giovedì 1 novembre 2018

Recensione: Chiaro di luna a Manhattan di Sarah Morgan

Chiaro di luna a Manhattan 
di Sarah Morgan
(From Manhattan with Love #6)

Trama
Harriet Knight è sempre stata timida e riservata, ma da qualche tempo questo aspetto del suo carattere ha iniziato ad andarle stretto. Così, decisa a risolvere il problema una volta per tutte, stila un elenco di cose che in condizioni normali non farebbe mai perché la terrorizzano, e sfida se stessa a metterle in pratica. Una al giorno per tutto il mese di dicembre, dal Ringraziamento a Natale, che per concludere in bellezza festeggerà senza la sua famiglia. Ma quando una delle migliori clienti della Bau Rangers, l'agenzia di dog-walking che gestisce insieme alla sorella Fliss, è costretta ad allontanarsi da New York per qualche tempo e a lasciare Madi, la sua esuberante spaniel, a casa del fratello, Harriet si ritrova a dover aggiungere un'ulteriore prova di coraggio alla sua già lunga lista: vedersela con l'arrogante e scorbutico dottor Ethan Black e l'inaspettata alchimia che si è subito creata tra loro. Prima di incontrare Madi, Ethan era convinto di essere abituato al caos, ma quel minuscolo cane è assolutamente impossibile da gestire. L'unico modo per sopravvivere è procurarsi una dog-sitter che se ne occupi al posto suo ventiquattr'ore su ventiquattro, e ingaggiare Harriet a tempo pieno è senz'altro la soluzione più semplice. Lo è molto meno fare i conti con ciò che quella giovane donna suscita in lui. Sotto i raggi argentei della luna che illumina Manhattan è facile sentirsi audaci e concedersi di sognare, ma Harriet saprà affrontare la sfida più grande? Riuscirà a gettare al vento la cautela e ad aprirsi all'amore?


La mia opinione

Da Manhattan con amore #6: purtroppo, non ho letto i cinque precedenti (ognuno comunque è auto-conclusivo), ma state pur certi che recupererò. 
Chiaro di luna a Manhattan ha tutti gli elementi necessari per poter essere definito un romance perfetto e, credetemi, lo è. Lo è perché si legge in un fiato, perché è dolce, perché fa sognare, perché sullo sfondo c’è il Natale, perché la storia narrata ha lo scopo di allietare un momento di vita e ci riesce benissimo!
Personalmente adoro rileggere alcuni libri e questo sicuramente sarà tra quelli che leggerò e leggerò ancora, perché Harriet ed Ethan meritano di essere incontrati di nuovo.
Ho trovato i personaggi perfetti, Harriet è una ragazza dolcissima, buona, generosa, altruista, con una serie di insicurezze che però riesce a metter da parte quando si tratta di salvaguardare i suoi piccoli amici a quattro zampe. Ha lavorato e continua a lavorare molto su sé stessa per essere chi vuole lei, per avere amore e solo quello intorno.
Ethan è un medico di pronto soccorso, dedito al proprio lavoro, gentile, educato, che non ha paura di chiedere scusa, sicuro di sé e bello, tanto bello.
Una delle “sfide di Harriet" li fa incontrare una prima volta, il destino la seconda. Si sa, quando è destino è destino!
Oltre alla storia ed ai personaggi, un altro elemento che ho adorato tantissimo sono i dialoghi. Io sono una fan sfegatata dei dialoghi: quelli belli, che ti fanno conoscere meglio i protagonisti senza che debbano esserci in alternativa tre pagine di interiorizzazioni varie. In questo libro troviamo dialoghi frizzanti dove viene detto tutto il necessario, non restano non detti in sospeso. Sia Harriet che Ethan sono sempre estremamente sinceri nel loro rapporto, a prescindere dalle possibili conseguenze che ciò potrebbe comportare; sono molto forti, quasi coraggiosi, anche Harriet che fatica a gestire lo stress quando deve tirar fuori le unghie lo fa e, a riguardo, troviamo dei momenti molto spumeggianti!
È un romanzo dolce, frizzante e bello e, di conseguenza, mi è piaciuto tanto!

Non voglio far la moralista, ma vi lascio con un promemoria che ci regala Harriet:

“Ho detto che ti amo. Ed è vero. Ma tu non mi ami e io non voglio diventare una di quelle persone che sperano che qualcosa cambi, perdendo se stesse ogni giorno che passa. Non lotterò per il tuo amore, Ethan. L'ho già fatto con mio padre, e non lo farò mai più. Se una persona non può amarmi per quella che sono, allora per me non va bene.”

Punto di vista: narratore esterno
Sensualità: scene hot molto soft
Caratteristiche: frizzante, dolce, romantico
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: autoconclusivo




Si ringrazia la casa editrice HarperCollins Italia per la copia ARC del romanzo.

1 commento:

  1. attendevo la storia della gemella e che a quanto ho letto conclude questa serie (non ho trovato un libro su susan la collega dottoressa e mi dispiace....) e non mi ha deluso
    ethan e harriet sono le due parti di una metà che si trovano perfettamente insieme......mi sono piaciuti tantissimo i miei preferiti senza dubbio di questa serie
    "Se una persona non può amarmi per quella che sono, allora per me non va bene.” questa frase riassume lo stesso che ho deciso anche io tempo fa.........
    bellissimo ritrovare poi nel corso della storia tutti gli o'neil!!!!!
    speriamo pubblichino anche altro di questa autrice

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!