martedì 28 febbraio 2012

Recensione: Passione eterna di Larissa Ione


Quando ho letto il primo capitolo di questo libro, pubblicato al termine di Desiderio eterno, non vedevo l'ora di avere il libro completo per poter scoprire come Wraith sarebbe riuscito a risolvere il suo problema.
Così quando finalmente ho iniziato a leggerlo mi sono ritrovata tra le mani in libro totalmente diverso da quello che mi ero immaginata.
Wraith per sopravivvere deve recuperare un incantesimo che è custodito da Serena e, l'unico modo per riuscirci è sedurla, cosa in cui tecnicamente lui è bravissimo, ma.... perchè il ma è in agguato, quando la vede puff, tutto il suo proposito va a farsi benedire.

Nei libri precedenti ho visto un Wraith diverso, sbruffone, menefreghista e molto arrogante. A lui tutto era dovuto e, quando qualcosa non gli veniva dato se lo prendeva senza tante cerimonie e, quel Wraith mi piaceva, mentre quello che ho trovato in questo libro proprio no. Posso capire che Serena gli piaccia, posso capire che ad un certo punto lui si renda conto che la sua salvezza dipenderà dalla morte di lei, ma il cagnolino scodinzolante proprio non lo sopporto.
Riuscirò mai a trovare un protagonista maschile che, una volta innamorato, resti fedele alla sua natura e non diventi necessariamente uno smidollato???

Dall'altra parte invece Serena mi è piaciuta. E' una donna forte e indipendente che cerca di vivere la sua vita facendo quello che più le piace, l'archeologa, in poco parole è una Indiana Jones in gonnella.
Serena è cresciuta con la consapevolezza di essere una persona speciale, perchè solo poche persone scelte posso essere delle Sentinelle e custodire un incantesimo che li renderà immortali, ma questa immortalità ha un prezzo e in questo caso è la sua verginità. Ma è una condizione che non le impedisce, dopo aver incontrato Wraith, di provare tutte quelle sensazioni che una donna prova per un uomo. Ma rinunciare alla sua verginità a favore di Wraith equivale anche a morire.... ed è qui che entra in gioco il cambiamento che non mi è piaciuto di Wraith, mentre Serena resta sempre fedele a se stessa, rischiando tutto per salvarlo, lui diventa un rammollito.

A parte tutto questo il libro non è niente male, il contorno mi è molto piaciuto, ho adorato la storia di Gem e Kynan, assolutamente fantastici. Ecco come penso che un uomo debba comportarsi, quando vuole tenersi la donna che ama.
Altra cosa che mi è piaciuta è l'arrivo di questo nuovo personaggio, Lore, che sarà il protagonista del prossimo capitolo. Lui mi incuriosisce molto e vedremo come la Ione saprà gestire la sua, non semplice situazione.

Voto:

7 commenti:

  1. bellissima recensione non vedo l'ora di leggere il libro

    RispondiElimina
  2. Il libro sembra interessante. Però il fatto che lui faccia un pò la figura del mollaccione, non è che mi entusiami più di tanto. Invece grosso punto a favore è il personagio femminile! Mi piacciono i libri con donne toste, fuori dal classico ruolo della donzella in pericolo!!!
    La curiosità mi rode! Penso proprio che lo leggerò!

    RispondiElimina
  3. E' in lista. Non posso esimermi dal conoscere la storia di Wraith, che ha suscitato il mio interesse già nei libri precedenti. Peccato per il cambiamento di carattere. :)

    RispondiElimina
  4. Per me invece Wraith è stato accezzionale! Si è cimportato sulla stessa linea degli altri libri, e devo dire, che sebbene la storia tra lui e Serena non sia così appassionante, il libro nel complesso mi è davvero piaciuto! Lui mi ha fatto morire dal ridere!!

    RispondiElimina
  5. Ed eccoci giunti al 1° episodio di "blogger contro blogger" XD XD XD

    Non sono d'accordo! Io gli ho dato 5 stelline e questo 3° libro mi è piaciuto più dei precedenti! Mi è piaciuto Wraith, mi è piaciuta la protagonista Serena e anche la storia parallela di Kynan e Gem! ^_^

    RispondiElimina
  6. Bella recensione, ora sono proprio curiosa di leggerlo ^_^

    RispondiElimina
  7. Non sono propriamente d'accordo con la figura del mollaccione. Non tanto perchè non lo sia, ma per il fatto che questa vena era abbastanza visibile anche negli altri libri. Vero che si comportava da bastardo menefreghista. Vero che sembrava essere poco interessato a tutti... ma era comunque sempre parsa come una facciata, una maschera alla quale si aggrappava, per sfuggire al suo passato, a quello che era stato costretto a subire ecc.
    Concordo a pieno sulle storie di contorno però... Gem e K. sono favolosi. E anche Lore, che mi ha intrigato tantissimo! *O* Non vedo l'ora di leggerlo.

    Ciao :)

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!