mercoledì 19 settembre 2012

Recensione: "Il giardino dei nuovi inizi" di Nora Roberts


"Il giardino dei nuovi inizi" 
di Nora Roberts
(1° libro trilogia "Inn BoonsBoro")


La Trama:
Lo storico albergo di Boonsboro, nel Maryland, ha visto succedersi guerre e momenti di pace, periodi prosperi e tempi difficili, ha cambiato gestione in diverse occasioni e si è persino vociferato che fosse infestato dai fantasmi. E ora nuovi cambiamenti sono in vista. Non solo perché i fratelli Montgomery e la loro eccentrica madre hanno deciso di ristrutturarlo; anche perché il nuovo progetto coinvolgerà le vite di molti. Un’ondata di sorprese travolgerà l’intera cittadina, e quando un tocco di rosa si affaccia all’orizzonte, portando una ventata di novità, nessuno dei tre fratelli verrà risparmiato. Ma c’è un altro progetto in cui Beckett Montgomery si è gettato a capofitto: fare innamorare la donna che sta aspettando di baciare da quando aveva quindici anni... 


La mia opinione


Con questo romanzo inizia la trilogia "Inn BoonsBoro" della nota autrice di romanzi rosa Nora Roberts. I protagonisti di questa serie sono i tre fratelli Montgomery: Beckett, Owen e Ryder, a ciascuno dei quali sarà dedicato uno dei libri.
I tre affascinanti fratelli insieme alla loro madre stanno ristrutturando e riportando in vita lo storico albergo di BoonsBoro (una piccola cittadina del Maryland). E proprio questo sarà lo scenario dove si svolgeranno le loro vicende amorose.
Questo primo romanzo è dedicato a Beckett e alla sua storia con la giovane vedova Clare. Beckett è innamorato di lei sin da quando erano ragazzi e non l'ha mai dimenticata. Clare, proprietaria del "Gira la pagina", la libreria della cittadina, si è sposata giovanissima con un militare dal quale ha avuto 3 figli, l'ultimo dei quali non ha nemmeno visto il padre. La vita di Clare è molto presa dai suoi ragazzi e le rimane ben poco tempo per se stessa. Ma quando l'amore chiama... 
A mio parere il libro inizia in maniera piuttosto lenta e noiosa: troppi dettagli sulla ristrutturazione e sui lavori in corso dell'hotel! Fortunatamente poi si riprende e la storia diventa carina e scorrevole ma nel complesso non mi ha particolarmente colpito. Durante la lettura ho avuto sempre l'impressione di qualcosa di già letto e ne ho capito subito anche il motivo: alcuni particolari sono troppo simili ad un altra serie della Roberts che avevo letto di recente "I Ribelli", con protagonisti i fratelli McKade. Anche in quel caso c'era un bed & breakfast di mezzo, dei lavori in corso ed anche il piccolo accenno di paranormal era lo stesso. Probabilmente se voi non avete letto entrambe le serie a distanza di così poco tempo, apprezzerete maggiormente questo romanzo, per me purtroppo non è stato così. In ogni caso le premesse per i prossimi due libri sono interessanti, visto che si può immaginare facilmente chi saranno le ragazze che ruberanno il cuore degli altri fratelli Montgomery. 



3 commenti:

  1. Sono assolutamente daccordo con te. L'unica cosa che ha dato un pò di spessore al libro è proprio la parte paranormal. In effetti mi ha un pò delusa. Però esisite davvero questo albergo L'Inn Boonsboro di proprietà della Roberts....andate a sbirciare le camere, io adoro Titania e Oberon...
    Nena

    RispondiElimina
  2. Selly grazie...un'altra trilogia...io ho letto pochissimi libri della Roberts, e di sicuro non ho letto l'altra saga alla quale ti riferivi "I Ribelli". Ora non saprei che fare...meglio leggere "I ribelli" o iniziare questa?

    RispondiElimina
  3. li ho letti tutti e tre. L'ultimo l'ho finito A MALINCUORE ieri... dispiaciutissima di averlo finito. L'ho trovato bellissimo e ho amato da morire proprio i dettagli sulla ristrutturazione. Mi pareva di esser lì e sentire i rumori, gli odori... BELLISSIMO!!!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!