mercoledì 28 novembre 2012

Recensione: "Crossed. La fuga" di Ally Condie

"Crossed. La fuga"
di Ally Condie
(2° libro serie Matched)


La Trama:
Rincorrendo un futuro incerto, Cassia si ritrova nelle Provincie Esterne, alla ricerca di Ky, catturato dalla Società e destinato a morte certa, solo per scoprire che è fuggito attraverso i pericolosi e imponenti Canyon che confinano con la Società. In questo mondo di frontiera Cassia trova tracce di una vita differente e l’affascinante promessa di una ribellione. Sebbene abbia sacrificato tutto per ritrovare Ky, ingegnose sorprese inviate da Xander potrebbero cambiare di nuovo le carte in tavola.


La mia opinione


Ho trovato "Crossed" un libro di passaggio tra quanto è successo in "Matched" e quanto scopriremo nel capitolo conclusivo della saga. Cassia e Ky sono in fuga dalla Società ed alla ricerca l’uno dell’altra. Durante questa fase della loro esistenza fanno capolino nelle loro vite nuovi interessanti personaggi: Indie, una ragazza decisa a tutto pur di entrare nell’Insorgenza, Vick collega e alleato di Ky nelle province esterne ed il piccolo e indifeso Eli, che Ky prende sotto la propria ala come se fosse un fratello minore. Altro personaggio che fa solo una breve comparsa ma al quale sono legate
diverse rivelazioni è Xander, amico d’infanzia e compagno di abbinamento di Cassia. Ognuno di loro ha i propri scheletri nascosti e qualcosa inizia a venire a galla. E’ anche il momento in cui ciascuno deve fare i conti con quello che è disposto a fare e non fare. In poche parole siamo vicini alla resa dei conti. Nonostante  in questo secondo capitolo non succeda nulla di eclatante, è stato facile per me appassionarmi alla lettura. I sentimenti dei due protagonisti principali, il loro bisogno di ritrovarsi e quell’accenno di poesia che accompagna tutto il libro, mi ha tenuta incollata alle pagine. Merito sia di quel senso di ansia ed angoscia che provoca nel lettore un romanzo di genere distopico e sia dell'alternarsi dei capitoli dal punto di vista di Cassia e di Ky, che rende più semplice comprendere i sentimenti e le emozioni di entrambi. Se all’inizio non vedevo l’ora che il gruppo di fuggiaschi trovasse l’Insorgenza (I ribelli) adesso ho qualche dubbio a riguardo. Non so voi ma a me questa "organizzazione" non convince per niente. Se ho ragione o meno lo scopriremo in Reached... speriamo di non dover aspettare molto!



3 commenti:

  1. Ciao a tutti! Sono passata per un saluto e per invitarvi ad una bella iniziativa natalizia, dove si possono ricevere tanti libri!
    Non occore scrivere un poema, anche solo una paginetta può bastare :-)

    http://locandalibri.blogspot.it/2012/11/christmas-gift-una-magica-nevicata-di.html

    RispondiElimina
  2. questo secondo libro è andato giù veloce e leggero come un bicchier d'acqua
    anch'io ho delle perplessità eni confronti dell'insorgenza!

    RispondiElimina
  3. ah ecco! Allora non sono l'unica!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!