venerdì 9 novembre 2018

Recensione: Love Dribble: un amore a canestro di Irene Pistolato

Love Dribble: un amore a canestro
di Irene Pistolato

TRAMA
James è un giocatore professionista dell'NBA, il basket è tutta la sua vita e ha tutte le carte in regola per vincere, finché il suo nome non viene infangato in uno scandalo scommesse. Ferito dal caos mediatico che ne consegue, nonostante la sua innocenza, decide di prendersi una pausa e in gran segreto giunge a Sirmione, in Italia. Qui incontra Tania, commessa in un supermarket che sogna di incontrare presto il vero amore. Tra i due scatta subito la scintilla della passione, ma presto James si troverà a fare la scelta più ardua: il basket nella sua terra natale, Detroit, o l'amore in un piccolo paesino italiano. Possono cuore e mente, per una volta, volere la stessa cosa?



LA MIA OPINIONE


James Price è il giocatore di punta dei Detroit motors nell’NBA. 
Improvvisamente si trova incastrato in una situazione a dir poco scomoda che potrebbe minacciare la sua carriera. Consapevole di essere innocente e allo stesso tempo di non poter fare nulla, il giovane e affascinante J. Price abbandona Detroit senza guardarsi indietro; la decisione repentina lo porta in un paese sulle rive del lago di Garda: Sirmione. 
Qui incontra Tania Diatti, una bella italiana che cerca l’amore, eppure non riesce a trovare un uomo che possa soddisfarla; stufa dopo l’ennesimo appuntamento finito male decide di non mettersi in tiro una volta tanto e puntare sulla semplicità. Durante una cena con la sua migliore amica, Monica, Tania incontra James e da subito parte la scintilla.
Tra i due protagonisti l’attrazione è evidente e dopo una serie di eventi che li portano a conoscersi scoppia la passione.
Il patto tra James e Tania è chiaro: questa è una relazione che gira intorno al sesso e niente più, in quanto da un momento all’altro il cestista potrebbe ritornare in America e non si vedrebbero più, ma si sa che spesso (soprattutto nei romanzi) non sempre le cose vanno come si vorrebbe.

“La sua vita è  a Detroit, la mia qui a Sirmione, non ci potrà mai essere nulla di serio tra noi e lo sappiamo bene.”

Questo libro sviluppa la trama in modo molto veloce e quasi non c’è tempo per assaporare fino in fondo quello che succede ai personaggi, ma allo stesso tempo è da apprezzare il modo in cui una semplice storia di sesso si trasformi quasi inevitabilmente in altro. 
Ho avvertito una certa fretta nell’andamento della narrazione, come se l’autrice non vedesse l’ora di scrivere la parola “fine”. 

“Mi sento bene, al mio posto, e non vorrei essere da nessun’altra parte.”

A livello di contenuto mi aspettavo forse qualcosa in più, ma è stata una lettura piacevole; la cornice del libro è il basket, che amo molto, e nel complesso sia i protagonisti che i personaggi secondari, come Monica, risultano essere divertenti e molto umani.
La storia di James e Tania è adatta per chi vuole leggere qualcosa di leggero, piccante e romantico.

punto di vista: in prima persona alternato James/Tania
sensualità: sono presenti molto scene hot
caratteristiche: romantico, divertente, leggero, sportivo
stile narrativo: semplice e scorrevole
finale: Autoconclusivo

1 commento:

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!