giovedì 19 aprile 2018

Recensione: Incantata di Terri George

Incantata 
(Frost Trilogy Vol. 1)
di Terri George 

Trama
A certi uomini è troppo difficile resistere, e Nick Frost è irresistibile: un Uomo con la U maiuscola; un Uomo che sa ciò che vuole e non si lascia fermare da niente pur di ottenerlo.
Mia James non è in cerca di una relazione stabile, tantomeno di un’avventura di una notte. Gli sforzi di Nick per “corteggiarla” le danno solo la conferma che lui è un Playboy d’alto livello.
Nella mente di Nick le cose sono già fatte. Mia è la donna giusta per lui. Ma nella vita e in amore niente è semplice. Lui è disposto a concederle il suo cuore, ma lascerà che lei entri anche nei suoi pensieri? Si fiderà abbastanza per confidarle i segreti del suo passato?
Mia può lottare quanto vuole, ma la loro attrazione è fuori dal comune, la tentazione è troppa per poter resistere. La domanda è: può fidarsi e concedersi completamente a un uomo che ha così tanti segreti?

La mia opinione

Incantata è il primo romanzo della trilogia Frost di Terri George, e racconta la storia di Mia James, un’organizzatrice di eventi, e del playboy Nick Frost.
Mia è appena uscita da una relazione disastrosa con uno stronzo, quindi l’ultima cosa che vuole al momento è iniziarne una nuova. Peccato che Nick non sia d’accordo. Infatti, dal primo istante in cui la vede, inizia a corteggiarla in maniera quasi ossessiva e al limite dello stalking. Personalmente, avrei chiamato la polizia ad un certo punto.
La chimica tra i due è innegabile, quindi, dopo un po’ di presunti tira e molla, finiscono a letto insieme.
Bene. Qui siamo arrivati al 25% del romanzo. Da questo punto, fino all’82%, non c’è praticamente più storia ma solo una scena di sesso dietro l’altra. 
Ad onore del vero, Mia esce con la sua migliore amica due volte in questo arco temporale, ma non sono veramente rilevanti. Se ci fosse stata una scrematura delle scene di sesso, non dico un’abolizione totale, bastava ridurle di un quarto, probabilmente non sarebbe stata così una pena arrivare alla fine del romanzo.
Mia e Nick sono gli stessi dall’inizio della storia fino alla fine, non c’è nessuna evoluzione nei personaggi.
Mia è simpatica, un po’ scialba e prova ad avere una spina dorsale, ma fallisce la maggior parte delle volte, soprattutto quando si tratta del nostro eroe.
Nick è fin troppo maniacale ed ossessivo. La tratta da cani appena scopre che ha persino solo salutato un uomo. Secondo me la loro relazione è oppressiva e malata, ed è il motivo principale per cui questo romanzo non mi è piaciuto.
La storia… non esiste e non c’è molto da aggiungere al riguardo. Forse, la parte che ho trovato più interessante è stata la parte finale, quando inizia effettivamente ad esserci qualcosa oltre al sesso.
Ho visto che i due libri successivi della serie sono incentrati sempre su loro due come protagonisti, ma sinceramente ho quasi paura a continuare a leggerli. Nick è ad un passo dal diventare un fidanzato violento, non so come la scrittrice possa salvare una cosa del genere.
Nel totale darei due stelle a questo romanzo e, se devo essere del tutto onesta, non lo consiglierei. A me, di solito, piacciono gli erotici, ma le scene di sesso devono avere un motivo di essere lì. Qui mi sembrano lanciate a caso, giusto per attirare lettori. L’unica scusante che posso trovare è che questo è il suo primo romanzo, quindi probabilmente Terri George è cresciuta come scrittrice. Confido nei prossimi.

- Punto di vista: prima persona, punto di vista di lei
- Sensualità: molte scene di sesso
- Caratteristiche: carino, prevedibile
- Stile narrativo: scorrevole
- Tipo di finale: conclusivo, soddisfacente


Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!