mercoledì 22 giugno 2011

Recensione "Ti sento" di Cassidy McCormack


Titolo: Ti sento
Autrice: Cassidy McCormack alias Ilenia Ferrelli
Casa editrice: Edizioni R.E.I.
Prezzo: euro 18,90
Pagine: 572


Questo libro è stato il primo urban fantasy di un autrice italiana che ho letto, e devo dire che già dalla trama mi aveva subito ispirato ed incuriosito. Le prime pagine mi hanno immediatamente catapultato nella mente del protagonista, Alessandro, un ragazzo di 23 anni, bello, ricco e misterioso. Infatti egli nasconde un passato tormentato ed un segreto inconfessabile: come primo genito di una delle poche famiglie pure dell' Ancharos, è un nocchiere, ovvero un incaricato di accompagnare le anime ovunque sia destinato che esse vadano. Gli Ancharos sono infatti una stirpe di uomini potenti e latali incaricati di compiere il destino dei Comuni, delle persone normali. Sono gli Angeli della morte.

Il romanzo ci narra quindi della vita di Alessandro in un presente difficile, in cui vige una fragile tregua con quelli che sono gli acerrimi nemici della sua stirpe, il Clan: persone comuni che si prefigonno come scopo l'eliminazione degli Ancharos, tramite la cui eliminazione garantirebbero all'umanità l'eternità. La storia si sofferma poi anche sui fatti importanti della vita del ragazzo, come la difficile vita che è stato costretto a vivere nell'accademia degli Ancharos, il viaggio a New York e il primo travolgente amore per Celine... ma i problemi per lui cominciano dall'incontro con la silenziosa e forte Denise.

Lei è una sua nemica, figlia di uno dei più importanti esponenti del Clan, su cui penderà una terribile sentenza di morte, che ci terrà in sospeso fino alle ultime battute del romanzo.
L'attrazione e il senso di protezione che gli infonde Denise sarà alternato alla travolgente passione e al ricordo del dolce amore per Celine, in un susseguirsi di eventi inattesi e colpi di scena inaspettati.
Ammetto di aver versato anche qualche lacrima, immedesimandomi nel dolore straziante di Alessandro alla perdita della persona più amata; ma il finale è un vero colpo di scena, che risolve molte incognite e svela un nemico che mai mi ero immaginata esistesse davvero.

"Conoscerete la rabbia degli Ancharos, assaporerete la furia del mio popolo, udirete le nostre grida di gioia e non ci sarà modo di fermarci, no, perchè noi siamo i Signori della Morte che, avvolti dalle ombre, stiamo per investire le vostre case per placare la nostra ira."

Il mio voto è:

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!