martedì 26 giugno 2018

Recensione: REBEL LOVE di Erin Watt

REBEL LOVE 
di Erin Watt

Trama
Beth ha diciassette anni ed è all'ultimo anno di liceo. Dovrebbe essere circondata da amici, uscire con ragazzi carini e godersi i momenti migliori della sua età. Invece, la sua vita è già stata scritta dai genitori, fino all'ultimo dettaglio. Da quando la sorella è morta in un incidente, tre anni orsono, l'hanno infatti obbligata a vivere in una prigione dorata, monitorando ogni sua mossa, nel tentativo di proteggerla da ogni cosa. Senza alcuna privacy né via di fuga, Beth è oppressa dalle loro paranoie e paure, come intrappolata nella sua stessa vita. Eppure lei è viva, e vuole vivere. E per assaporare anche solo un minuto di vita reale è pronta a tutto, anche a mentire per imbucarsi da sola a una festa con degli sconosciuti. Lì incontra un ragazzo. Si fa chiamare Chase, è appena arrivato in città, ha due incredibili occhi blu e una cicatrice sul sopracciglio. Sembra che tutti lo conoscano e quando cammina, intorno a lui, si crea il vuoto. Perché Chase, con i suoi molti fantasmi e colpe da espiare, porta guai, e belli grossi anche. Beth però non lo sa, e presto sarà costretta a fare una scelta: seguire le regole, o il suo cuore, rischiando di distruggere tutto... di nuovo.

La mia opinione

La diciassettenne Elizabeth Jones non è particolarmente felice della propria vita, motivo per cui decide di andare ad una festa anche se la sua migliore amica le da buca. 
Lì incontra Chase, un ragazzo che la colpisce all'istante  e con il quale finisce a letto. E fin qui tutto bene, se non fosse che il primo giorno di scuola, Elizabeth scopre che Chase ci si è appena iscritto e che in verità si chiama Charles Donnelly. 
Il ragazzo che ha investito e ucciso sua sorella tre anni prima.
Dramma.
Non mi è piaciuto particolarmente come ogni altro studente ha gestito la situazione. La cosa è spesso diventata ai limiti dell’esasperazione e del pedante. Alcuni personaggi sembravano addirittura possedere una doppia personalità. Quella che sarebbe dovuta essere la migliore amica di Beth non può essere assolutamente chiamata tale. 
Non sono del tutto certa mi sia piaciuta la protagonista Elizabeth. Ha una vita un po’ del cavolo, e non mi riferisco a ciò che è accaduto alla sorella, ma di come sono diventati i suoi genitori dopo la tragedia che li ha colpiti. Al limite dell’ossessione. Le hanno perfino tolto dai cardini la porta della stanza e hanno lasciato il lavoro a nome suo. Opprimenti è dire poco. Detto ciò, però, non è che lei si comporti in maniera matura, come poi le farà notare Chase. Elizabeth si fa mettere i piedi in testa da chiunque, compreso l’ex ragazzo di sua sorella, Jeff, che credo si meriti il premio come personaggio più odioso in un libro.
Charles, invece, l’ho adorato. Si da la colpa per quello che è successo, a ragione, ma nonostante abbia pagato il debito con la società, per così dire, non riesce a perdonarsi. Inoltre, vedere Beth ogni giorno non lo aiuta di certo. Neanche scoprire chi fosse lei veramente (entrambi non erano a conoscenza del vero nome dell’altro quando hanno fatto sesso). Il modo in cui affronta quello che gli succede a scuola,  senza reagire, è quasi doloroso da leggere.
La relazione tra i due protagonisti mi è sembrata un po’ forzata, soprattutto l’ossessione di Beth, che a volte sembra volerlo lontano ed altre volte si trasforma quasi in stalker, altra ragione per cui non sono sicura mi faccia impazzire come personaggio.
Nel complesso la storia di Rebel Love mi è piaciuta e l’ho trovata interessante e particolare. 
L'autrice ha inserito nella storia molti drammi, ma non credo siano stati sviluppati al massimo. Questa è una considerazione puramente personale però, credo che molte lettrici non concorderanno con me.
Darei in totale tre stelle e mezzo al libro e lo consiglierei a tutte le amanti degli Young Adult e soprattutto di Erin Watt.

- Punto di vista: prima persona
- Sensualità: qualche bacio
- Caratteristiche: carino, emozionante
- Stile narrativo: scorrevole
- Tipo di finale: conclusivo, soddisfacente

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!