venerdì 13 gennaio 2012

Recensione: "Stolen" di Kelley Armstrong

Con mio grande piacere ho potuto leggere in anteprima il secondo volume della serie "Women of the other world" di Kelley Armstrong, che uscirà nelle librerie a partire da oggi 13 Gennaio, edita da Fazi Editore.

Inizialmente ero un pò preoccupata di riapprocciarmi a questa saga, poichè il primo volume, Bitten, l'ho letto più di un anno fa. Temevo di essermi scordata particolari rilevanti della storia e di non potermi gustare pienamente questa nuova avventura della Armstrong.


Devo dire che i miei timori hanno avuto vita breve e mi sono da subito immersa nella lettura di questa bellissima storia. Ho riscoperto la protagonista , Elena, l'unica donna licantropo esistente al mondo, caparbia e sagace. Come in Bitten, anche in Stolen non si può non apprezzare il suo personaggio temerario ed intraprendente, ritrovando poi altri affascinanti personaggi, come Clay, il compagno burbero di Elena, dal selvaggio carattere animale, e Jeremy, Alfa del branco e capo dei licantropi.


Dopo l'avventura raccontata in Bitten, Elena aveva finalmente accettato la sua natura mannara ed era tornata a Stonehaven dal branco, riconquistando così il suo posto nel clan e ritrovando l'amore mai svanito di Clay. Le è stato affidato il compito di controllare e monitorare il comportamento dei bastardi, lupi mannari che vivono al di fuori del branco e non rispettando le regole imposte dall'Alfa, e di assicurarsi che la natura sovrannaturale della sua specie non venga mai scoperta dagli umani.


E' proprio seguendo una pista simile che la nostra protagonista viene a scoprire una straordinaria realtà: tutte le creature sovrannaturali del folclore comune, dai vampiri, alle streghe, ai demoni e sacerdoti vudù esistono veramente, ed un gruppo di scienziati senza scrupoli sta dando loro la caccia.
Proprio quando Elena cercherà di correre ai ripari ed adoperarsi per smantellare questa organizzazione di pazzi scienziati, verrà catturata ed imprigionata, separata dal branco e dai suoi amici.


L'ambientazione che la Armstrong fornisce della prigione e del complesso carcerario è quanto mai dettagliata ed assolutamente convincente; guardie armate senza scrupoli, prigionieri dai poteri misteriosi e scienziati completamente pazzi si avvicendano sulla scena, infittendo una trama coinvolgente e che vi terrà col fiato sospeso.
Ho detestato sin da subito tutti gli scienziati artefici di numerosi rapimenti. I loro scopi sono molti e diversi: dallo scoprire le caratteristiche di qualsiasi specie soprannaturale per i propri fini, al massacro per divertimento. Elena dovrà affrontare una serie di situazioni al limite del sopportabile, ed il lettore brama consapevolmente il momento in cui la nostra protagonista si ribellerà ai suoi carcerieri per tornare dal suo branco e meditare finalmente vendetta.


Il libro nel complesso è ben strutturato e scorrevole: lo stile della Armstrong ammalia e diverte. I suoi personaggi sono intensi: o li si ama o li si odia. Il selvaggio ed indomabile Clay è formidabile. Più vicino al suo lato di lupo che al lato umano, combatte per riavere la sua donna, ed è disposto anche sovvertire le regole date dal suo Alfa per liberare Elena. La loro coppia è spumeggiante e simpatica, non di certo la classica coppia romantica o troppo smielata. Anche altri personaggi, come Jeremy, il capo dei licantropi, o Adam, semidemone che controlla il fuoco, sono affascinanti ed intriganti.


Una serie di piccole situazioni irrisolte apre lo scenario per i prossimi libri, che personalmente non vedo l'ora di leggere.
Spero vivamente che questa saga continui ad essere pubblicata, perchè senza dubbio merita un grande successo, e senza alcun dubbio è la mia serie sui licantropi preferita!




Il mio voto:e mezzo

4 commenti:

  1. Trama coinvolgente e recensione stimolante, metterò questo libro tra quelle che voglio leggere, prima dovrò recuperare il primo però :)

    RispondiElimina
  2. ciao :D ero curiosa di sapere se per leggere stolen devo leggere bitten per forza prima o se i personaggi sono diversi...

    RispondiElimina
  3. Finalmente! Non vedevo l'ora che uscisse!
    Anche se da quello che dici non va oltre il "carino".. vedremo! :)

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!