martedì 13 novembre 2012

Recensione: "Wolfsbane" di Andrea Cremer


"Wolfsbane" 
di Andrea Cremer
(2° libro serie Nightshade)


La Trama:
Quando Calla, il lupo mannaro adolescente femmina si risveglia nel quartier generale dei suoi acerrimi nemici, pensa di avere le ore contate. Contro ogni ipotesi, però, i Cercatori le fanno una proposta che, oltre a consentirle di rimanere in vita, le permetterebbe di portare in salvo il resto del suo branco. Il piano è rischioso e la battaglia potrebbe mietere più vittime del previsto, ma Calla sa che è l’unico modo per mettere fine a una guerra che va avanti da secoli. Chi sarà a pagare il prezzo del suo tradimento? L’impetuoso Shay, deciso a ogni costo a rimanere al fianco della ragazza che ama, o il fedele Ren, rimasto indietro a coprire la fuga dei due amanti?

La mia opinione

Se in Nightshade abbiamo conosciuto da vicino i Guardiani (sia il branco del Nightshade che quello dei Bane),  in questo secondo capitolo della saga abbiamo modo di familiarizzare con i Cercatori, scoprire i loro segreti e la loro storia. Molte cose che avevamo creduto in precedenza vengono messe in discussione tanto da capire che non sono esattamente loro i "cattivi"della storia. Entrano quindi in scena una serie di nuovi personaggi, alcuni molto simpatici ed ironici, altri un po' meno. Quando Calla si risveglia nel covo dei Cercatori,  dopo un primo momento di diffidenza,  inizia a fidarsi e decide di accettare la loro offerta di alleanza. Tutto il mondo di Calla viene sconvolto: la nostra alfa dovrà affrontare le conseguenze delle sue scelte che avranno dei  risvolti anche molto tristi. Nonostante la ragazza si trovi insieme a Shay pensa sempre a Ren. Personalmente in questo secondo romanzo non ho provato un particolare feeling né verso Shay (troppo appiccicoso ed egoista) né verso Ren, che nonostante si veda per poco tempo (purtroppo) mi ha lasciato l'amaro in bocca per via delle sue azioni/scelte. 
Come in ogni battaglia per la libertà, la nuova squadra di alleati subirà delle perdite (una in particolare mi ha molto rattristato ed in cuor mio spero ancora che non sia avvenuta per davvero), dovrà affrontare dolori e  fare i conti con  il tradimento da parte di persone molto vicine in passato.
La storia è ricca di dialoghi anche ironici tra i vari personaggi, che fanno sempre molto piacere poiché risollevano un po' una situazione carica di angoscia e paura.
Mentre la prima parte del libro è leggermente più lenta per via dei vari racconti e lezioncine storiche sul passato dei Cercatori, nella seconda c'è molta più azione per poi arrivare a qualche colpo di scena finale (di cui uno in particolare ho sospettato sin dall'inizio perché era abbastanza palese!).
Riguardo la scelta fatta da Calla verso il finale (parlo del triangolo amoroso), spero che non sia quella definitiva: sinceramente non mi è sembrata convinta e nemmeno troppo entusiasta.
Vista la conclusione (è adesso che viene il bello...) non vedo l'ora di poter leggere il seguito e scoprire come l'autrice risolverà tutte le situazioni in sospeso!



3 commenti:

  1. Io sto leggendo il primo libro (sì, mi sono appena spoilerata un sacco di cose -.-'') e questa recensione mi ha fatto venire voglia di andare avanti per leggere il seguito! ^^ adesso non mi staccheranno più dal libro, colpa vostra!

    RispondiElimina
  2. ihihihi mi fa piacere! Buona lettura!

    RispondiElimina
  3. anche a me piace tantissimo ho già letto nightshade e wolfbane ora manca il terzo ma non è ancora uscito in italiano uffaaaaa!!! ditemi appena esce bloodrose in italiano grazieeeee!!! amo questa serie!!!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!