mercoledì 11 aprile 2012

Recensione "La fine verrà" di Lori Handeland

Terzo capitolo della saga Phoenix Chronicles. L'apocalisse è alle porte, e la nostra Liz, capo delle forze del bene, è impegnata a tempo pieno nel tentativo di rimandare la fine del mondo.
Per quanti sforzi la nostra eroina abbia compiuto, l'Armageddon sembra ormai inevitabile.

Alla fine del precedente volume " La fine può attendere", Liz aveva dovuto compiere un gesto drastico ed impensabile per uccidere la donna di fumo, colei che aveva aperto le porte dell'inferno e fatto fuoriuscire i Grigori: si era dovuta trasformare in un vampiro. Bisognava abbracciare la tenebra per riuscire a sconfiggere il male, e Liz aveva faticosamente e dolorosamente adempiuto al suo dovere.
All'inizio di questo libro troviamo quindi la nostra protagonista che ancora deve affrontare gli effetti del suo radicale cambiamento. La sua relazione con Jimmy Sanducci è quanto mai complicata: l'uomo sembra detestarla, odiandola per le scelte e le azioni che ha dovuto compiere, tradendo la fiducia del suo primo amore ed abbracciando la tenebra.
Jimmy sembra non riuscire a perdonarla, ma Lizzy, tenendo faticosamente assieme i pezzi del suo cuore, non ha tempo da perdere.
I Grigori, angeli caduti, sono stati liberati, ed i Nephelim, demoni malvagi e spietati, scorazzando indisturbati per il mondo, portando distruzione e morte.
La situazione si complica quando Sawyer, lo stregone navajo versipelle, aiutante delle forze del bene, scompare misteriosamente, e sulla scena entra in azione un personaggio inaspettato: la madre di Liz, che è nientemeno che la Fenice.
Molti tasselli tornano al loro posto quando finalmente riusciamo a scoprire il passato del misterioso indiano, ed il misterioso filo che lo collega alla bella Liz rivelerà particolari inaspettati.

Il libro, nel complesso, è molto scorrevole ed appassionante. I molti problemi che la nostra protagonista deve affrontare sono complicati ed in costante aumento, e questo, a volte, rallenta la lettura di alcuni pezzi della storia. Il vero colpo di scena è alla fine, e senza dubbio fa meritare a questo libro un voto molto alto.
Sawyer è da sempre il mio personaggio preferito, e devo dire che quando ho chiuso il libro grossi lacrimoni minacciavano di cadermi dagli occhi. Non mi sarei mai aspettata una fine di questo tipo, e non voglio rivelare troppo a chi ancora deve legere "La fine verrà". Un personaggio molto importante morirà, sacrificandosi e permettendo a Lizzy di sconfiggere la Fenice e rispedire i Grigori all'inferno.

Sicuramente è un libro che consiglio, e suggerisco a quanti ancora non hanno cominciato questa bellissima saga, di recuperare al più presto.

Ecco la cover originale del prossimo volume della serie, Chaos Bites.


Il mio voto:

3 commenti:

  1. Mi stavo commovendo solo leggendo la tua recensione. Non vedo l'ora di leggere questo terzo capitolo. Io AMO Sawyer! ♥ La comparsa della madre "Fenice" di Liz mi incuriosisce moltissimo.

    RispondiElimina
  2. Finalmente!! Non vedo l'ora di leggerlo, sono sicura che mi piacerà dato che abbiamo i gusti simili. Grazie Kaggyn per la bellissima recensione ^_^

    RispondiElimina
  3. Sono felice che esca ,dato che ho finito di leggere da poco "La fine può attendere"ed è stato ancor più bello del primo!!!!Dopo questa recensione il libro sale al primo posto tra le mie prossime letture :)

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!