giovedì 26 luglio 2012

Recensione "Un sospiro nel vento" di Laurell K. Hamilton

Uscito nelle librerie italiane il 31 Maggio 2012 per la Nord  " Un sospiro nel vento" è l' 8° libro della serie di Merry Gentry di Laurell K. Hamilton.


Trama:
Sono Meredith Gentry, principessa di Faery. Da quando ho lasciato il mondo degli umani, sono stata costantemente in pericolo di vita: prima a causa di mio cugino Cel, che voleva eliminarmi per diventare l’unico erede della Corte Unseelie; poi per via di mio zio Taranis, sovrano della Luce e delle Illusioni, che ha cercato di uccidere me e le mie guardie del corpo. Ecco perché, ora che sono incinta, ho deciso di rinunciare al trono e di tornare a Los Angeles, dove sarò al sicuro. Questo però non significa che io abbia voltato le spalle al mio popolo. E, infatti, quando la Grey Detective Agency mi ha chiesto di tornare a lavorare come investigatrice del soprannaturale, ho accettato senza esitare. Soprattutto perché le vittime del caso su cui stanno indagando sono dodici demi-fey, trovati con la gola squarciata su una collina fuori città. Alcuni miei colleghi credono sia opera di finti-elfi uomini che si sono sottoposti a interventi di chirurgia estetica per somigliare a elfi, tuttavia io so che non è così: le ferite sono state inferte con un pugnale magico, un pugnale che può essere usato solo da un killer di Faery. E io adesso ho paura che quell’assassino sia venuto per me...


La serie di Merry Gentry è così composta:


1-Un bacio nell'ombra
2-Il tocco della notte
3- Sedotta dalla luna
4-Nel cuore della notte
5-Il bacio della tempesta
6-Un soffio di gelo
7-Lacrime di tenebra
8-Un sospiro nel vento
+ altri a seguire


La mia Opinione:

Ottavo ma non ultimo libro della saga di Merry Gentry, "Un sospiro nel vento" a mio parere non regge il confronto con i precedenti, forse perché mi ero abituata a una situazione piena di pericolo, dove gli avvenimenti erano in rapida successione e l'adrenalina era alta; ma ho trovato il libro poco interessante e poco avvincente, sia per la trama principale che per il contorno, e a fine libro non sembra essere successo praticamente nulla di nuovo e rilevante  nella storia generale, mentre mi ero abituata a colpi di scena davvero belli.
Merry è sempre circondata da tutte le sue guardie del corpo/amanti e finalmente è di nuovo con noi il mio amato Frost, che purtroppo, insieme a Doyle, non ha tutto lo spazio che meriterebbe; mentre conosciamo meglio qualche altro personaggio e scopriamo definitivamente che non esiste un singolo sidhe che non abbia gravi problemi socio-comportamento-emozionali ( qui serve uno psicologo di gruppo ).
Interessanti sono invece gli sviluppi e le scoperte su Barinthus e qualche nuova conoscenza, mentre, ammetto di essere apertamente di parte, avrei preferito che tra la ventina di amanti della principessa ci venissero descritte le attività sotto le lenzuola di altri rispetto a quelli scelti ( si salva solo Sholto ).
In sintesi il libro è scorrevole e ben scritto, come tutti gli altri, ma benché carino non mi ha preso come gli altri e arrivati all'ottavo non si intravede ancora la fine della saga e non si capisce più la direzione che prenderà la serie per arrivare alla conclusione.
Aspetto comunque il prossimo per sapere cosa succederà a Merry e ai vari padri.






2 commenti:

  1. Condivido quasi tutto.
    Anch'io mi sono un po' persa, e credo lo sia pure l'autrice, visto che ancora neppure ha cominciato a scrivere il nono libro!!
    L'improvviso cambio di rotta di Barinthus mi ha un po' sconcertata. Mi è sempre piaciuto come personaggio, e mi sembra che la Hamilton così facendo lo abbia un po' rovinato, sebbene apra la strada verso nuovi ed interessanti risvolti.
    Tra le attività sotto le lenzuola (anche se, tecnicamente...), devo dire che io invece ho molto apprezzato la scena con Rhys!! Ed anche lì, tutti i possibili sviluppi di trama che comporta.
    La gente che avrebbe bisogno di una buona seduta intensiva di psicoanalisi non si conta più, ma in fin dei conti, vivere alla corte Unseelie non dev'essere stata una passeggiata!!! E' comprensibile, quanto meno.
    Per il resto, la storia al di fuori dell'harem di Merry non mi ha detto davvero nulla. Fortemente trascurabile.
    E le scarse scene con il mio amato ghiacciolone e con l'ombra della principessa sono una pecca innegabile!

    Condivido appieno il tuo voto!
    E speriamo nel prossimo (e che si muova a scriverlo!!).

    RispondiElimina
  2. Mi ritrovo anche io a condividere la vostra opinione.
    Per quel che mi riguarda la storia poteva benissimo concludersi con lo scorso libro, questo l'ho trovato prolisso, deludente, inconcludente....
    Speriamo davvero che il prossimo sia meglio!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!