sabato 4 giugno 2011

Recensione "The Sky is Everywhere" di Jandy Nelson


Quando ho letto la trama di questo libro ho pensato, ecco un'altro libro in stile Moccia che piace tanto alle ragazzine e ho un po storto il naso e invece, mai prima impressione è stata più sbagliata della mia.

Mi ha tenuta incollata dalla prima all'ultima pagina, c'è tutto quello che io amo leggere nelle storie. C'è l'amore, il dolore, la tristezza e quel pizzico di ironia che rende il contenuto davvero molto bello.

La storia di Lennie inizia con la perdita di una persona cara e il dolore, che è la parte fondamentale del libro, è descritta in modo perfetto. Lo si sente nello scorrere delle pagine, in quei post-it sparsi tra le pagine e in quelle poesie scritte e poi buttate al vento e in alcuni punti mi sono anche commossa, sarà forse per il fatto che anche io so bene cosa si prova quando si perde qualcuno di così vicino a te come un fratello o una sorella. E' un dolore che va oltre l'immaginazione e, chi non lo ha mai provato, non si rende conto del vuoto che questo lascia dentro, un vuoto che nel libro è raccontato davvero molto bene.

La storia d'amore è particolare, Lennie dalla morte della sorella è confusa, non si rende bene conto di quello che le succede e cerca conforto nell'unica persona che al momento sta provando il suo stesso dolore e che comprende il suo bisogno di non dimenticare mai la sorella, cioè Toby proprio il fidanzato di Bailey. Ma quando nella sua vita entra Joe, Lennie si rende conto che quello che credeva di sentire per Toby, altro non è che il suo modo di Sentire Bailey più vicina, mentre in Joe, che a differenza di tutti non l'aveva mai conosciuta, trova finalmente una persona capace di farla di nuovo sorridere. Ma questa consapevolezza sarà difficile da capire e riconoscere il vero amore non sarà semplice per Lennie e la strada per arrivare alla decisione giusta sarà in salita e piena di curve.

Però non è un libro triste anzi, ti descrive la lenta rinascita di una intera famiglia e con alcuni sprazzi davvero molto divertenti, che rendono il libro un qualcosa da leggere assolutamente.

In poche parole The Sky is Everywhere è un piccolo gioiello in un mare di banalità che ultimamente ci hanno spacciato per capolavori. 

Il mio voto è 5 stelline

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!