mercoledì 22 febbraio 2012

Recensione: "Death Dance" di Laurell K. Hamilton

Uscito nelle librerie italiane il 16 Febbraio per la casa editrice Nord "Death Dance" è il nuovo capitolo della saga di Anita Blake di Laurell K. Hamilton.


La Trama:

Dopo mesi di scaramucce e agguati, finalmente Jean-Claude ha riportato l'ordine nella comunità di vampiri di St. Louis e, per dar prova del suo rinnovato potere, invita in città i più antichi Master d'America. Essendo la sua serva umana, Anita Blake dovrebbe aiutarlo a organizzare l'evento; invece è distratta da una minaccia più spaventosa di qualsiasi mostro abbia mai affrontato finora: un test di gravidanza. Positivo. E se - come teme - il padre fosse davvero Richard, lei sarebbe costretta a lasciare il suo pericolosissimo lavoro di Risvegliante, nonché i suoi amanti, per iniziare una relazione stabile con lui. Eppure, per quanto una simile prospettiva sia terrificante, Anita è costretta a mettere da parte i problemi personali, perché uno degli ospiti di Jean-Claude, Augustine, si è presentato all' incontro con due affascinanti leoni mannari. Ufficialmente sono le sue guardie del corpo, ma Anita capisce subito che la realtà è ben diversa: Augustine li ha portati con sé per sfidare Joseph, il capo dei leoni mannari di St. Louis. Se uno dei due riuscisse a sconfiggerlo, aizzerebbe l' intero branco contro Jean-Claude, seminando il caos tra le creature della notte...


La Saga di Anita Blake è così composta:

1. Guilty Pleasures ( Nodo di sangue )
2. The Laughing Corpse ( Resti mortali )
3. Circus of the Damned ( Il circo dei dannati )
4. The Lunatic Cafe ( Luna nera )
5. Bloody Bones ( Polvere alla polvere )
6. The Killing Dance ( Il ballo della morte )
7. Burnt Offerings ( Dono di cenere )
8. Blue Moon (Blue moon )
9. Obsidian Butterfly ( Butterfly )
10. Narcissus in Chains ( Narcissus )
11. Cerulean Sins (Cerulean sins)
12. Incubus Dreams (Incubus dreams)
13. Micah (Micah, racconto breve )
14. Danse Macabre ( Death Dance )
15. The Harlequin
16. Blood Noir
17. Skin Trade
18. Flirt - racconto breve
19. Bullet
20. Hit List
21. Kiss the Dead


La mia Opinione:


Anita è tornata e non vedevo l'ora!
"Death Dance", il 14° capitolo della saga parte alla grande con una possibile gravidanza per Anita, che fa precipitare nel panico la nostra protagonista, non solo per il bambino ma anche per l' incognita del padre... la scelta è ampia.
La storia verte intorno alla necessità di Anita di una nuova pomme de sangue ( cosa che Anita non vuole accettare ) ed una serata al Dance Macabre ( da cui il titolo in Americano, che preferisco ) in onore della prima compagnia teatrale composta interamente da vampiri. In seguito a questa situazione in città si è radunato un gran numero di Master di Città, sia per assistere allo spettacolo sia per proporre candidati alla serva umana di Jean-Claude e quindi la tensione non manca.
Bellissimo il fatto che nell' arco della storia ci sia spazio per tutti, da Jean-Claude, Richard ( che per me poteva anche starsene a casa ) ed Asher a Micah, Nathaniel, Damian e Jason.
Ammetto di essere di parte in quanto l' ho sempre amato ma mi è piaciuta molto l' evoluzione del personaggio di Nathaniel, che continua il processo di maturazione già iniziato nei libri precedenti, evoluzione resa ancora più evidente se paragonata con le azioni di Richard, che continua il suo alternarsi tra fasi di rabbia furiosa e gelosia cieca con qualche sprazzo di normalità.
Come il libro precedente era incentrato sul lavoro di risvegliante di Anita, "Death Dance" è incentrato sui problemi derivanti dall' essere legata ai vampiri e ai mannari di ogni genere della città di St Louis; unica comparsa al di fuori di quel mondo è Ronnie.
Mi ha lasciata un pò insoddisfatta il finale, in quanto si svolge molto velocemente, troppo, ed è quasi assente una parte della storia che sembrava essere importante.
Per ultima cosa suggerisco di non basarsi troppo sulla trama in quanto è solo parzialmente corretta e non rappresenta completamente il romanzo.
Penso sia quasi superfluo dire che consiglio assolutamente questo libro e per chi non la conoscesse ancora suggerisco di iniziare questa bellissima saga.
Ora attendo con ansia il prossimo capitolo della serie di Anita.


Un ringraziamento alla Nord per il libro in anteprima.


Voto: +



5 commenti:

  1. Sono daccordo quasi completamente!
    La trama della Nord non ho idea davvero da dove l'abbiano tirata fuori.
    Però il finale, secondo me, è davvero troppo deludente. sembra quasi che manchi un pezzo di libro!!!
    Nathaniel è come sempre meraviglioso! Viva sempre il pornogatto!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. bella recensione condivido in pieno il tuo giudizio Nate che adoro in questo libro è assolutamente fantastico mi ha lasciato perplessa il finale troppo veloce .

    RispondiElimina
  3. Nathaniel è il personaggio che esce meglio da questo romanzo, in cui la Hamilton esagera un po' con le vicende "sentimentali" (che a volte di sentimentale non hanno proprio nulla) di Anita. La trama ne risente e va alla deriva, però... Anita è sempre la migliore! E poi: pornogatto sempre e comunque!!!!!

    RispondiElimina
  4. Richard come sempre è insopportabile e un guastafeste e anche per me poteva starsene a casa XD Gli altri personaggi invece sono fantastici, soprattutto quel gran gnoccone di cadavere di Jean-Claude che non mi delude mai! Certo la trama è al 80% sesso, al 15% paranoie di Anita e dei suoi uomini e 5% azione, però i libri della Hamilton sono gli unici che divoro in poche ore, quindi non vedo l'ora che esca il prossimo! Ciao a tutti, questo è il primo post che pubblico e sono felice di aver conosciuto questo blog! :D

    RispondiElimina
  5. Purtroppo, credo che questo libro sia l'unico della saga che ho piantato lì a uno sputo dalla fine.
    Avverto che il mio commento è un po' rude, ma seguo questa saga dall'inizio (e avevo la bellezza di 15 anni all'epoca..SOB)
    Non ho nulla contro gli incontri sessuali di Anita (e ci manca pure, è sempre bello vedere certi maschioni all'opera..*coff u.ù*), però..Come già detto da qualcuna, la trama è stata totalmente ASSENTE. Dov'è la nostra Sterminatrice, quella di cui tutti hanno terrore? Sembra quasi che ora il pericolo più grande sia quello di essere...uhm...non riesco a trovare un termine fine per esprimere sta cosa quindi accontentatevi del "sco°°°i" con tanto di censurina xD. Poteva essere un libro MOLTO interessante (il fatto che arrivavano settordicimila vampiri in città, il ballo, ecc), un'occasione unica per capire sempre di più la cultura e l'alta società vampirica. E invece no. 3,5/4 di libro è sesso, e quel restante 0,5% Anita sta dormendo (e pure quando dorme..va beh, voi che l'avete letto sapete) oppure si sta spostando in un'altra zona.
    Mi aspettavo azione.
    Mi aspettavo l'Anita ca°°uta di sempre che mette terrore solo a guardare gli altri vampiri.
    Non mi aspettavo un Harmony sovrannaturale.
    La Hamilton ci ha dimostrato ampiamente che può fare di meglio.

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!