti fa capire che quando vivi una vita piena di atrocità e di paura costante, la paura stessa diventa parte integrante della tua vita e che a volte un sacrificio è necessario per il bene dell'intera umanità se questo può cambiare la storia e rendere dignitosa la vita delle persone.
Altra cosa che mi ha colpita è che in queste circostanze le persone cercano di sopravvivere, tuttavia a lungo andare la speranza di un cambiamento si affievolisce, ma, basta una scintilla per riaccendere quella speranza e decidere che sia giunta l'ora di iniziare a vivere, così come ha deciso Yael.
Bellissimo libro, consiglio di leggere entrambi i romanzi della serie.

Punto di vista: Multiplo
Sensualità: Appena accennate,è presente una storia d'amore anche se non approfondita.
Caratteristiche: Azione, Thriller, Drammatico
Stile narrativo: Scorrevole
Tipo di finale: Lieto fine.

Recensione a cura di LINDA


1 commento:

  1. Ciao! Complimenti per la recensione! Questa serie mi attira tantissimo! Non vedo l'ora di leggerla!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!