mercoledì 26 settembre 2018

Recensione: L'Esca di Jade West



L'Esca
di Jade West

Un estraneo online. 
Capelli scuri e occhi cupi, che conoscono i miei più sporchi desideri ancora prima di me. 
Una fantasia di cui non si dovrebbe mai parlare. 
Eppure, lui è riuscito a strapparmi una confessione. 
E adesso verrà a cercarmi. Rude. Perverso. Pericoloso.
Sarà una notte fatta per abbandonarsi e dimenticare.
Mi farà sua e fingerò di non volerlo. Scapperò e lui mi inseguirà. Perché glie l’ho chiesto io.
L’ho supplicato. Stanotte, nelle tenebre, lui è il cacciatore. E io sono l’esca.


La mia opinione

Abigail è una ragazza con un passato difficile, che l'ha portata a cambiare città e a vivere una vita impersonale e priva di soddisfazioni, senza nessun obiettivo particolare. Abigail non ha paura di ricercare negli uomini le sue fantasie sessuali più sporche e perverse, anche se sa che sono quasi malate. Eppure è consapevole che sono proprio questi desideri che la farebbero sentire più viva che mai, se ci fosse qualcuno pronto a realizzarli. 
Una sera, Abigail decide di mettere un annuncio su un sito d'incontri online, descrivendo il suo desiderio di essere un'esca e di trovare qualcuno che sia il suo cacciatore, il suo mostro, pronto ad inseguirla, a catturarla e a farla sentire viva di nuovo, solo per una notte. In molti rispondono al suo annuncio in modo superficiale, ma non Phoenix Burning. Phoenix (o meglio, Leo) ha già conosciuto questo tipo di desiderio, in passato. 
Ed Abigail comprende subito che Phoenix è diverso, è  il mostro che tanto ha desiderato nelle sue fantasie più profonde e proibite.  


"Che cosa ti è successo?"
Di fronte a quella domanda, ho un tuffo al cuore. Stavo aspettando che arrivasse da così tanto tempo.


"L'esca" è un dark romance che va letto senza pregiudizio.
Ammetto, inizialmente, di aver pensato che Abigail fosse una pazza, che volesse del sesso non consenziente, ma in realtà il dolore e la paura che Abigail vuole provare sono assolutamente consenzienti. 
Non ho potuto fare a meno di "giudicarla",  quando in realtà la nostra protagonista è semplicemente una donna che ricerca emozioni forti, che non ha paura di esternare le sue fantasie erotiche più  profonde, finendo poi per trovare qualcuno in grado di soddisfarle. 
È perfettamente consapevole di ciò che vuole e del fatto che sia qualcosa di estremo, ma non per questo si tira indietro.
Leo, o Phoenix, il nostro protagonista maschile, è un uomo tormentato dal suo passato, con un figlio problematico da crescere e un'azienda in crisi da mandare avanti. È un personaggio senza dubbio complicato, rude e a tratti spaventoso. 
Anche lui, proprio come Abigail, vive una vita che sembra non appartenergli.
Ma quando legge l'annuncio online della ragazza, sente che qualcosa sta finalmente  per cambiare. 
Le scene di sesso descritte sono molto forti, spesso anche violente, ma ogni momento è sempre consensuale da parte di entrambi (anche se, in alcuni passaggi, non sarà facile ricordarselo).
Tra i nostri due protagonisti, in maniera graduale, finirà per nascere qualcosa di più grande di una semplice attrazione sessuale,  che porterà Abigail a voler scoprire sempre qualcosa in più sul suo "mostro" (inizialmente, infatti, non lo vede nemmeno in faccia) e Phoenix a voler soddisfare Abigail in ogni modo, ma, allo stesso tempo, di volerla anche proteggere.
L'evoluzione della trama non è per nulla scontata e non è facile comprendere Phoenix e Abigail: io stessa ammetto di aver fatto molta fatica, soprattutto inizialmente. 
"L'esca" non è un libro per tutti: è necessaria una mente aperta, che non si lasci influenzare da stereotipi o da pregiudizi.
Lo stile narrativo è coinvolgente e ricco di suspense: piano piano, rimarrete incollati alle pagine!
Alcune scene le ho trovate piuttosto surreali, ma forse il messaggio di questo romanzo è proprio che non bisogna mettere alcun limite alla fantasia (di qualsiasi natura essa sia!).
Da leggere, tenendovi sempre pronti a tutto!

Punto di vista: prima persona alternato
Sensualità: moltissime scene di sesso esplicite, anche violente
Caratteristiche: esplicito, emozionante, sensuale  
Stile narrativo: scorrevole, coinvolgente, ricco di suspense
Tipo di finale: auto-conclusivo



Si ringrazia la casa editrice Quixote Edizioni per aver fornito la copia ARC digitale del romanzo.

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!