lunedì 27 febbraio 2012

Recensione: “Il libro segreto delle Sirene” di P.C. Cast

Il libro segreto delle Sirene” è il primo libro della serie paranormal romance per adulti Goddess Summoning scritta da P.C. Cast (la Cast madre per intendersi).

Protagonista principale del libro è Christine Canady, membro dell’Aeronautica militare statunitense (ma con la fobia di volare!), dal carattere solitario.

Subito dopo aver compiuto e festeggiato per conto proprio e in modo particolare il 25esimo compleanno, CC parte per una nuova missione. L’aereo su cui la ragazza viaggia insieme ad altri sergenti dell’aereonautica militare, sfortunatamente precipita nell’oceano e da quel momento la sua vita cambia definitivamente.
CC viene salvata da una sirena, la principessa Ondina (niente di meno che la figlia della Dea della Terra Gea e del Dio del Mare), che per aiutarla a sopravvivere compie uno scambio di corpi. Christine, si ritrova così, nei panni della principessa Ondina in un luogo e in un epoca lontana, precisamente nel Galles medievale.
La nuova Ondina non fa nemmeno in tempo a godersi la sua inaspettata condizione e a scoprire le meraviglie dell’oceano, che capisce, a proprie spese, le preoccupazioni della sirenetta con cui ha scambiato il corpo, infatti, viene terrorizzata dal fratellastro Sarpedonte, tritone violento e spietato che la vuole a tutti i costi come sua compagna, anche contro la sua volontà. La madre della vera Ondina però viene in suo soccorso e la aiuta con un particolare incantesimo: le restituisce le sembianze di umana, ma dovrà ritornare a immergersi nel mare ogni 3 notti per riprendere il corpo di sirena (lo so, ricorda un po’ la storia della Sirenetta della Disney) . Ad aiutarla a tornare a terra, in seguito alla sua trasformazione in umana, ci pensa Dylan, un affascinante e gentile tritone. Inevitabilmente tra i due scoccherà la scintilla, ma non avranno vita facile: Sarpedonte sarà sempre in agguato e gli abitanti del monastero medievale in cui Ondina/Christine verrà ospitata, fingendo di essere una principessa dispersa, le daranno parecchio filo da torcere... in primis uno scorbutico abate e un cavaliere in cerca di moglie...
Ce la faranno Ondina e Dylan a coronare il loro sogno d’amore e a vivere felici e contenti?

Il romanzo è diviso in 3 parti, ciascuna delle quali termina con un particolare evento e in un' epoca diversa (eh sì, ci sono diversi salti temporali).

La storia di Ondina è una favola romantica, caratterizzata dalla presenza di personaggi moderni, passati e mitologici. Interessanti le scene in cui la protagonista è alle prese con la mentalità arretrata e poco femminista del Galles medievale...alcune vi faranno decisamente sorridere! Lo stile di scrittura della Cast, è scorrevole e diretto come quello della Casa della Notte (l’altra sua famosa serie scritta insieme alla figlia), ma si capisce però che il libro manca di qualcosina... di quel tocco in più...
Essendo un adult ci sono diverse scene di sesso, ma vi prego non chiedetemi come Lo fanno esattamente... proprio non sono riuscita a immaginarmelo! Probabilmente perchè nella mia testa sirene e tritoni sono senza organi riproduttivi...
Non fatevi fregare dal titolo, ormai la Newton Compton è specializzata in questo... non esiste nessun “libro segreto delle sirene”, o quanto meno non in questo romanzo!

A parte ciò, le idee di base ci sono, la favola romantica è molto carina e il finale è decisamente inaspettato!


Il mio voto:        e 1/2
 

9 commenti:

  1. Io infatti preferivo di gran lunga il titolo in inglese "Goddess of Sea"

    RispondiElimina
  2. Sono daccordo con Diletta per il titolo! E con te per quanto riguarda il sesso: nemmeno io sono riuscita a figurarmi come riuscissero a farlo! E difatti i passaggi che lo trattavano mi sono rimasti un pò confusi! L'autrice stessa non è che si spieghi bene..!o.O A mio parere! Cmq l'ho trovato carino!^^ Diverso dal solito!

    RispondiElimina
  3. Concordo sulla confusione che hanno creato le scene di sesso perchè neanche io ho ben capito la dinamica... spero che prima o poi qualcuno mi illumini. :-)
    Comunque la lettura è stata molto piacevole, scorrevole ed in alcuni punti divertente.

    RispondiElimina
  4. Bene, vedo che non solo io ne sono uscita confusa! Che qualcuno ci illumini o ci faccia un disegnino! XD

    RispondiElimina
  5. I libri che ha scritto con la figlia sono bellissimi...questo non l'ho letto però lo metto nei prossimi da comprare :)

    RispondiElimina
  6. mmmhhh....non mi ispira granchè...

    RispondiElimina
  7. Tre stellette e mezzo mi fanno ben sperare.. ho proprio voglia di iniziarlo :)

    RispondiElimina
  8. mi sono piaciuti molto i libri che ha scritto con la figlia, ma la trama non mi convince molto e nemmeno i commenti di chi l'ha letto! proverò a leggere qualche pagina per poi decidere se prenderlo o meno!

    RispondiElimina
  9. Per chi è rimasto sconvolto dalle scene di sesso, probabilmente queste sirene funzionano come i cetacei e non come i pesci. Un maschio di orca, un maschio di delfino, un maschio di balenottera azzurra tirano fuori il loro attrezzo solo all'atto dell'accoppiamento. E un maschio di balenottera azzurra ha un attrezzo lungo un paio di metri, che però esce dall'apposito alloggiamento solo quando è... beh... barzotto.

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!