giovedì 23 giugno 2011

Recensione: "Cuore Nero" di Amabile Giusti

Cuore Nero di Amabile Giusti è un urban fantasy young adults ma personalmente lo consiglierei a chiunque.


La protagonista è Giulia, 17enne di Palmi, tosta, schietta e ironica che non si può non prendere subito in simpatia.
La ragazza ha una cotta (anche se definirla cotta è un po' riduttivo...) per l'affascinante compagno Max, visto da tutti come il classico rubacuori della scuola. Ma le apparenze ingannano e la nostra Giulietta (come spesso la chiama lui) scoprirà che Max non è quello che fa credere di essere. Una sera durante una passeggiata con il fedele cagnolino, Giulia conosce il misterioso Victor, trasferitosi a Palmi con la madre e la sorella nella tetra villa dell'Agave. In seguito a quell'incontro Max irrompe sempre di più nella vita di Giulia corteggiandola e cercando di metterla in guardia da Victor ma senza rivelarle nulla di più. Gli eventi che seguiranno porteranno Giulia a scoprire la verità sui due ragazzi e si troverà coinvolta in una lotta tra vampiri e cacciatori...


Nella prima parte del libro l'autrice è veramente brava a depistare il lettore. Se pensate che l'incontro con Victor sia l'inizio di una qualche specie di triangolo amoroso vi avverto subito che non è così. E ne sono stata più che felice (i triangoli non mi sono mai piaciuti!). Giulia ama Max e Max soltanto. Non ne ha mai alcun dubbio per tutto l'arco della storia. All'inizio prova a scacciarlo dalla sua testa, anzi dal suo cuore, ma è una causa persa.


"Ti aspetto più tardi. Tengo la finestra aperta. Se non mi ami non venire. Ma se vieni, sarai mio prigioniero per sempre"


Max è il mio preferito, un ragazzo complesso e a volte brusco ma che ha le sue ragioni. I dialoghi e le battutine ironiche tra lui e Giulia sono uno dei punti forti della storia.
Victor è un personaggio misterioso e a mio avviso un po' ambiguo che a volte si comporta da amico ma che nasconde un segreto. Nel libro sono presenti diversi altri personaggi che hanno tutti la loro parte ben definita, la famiglia di Giulia, la sua migliore amica, la famiglia di Max e quella di Victor.
Il libro è diviso in 4 parti, più si prosegue con la lettura più vengono svelati misteri e segreti. L'ultima parte è sicuramente quella con più scene d'azione e colpi di scena inaspettati.
I vampiri di Amabile Giusti hanno un cuore nero, così come è nero il loro sangue e si disintegrano alla luce del sole (anche se uno di questi è in grado di uscire di giorno ma per un particolare motivo). Sono creature immortali che però possono "ammalarsi" e morire.


Mi è piaciuto molto lo stile di scrittura dell'autrice, semplice, scorrevole e moderno. Nonostante il libro abbia più di 500 pagine l'ho letteralmente divorato. Staccarsi era difficile, i personaggi e la loro storia mi è rimasta particolarmente nel cuore così come quel finale inaspettato che oltre a commuovermi mi ha lasciato con un po' di amaro in bocca.


Cuore Nero è un libro autoconclusivo ma spero che Amabile Giusti accolga le numerose richieste (che ho avuto modo di leggere nel web) delle sue lettrici e voglia mettere su carta il seguito di questo bel romanzo che consiglio assolutamente di leggere.




il mio voto:


1 commento:

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!