mercoledì 21 novembre 2018

Recensione: Ruin di Samantha Towle (inedito in Italia)

Buongiorno ragazze,
oggi vorrei parlarvi del nuovo sport romance di Samantha Towle, Ruin.

“È quello che faccio quando combatto. Mi perdo. Mi dimentico di ogni cosa e di tutto. Mi dimentico i miei rimpianti, i miei errori. Mi dimentico di lei.”


“Lui non è abbastanza buono per te.”
“E tu lo eri?”
“No.” Lui fece un passo più vicino a me. “Io non sono mai stato abbastanza buono per te. Ero solo egoista e ti volevo così tanto.”

TRAMA
E il nuovo campione dei pesi massimi del mondo è ...
Queste sono le parole che Zeus Kincaid stava aspettando di sentire da quando aveva indossato un paio di guanti da boxe. Semplicemente non pensava che sarebbero venuti con una tragedia che avrebbe cambiato il modo in cui vedeva lo sport per sempre.
Cameron Reed era al suo secondo anno alla Juilliard quando il suo amore d'infanzia, Zeus Kincaid, si allontanò da lei. Qualche mese dopo, Cam si rese conto che non avrebbe mai realizzato il suo sogno di ballare per il New York City Ballet.
Ora lavorando come ballerina in un club di lusso a Manhattan, Cam si ritrova di fronte l'uomo che una volta amava. Ed è il suo turno di allontanarsi da lui.
Dopo cinque anni di assenza di Cam, Zeus non è pronto a lasciarla andare di nuovo. Ma quando si trova sulla soglia di casa sua la mattina dopo, le cose non vanno come lui si aspettava ...


“Fa male amarti… ma mi guarisce, anche. Amarti è tutto.”



“Quest’uomo è la mia debolezza. La mia caduta. La mia rovina. Lo è sempre stato. E sembra che lo sarà sempre.”


Ruin racconta della seconda possibilità tra Zeus e Cameron. Dopo quattro anni in cui non si sono mai visti, Zeus incontra per caso Cameron e capisce che ci sono ancora dei sentimenti tra di loro. Solo che scopre ben presto che lei è diventata madre di una bambina, Gigi, e che ha lasciato la Julliard per badare a lei, in più ha due lavori, tra cui uno in un club per adulti. Ah, e che Gigi è figlia anche sua.
Solitamente non amo i romanzi in cui l’eroe scopre di avere un bambino e in cui l’eroina glielo ha nascosto per anni. A difesa di Cameron, però, c’è da dire che lei non glie l’ha nascosto. Anzi, ha provato a dirglielo quando si erano lasciati, ma l’agente le ha detto che a Zeus non importava nulla di lei e del bambino. 
Devo ammettere che mi sono piaciuti tutti e due i protagonisti. Cameron è una donna forte che ha paura di essere ferita di nuovo, e lo stesso vale per Zeus. Sapere di avere una figlia l’ha ferito, ma sapere anche perché non ne fosse a conoscenza l’ha distrutto.
Questa lettura è stata piacevole. La Towle trova quasi sempre il modo di intrigarti e di farti continuare a leggere la storia. In più, ho adorato i fratelli di Zeus, infatti non vedo l’ora di leggere il prossimo romanzo con protagonista Ares. Nel totale, darei a Ruin quattro stelle e lo consiglierei alle amanti dei romance, specialmente sport romance.


“Sei stata mia dal momento in cui ti go visto. Questo non cambierà mai.”


- Punto di vista: punto di vista di entrambi, prima persona
- Sensualità: scene hot
- Caratteristiche: dolce, emozionante e romantico
- Stile narrativo: scorrevole
- Tipo di finale: conclusivo


“E questo è il motivo per cui non crederò mai a una singola parola che mi dirai, Zeus. Perché, quando ami qualcuno, lo ami veramente, combatti per quella persona. Combatti con le unghie e i denti, non importa il costo per te stesso. E neanche una volta hai mai combattuto per me.”

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!