martedì 18 ottobre 2011

Recensione "I Diari delle Tenebre. Il Bacio della Notte" di Joss Ware alias Colleen Gleason

"I Diari delle Tenebre. Il Bacio della Notte" è il secondo capitolo della serie post apocalittica "The Envy Chronicles" scritta dell'amatissima autrice di urban fantasy per adulti Joss Ware alias Colleen Gleason già conosciuta per la saga The Gardella Vampire Chronicles.









Il Cambiamento, ossia una serie di terremoti, incendi e situazioni climatiche estreme, aveva devastato la civiltà e spazzato via la maggior parte della razza umana del ventunesimo secolo.
Dopo 50 anni da allora, sono rimasti pochissimi insediamenti umani, tra cui il più importate Envy, luogo dove una volta sorgeva Las Vegas.
Dal disastro, i pochi umani sopravvissuti, avevano dovuto fare i conti anche con alti: creature notturne paragonabili a zombie chiamati ganga e gli Stranieri ossia esseri umani resi immortali da alcuni particolari cristalli incastonati nella pelle e principali artefici del Cambiamento.
Non si sa in quale modo, 5 uomini che avevano vissuto all'epoca del cataclisma, si sono risvegliati indenni da una grotta a Sedona in Arizona, con lo stesso aspetto che avevano 50 anni prima ma con un particolare potere in più.
Protagonisti principali di questo secondo capitolo sono: Simon Japp, uno dei 5 sopravvissuti, dal passato oscuro e violento, risvegliatosi con il potere di rendersi invisibile e Sage Corrigandonna bellissima che passa la maggior parte del tempo in sala computer, dando così il suo contributo nella lotta contro gli Stranieri.
Cercando di trovare informazioni su Remington Truth (personaggio di cui veniamo a conoscenza nel primo libro), Simon e Sage, devono partire in missione insieme fingendosi sposati, per recarsi nella comunità da cui originariamente proveniva Sage. Questa condizione del tutto necessaria (scoprirete leggendo la particolarità di questo ambiguo insediamento), metterà a dura prova la capacità di controllo e i sentimenti di entrambi.
L'attrazione tra i due sarà inevitabile, ma dovranno fare i conti anche con qualcun altro: Sage con i sentimenti del suo migliore amico Theo verso di lei e Simon, avrà un incontro inaspettato proveniente dal passato.
Questo secondo capitolo della saga, mi ha coinvolto molto più del primo. In parte probabilmente è dovuto al fatto che il primo romanzo era molto introduttivo, in parte perchè mi è particolarmente piaciuta tutta la storia di Simon e Sage.
Le scoperte fatte nel corso della storia e il colpo di scena finale, non fanno che aumentare il mio interesse nel leggere anche il capitolo successivo, che spero non tardi ad arrivare nelle nostre librerie.


Il mio voto:  

2 commenti:

  1. non ero molto convinta della storia.. ma dalla tua recensione mi hai incuriosita.. magari inzio col primo e vediamo come va!ciaoo!

    RispondiElimina
  2. Il primo è carino ma devi entrare nell'ottica di questo mondo post apocalittico, il 2° è migliore secondo me!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!