venerdì 23 marzo 2012

Doppia Recensione: "Apocalypse Kebab" di J. Tangerine

"Apocalypse Kebab" 
di J. Tangerine


La recensione di Stefy

Una Praga dei giorni nostri condita di viaggi spazio temporali, di creature futuristiche dotate di capacità psichiche (gli Inferenti), di difensori dell'umanità con poteri particolari (i Column), che si trovano a combattere tra loro una guerra per la sopravvivenza del genere umano e del mondo.


La storia è davvero molto originale a partire dai personaggi, sia principali che secondari, molto ben caratterizzati e concepiti.
Le due fazioni, con le loro caratteristiche, i loro poteri e i loro compiti, ci vengono ben spiegate dalla bravissima scrittrice, che senza ammorbare il lettore con noiosi preamboli introduttivi, entra sin dalle prime pagine nel succo della trama. Ma non vi preoccupate, tutto ciò che serve viene esaustivamente e chiaramente spiegato a tempo debito, in corso di lettura, in modo piacevole, scorrevole e avvincente.


Ci si affeziona fino dalle prime battute ad Alexandra, la Column più potente, perchè il suo modo di fare naturale, irriverente e cinico, non può non catturare l'attenzione del lettore. Impossibile per chi legge non venir coinvolto dalla protagonista, soprattutto quando il suo mondo e ciò in cui crede, verrà sconvolto dall'incontro con il bellissimo Arconte Tamel, l'Inferente in grado di viaggiare nel tempo e di portare con sè altri Inferenti che lo aiuteranno nella sua missione... . Vi avviso subito, non tutto è come sembra (sò che questa affermazione può sembrare un pò vaga e incomprensibile, ma fidatevi che leggendo il libro vi diverrà chiara). Alexandra, fino al momento dell'incontro scontro con Tamel, vive la sua vita compiendo il suo dovere di Column, circondata dagli altri Column, dalla sua amica Ivanna e dal mitico cane Radicchio, il tutto condito dal lavoro di consegna di Kebab a domicilio e dal suo fantastico hobby.....il lavoro a maglia!!!!
Poi con l'arrivo dell'Arconte qualcosa in lei cambia, inizia a provare curiosità nei suoi confronti che ben presto si trasformerà in altro. Lui riesce anche a farle mettere in discussione il suo addestramento e il suo essere devota alla causa dei Column.
L'Arconte naturalmente è meraviglioso, un angelo caduto in terra, ma non è il classico bellone sciupa femmine, anzi è totalmente inesperto in questo campo !! Per colpa di Alexandra, si troverà a dover fronteggiare la nascita di nuovi instinti repressi dal duro allenamento degli Inferenti.
In questo libro si parte con i due schieramenti ben definiti e collocati (il bene e il male), ma i capovolgimenti di fronte faranno tentennare il lettore, ad un certo punto non si sarà più tanto sicuri di essere dalla parte del bene, o comunque quello che in un primo momento poteva sembrare il male poi forse non era così male... .
Anche il finale non è per niente scontato, in realtà fino a che non concludi il libro, non sei sicura di niente.


La scrittrice è stata capace di darci un po' di tutto: trama avvincente e ricca di colpi di scena, personaggi interessanti e coinvolgenti e la giusta dose di sentimenti che rendono questo libro speciale.
Ancora una volta Giusy De Nicolo (che qui si firma J. Tangerine), con la sua scrittura ironica e moderna ci regala un libro bellissimo, che consiglio a chiunque abbia voglia di leggere una storia che lascerà sul "chi vive" per tutto il tempo e con personaggi che ti entreranno nel cuore senza rendertene conto.


Il mio voto : 




La recensione di Rubina

Una Praga impazzita, soglia tra passato e futuro, è il luogo prescelto dagli Esterni per fare ritorno, potenti e pericolosi, più terribili di quelli giunsero ai tempi di Golem e Gargoyle.
Alexandra non ha l’aspetto guerriero che vive nel suo nome: minuta, consegna kebab a domicilio a bordo di un rottame che definisce pomposamente scooter. I suoi giovani occhi già troppo hanno visto e troppo hanno sofferto per sollevarsi da terra. Forse per questo evita la voragine che si è aperta davanti al catorcio lanciato al massimo. Alex, guardiana della frontiera orientale del continuum spaziotemporale, si china sul cratere e annusa il cielo.
Inizia per lei una battaglia senza esclusione di colpi contro l’invasione e contro il terribile Arconte, mostro senza tempo che sa entrare nell’anima. Forse anche in quella di  Alexandra.


Dopo il dolcissimo "Porcaccia, un vampiro", Giusy De Nicolo, alias J. Tangerine, abbandona i vampiri per esplorare il filone apocalittico del fantasy. Lo fa mirabilmente, con uno stile solo all'apparenza leggero, intrecciando elementi della cultura ebraica e cristiana con l'attualità sociale, come nella migliore tradizione del genere.
In una Praga brumosa e delirante, traballante confine della nostra dimensione, vigilano i Column, le Colonne del Tempio di Gerusalemme e i Baluardi della Luce, un gruppo male assortito di persone psichicamente dotate, in grado di percepire gli intrusi di altre dimensioni ed eliminarli. L’arrivo di un gruppo di Inferenti, potenti demoni biblici scacciati per l’ultima volta nel lontano Medioevo, preannuncia l’Apocalisse e solamente la caustica Alexandra è in grado di impedirla. Lei sembra essere l’unica in grado di contrastare il temibile Arconte che guida gli Inferenti, un essere enigmatico e ferocemente determinato a perseguire i propri scopi.
Quest’autrice possiede un singolare dono di sintesi ironica: con poche frasi mirate descrive personaggi, luoghi e situazioni in un modo unico, vivido e incredibilmente sarcastico. In un mondo disilluso e stanco si muovono guerrieri e demoni, creazioni fantastiche alle quali la sua scrittura fluida conferisce concretezza e un’irresistibile simpatia.
Alexandra Zahradnik, con le sue meches viola e la Beretta salda tra le mani, conquista sin dalla prima riga, mentre infrange ogni regola del codice della strada sul suo scooter malandato. Un’eroina forte e debole, sarcastica e tremenda, chiusa nella propria solitudine ma capace di ribaltare ogni regola in nome di sentimenti che credeva impossibili.
Imbattendosi quasi per caso l’uno nell’altra, Alexandra e Tamel, l'Arconte dall'aura bestiale e dall'aspetto angelico, si affrontano più volte e arrivano a comprendersi, scoprendo che buoni e cattivi sono fin troppo simili nella loro determinazione. Lo struggente romanticismo di questa coppia vi ammalierà, mentre il conto alla rovescia verso la fine del mondo vi mozzerà il fiato fino all'ultimissima parola.


3 commenti:

  1. L'ho detto: secondo me questo romanzo è spieberghiano! Bellissimo

    RispondiElimina
  2. le vostre recensioni mi hanno proprio fatto venir voglia di leggerlo! ^^

    RispondiElimina
  3. Io l'ho finito ieri ma non mi è piaciuto :( forse dipende dal fatto che non è il mio genere, non so..

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!