venerdì 9 settembre 2011

Anteprima: "Luce" di Elena P. Melodia, in arrivo l'ultimo capitolo della saga My Land

In libreria dal prossimo 7 ottobre per la collana Lain della Fazi editore "Luce",  il terzo e ultimo romanzo della saga My Land scritta dall'italiana Elena P. Melodia. Dopo "Buio" e "Ombra" finalmente scopriremo la conclusione di questa saga urban fantasy dalle atmosfere noir e con quel tocco di romanticismo che a noi piace tanto.


Titolo: Luce - My Land
Autrice: Elena P. Melodia
Casa editrice: Fazi
Data di uscita: 7 ottobre 2011
Pagine: 400 ca.
Prezzo: € 18,50



«Un fantasy senza limiti di età… Alma, la protagonista, è una splendida Alice in noir» 
Alessandra Rota, la Repubblica



(vi avviso che la trama di seguito riportata contiene SPOILER!)


Dopo che, nel finale di Ombra, Morgan è stato inghiottito dal fiume insieme al Mai Nato con cui stava lottando, ritroviamo Alma, la protagonista della saga, in una stanza d’ospedale. Quando si risveglia, non ha memoria di nulla e di nessuno. Solo una volta a casa, Alma viene riportata al suo presente. Ricorda, per prima cosa, la caduta di Morgan nel fiume. Il professore le dà notizie che lei non vuole sentire: l’anima di Morgan è tornata a My Land, là dove il Leviatano ha più potere su di lui. My Land è un luogo surreale e onirico, una dimensione fatta di acqua in continuo movimento che crea e disfa immagini di volti e corpi a lei. Ogni anima è torturata con la materializzazione delle sue peggiori paure. Alla fine trova Morgan, indebolito ma deciso a proseguire la lotta. Alma e Morgan parlano anche del loro rapporto: il ragazzo le spiega che loro due non sono destinati a stare insieme. Alma piange, non vuole accettare la realtà, ed ecco che d’improvviso My Land scompare dalla sua vista e lei si ritrova nella vasca da cui aveva avuto inizio il suo viaggio. Un’altra amara sorpresa, però, la attende. Quando corre incontro alle sue amiche, si rende conto che queste non la riconoscono più. Solo Adam si ricorda di lei, l’abbraccia e, a bordo della sua motocicletta, la riporta a casa. E lì, con Adam, il ragazzo umano che soffrendo ha saputo volgersi al Bene, e non con Morgan, prigioniero della sua natura eterea e ultraterrena, che Alma scopre cosa sia l’amore, quello vero, fisico e spirituale. Ora sa cosa significhi essere “umana”, ma deve affrontare ancora un grande dolore: quando torna dalla sua famiglia, pare essere stata cancellata anche dalla memoria di sua madre e di suo fratello. È il prezzo da pagare per la sua definitiva incarnazione nella dimensione umana: lo sapeva, ma è ugualmente straziante… Dopo la separazione dai suoi familiari, è arrivato per Alma il momento del suo ultimo viaggio a My Land: la prova definitiva prima di diventare del tutto umana.
Finalmente nel mondo d’acqua incontra suo padre, il Leviatano. Nel corso di questa resa dei conti, Lui la minaccia di toglierle tutto ciò che le ha dato. Ma Alma è decisa. Il Leviatano si allontana, momentaneamente sconfitto, e anche per lei è giunto il momento di andare. Passano due anni, Alma e Adam vivono insieme in un appartamento. La “vita normale” sorride finalmente ad Alma, che ne assapora per la prima volta le gioie e le piccole difficoltà, la pace e la serenità… Ma del tutto normale, la vita di Alma non potrà mai essere. L’epilogo “chiude” la saga con il completamento dell’evoluzione del personaggio di Alma, ormai matura, consapevole, umana e innamorata della vita umana (qui simboleggiata da Adam). Ma è anche un epilogo affidato a una scena finale che mostra come, in fondo, l’evoluzione non possa mai dirsi finita, e che la battaglia tra il Bene e il Male è destinata a essere eterna. Alma ha lottato, completato la sua evoluzione: ha scoperto dentro di sé un’umanità, delle emozioni, la capacità di amare. Questo ha significato diventare umana, e recidere il filo che la legava al Leviatano. Altri, ora, dovranno fare lo stesso: altri Mai Nati, e lo stesso Morgan… Ci riusciranno? Lei, lo sa, continuerà a lottare per aiutarli.

La trilogia My Land è composta da:
- Buio
- Ombra
- Luce


Elena P. Melodia è nata nel 1974 a Verona. Laureata in Lettere con indirizzo classico, ha lavorato per qualche tempo come archeologa medievista, prima di approdare alla redazione di una grande casa editrice, dove per anni si è occupata di narrativa per ragazzi. Da qualche tempo è lei a scrivere i libri. 


2 commenti:

  1. son felicissima *__* lo aspettavo da tanto :D manca così poco *___*

    RispondiElimina
  2. Si lo aspettavo anche io! ^_^

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!