mercoledì 25 giugno 2014

L'angolo degli Inediti: Obsession di Jennifer Armentrout e Racing For Freedom di Bec Botefuhr

Ciao ragazze,
ci ho messo un po' a decidere che libro farvi conoscere questa volta. Avevo una lista infinita di serie, ma non sapevo tra quali scegliere. Stavo riguardando quelli che ho letto su Goodreads e questo mi è saltato agli occhi. Prima di iniziare, vorrei sottolineare una cosa. È un mio difetto, ma io vado spesso contro corrente. Jennifer Armentrout è una delle scrittrici di New Adult e Young Adult più apprezzata in Italia e onestamente non capisco perchè. Con questo non voglio dire che non adori i suoi libri, per ora non ce n'è nessuno che io abbia letto che non mi sia piaciuto, ma ci sono così tante scrittrici altrettanto talentuose che vengono snobbate. Ed è probabilmente per questo che sto per fare un'associazione più che assurda. Quindi ecco a voi Obsession di Jennifer Armentrout e Racing For Freedom di Bec Botefuhr.



OBSESSION:

“Mai nella mia vita sono stata così frustrata. Vatti ad immaginare che non sarebbe stato a causa di un umano ma di un maledetto alieno. Almeno ora so che i maschi sono asini non importa da quale pianeta vengano.”


Trama:
Lui è arrogante, prepotente e ... Bello. Da. Morire.
Hunter è un killer spietato. E il Dipartimento della Difesa lo ha saldamente in pugno, cosa che di solito non è troppo male perché lo porta ad uccidere i cattivi. Il più delle volte si gode il suo lavoro. Cioè, fino a quando non gli tocca fare qualcosa che non ha mai fatto prima d'ora: proteggere un essere umano dal suo nemico mortale.
Serena Cross non aveva creduto alla sua migliore amica quando aveva affermato di aver visto il figlio di un potente senatore trasformarsi in qualcosa di...innaturale. Chi l'avrebbe fatto? Ma poi assiste all'omicidio della sua amica per mano di qualcuno che può essere solo un alieno, cosa che la spinge in un mondo che uccide pur di proteggere il proprio segreto.
Ad Hunter piace il temperamento di Serena e il suo desiderio nonostante le loro differenze. Presto farà l'impensabile-infrangendo le regole secondo le quali viveva, andando contro il governo per mantenere Serena sicuro. Ma sono gli alieni e il governo le maggiori minacce alla vita di Serena ... o è il cacciatore? 

“Hai finito di comportarti come uno psicotico baby Muppet fatto di crack?” Mi chiese, e potevo dire dal modo in cui le sue dita si agitavano intorno ai miei polsi, che voleva veramente scuotermi.
“O hai bisogno di ancora qualche momento per tornare in te? Ho tutto il giorno. E in verità stai bene sotto di me, quindi prenditi il tuo tempo.”

Come forse molte di voi avranno notato, questo libro è ambientato nello stesso universo della serie Lux, solo che questa volta non conosciamo il punto di vista dei nostri alieni preferiti, ma quello degli Arum. Se non vado errata, bisognerebbe leggere questa novella dopo Opal, anche se i due filoni della storia non sono correlati. C'è però un piccolo incontro con Daemon Black. 
In ogni caso questo romanzo potrebbe farvi cambiare idea sulla vostra  posizione nella lotta tra Luxen e Arum. Non so come faccia, ma la Armentrout riesce sempre a creare dei personaggi maschili avvincenti e che ti fanno sbavare dalla prima all'ultima pagina. Non vorrei essere blasfema, ma preferisco Hunter a Daemon. Forse questo fa sempre parte del mio piccolo difetto. Comunque questo libro ci fa' vedere il lato "umano" degli Arum, o meglio di un Arum in particolare, e fa' capire che le cose non sono proprio come ci vengono raccontate in Obsidian o Onyx. A parte che il governo ci mette sempre lo zampino e rovina tutto. 
Un'altra cosa. C'è chi ritiene Obsession un New Adult e c'è chi lo ritiene un Adult. Siccome il margine di differenza tra queste due categorie è abbastanza lieve e l'età di lei rientra nel genere NA, io lo considero tale.

“Non mi risponderai? O vuoi che mi ripeta per la terza volta? Mi va bene. Mi piace sentirmi parlare.”

RACING FOR FREEDOM:

“Lui è diventato il mio tutto, eppure, è colui che mi ha distrutto.”


Trama:
Migliori amici. Competizione. Segreti. Tragedia. Amore proibito.
Dash e Slade sono migliori amici dai tempi del liceo. I loro padri sono entrambi dei campioni delle corse e nemici ben noti. A Dash e a Slade è stato imposto di entrare in competizione l'uno con l'altra, di diventare nemici, per poter diventare campioni. Nel nascondere un'amicizia proibita, hanno trovato conforto l'una nell'altro. Il loro amore non conosce limiti. Fino a quando una notte cambia tutto. Il mondo di Dash è stato capovolto e quando ha bisogno del suo amico a cui appoggiarsi, lui se ne è andato. Lasciata da sola e ferita, Dash è costretta ad andare avanti con la sua vita e ad affrontare la sua tragedia. Da sola.
Ora lui è tornato e l'amicizia che una volta avevano condiviso è piena di dolore e segreti. Le sue parole, una volta gentili, ora sono insulti. I suoi occhi, una volta amorevoli, ora sono competitivi. Il ragazzo che una volta amava, ora è un uomo, ed è tornato per vincere. Costretta a gareggiare contro di lui ancora una volta, Dash sa che sarà dura. Come si fa a correre contro qualcuno che una volta si ha amato così profondamente? Quando le emozioni cominciano a scorrere di nuovo e la passione si riaccende tra di loro, saranno costretti ad affrontare il passato. Segreti, bugie, tradimenti e dolore riaffioreranno ancora una volta e un amore proibito si formerà di nuovo.
Sarà una gara liberatoria, per entrambi.

Di solito metto la trama, una citazione e poi mi metto a parlare. Questa volta però voglio soffermarmi un secondo sulla citazione che sto per scrivere. Forse alcune di voi non la penseranno come me, e va bene, alla fine anche se si leggono le stesse cose, i sentimenti che queste lasciano ad ognuno di noi sono diversi, però credo che le prossime siano le parole più vere e più dolci che siano mai state scritte.

"Ti sbagli Lucas," gli dice Slade con voce bassa. "Non la vizierai sempre, o la tratterai come una principessa. Non le dirai che è bella ogni giorno. Non la farai sorridere ogni notte e non la vorrai sempre nel modo in cui la desideri adesso. Tutto questo svanisce. Quelle piccole vertigini allo stomaco sbiadiscono e si rimane con la realtà. Ci saranno giorni in cui ti dimenticherai di dirle che è bella, anche se ha bisogno di sentirlo. Ci saranno giorni in cui ti dimenticherai di dire 'ti amo'. Ci saranno giorni in cui ti dimenticherai un compleanno o un anniversario. Ci saranno momenti in cui lei ti passerà accanto e tu non vorrai assalirla nel modo in cui lo desideri ora. Quelle cose svaniscono, e quando lo fanno, quello che resta è ciò per cui vale veramente la pena lottare. L'amore non è sempre bello, diamine, non è nemmeno vicino ad essere perfetto per la metà del tempo. I sentimenti cambiano, la scintilla muore e ciò che rimane è qualcosa per cui o decidi di lottare o non lo fai. Quando si sa che anche se quelle cose se ne andranno si è ancora disposti a combattere per lei con ogni singolo respiro, allora saprai che l'amore è reale.”

Forse sono io, o forse è perchè ho letto tutta la loro storia e posso dire di “conoscere” Slade e Dash, ma queste parole mi emozionano ogni volta. Sarà forse anche che ormai le ho quasi imparate a memoria, insieme al discorso che Rule fa' a Shawn (“Rule” di Jay Crownover), ma sono proprio citazioni come questa che mi fanno tifare per i così detti “underdogs”. Cosa hanno in meno dei libri pubblicati in Italia? Secondo me assolutamente niente, soprattutto perchè ce ne sono alcuni di cui sinceramente avremmo fatto volentieri a meno, non faccio nomi. 
In ogni caso, sono qui proprio per parlarvi di inediti italiani, quindi continuo e smetto di lamentarmi.
“Racing For Freedom” è uno dei libri che ho letto in un giorno e mi è rimasto impresso per molto più tempo. L'ho scelto andando in ricerca di un NA un po' diverso dal solito. La prima cosa che mi ha attratta è stata la copertina, poi la trama e infine ho notato l'autrice, Bec Boterfuhr. Avevo già letto una sua serie e l'ho veramente amata, quindi ho deciso di buttarmi. 
L'intero libro è un giro sulle montagne russe. I due personaggi sono semplicemente esplosivi e il modo in cui si comportano quando stanno insieme e quando scoprono i segreti l'uno dell'altra ti fa' fare il tifo per questa splendida coppia fin dall'inizio. 
Non è la prima volta che il protagonista maschile guida auto da corsa, basta vedere la Driven trilogy, ma la novità, almeno per me, è stata che lo facesse anche lei. Dash ha la forza caratteriale che molte ragazze sognano di avere e ti fa' apprezzare subito il personaggio. All'inizio si è portati a non sopportare Slade, per quello che è successo, per quello che ha fatto e per quello che rappresenta. Ma c'è sempre un motivo per cui le persone cambiano da un giorno all'altro, ed anche questa volta è così. Quando il segreto di Slade viene a galla, ogni cosa diviene più chiara. Soprattutto per Dash.

"La gente vuole una vita semplice. Quello di cui non si rende conto, è che la vita non è mai semplice. Anche se non ci fosse nessuna guerra, nessun cuore spezzato, nessun dolore, e nessuna cosa cattiva—la vita non sarebbe ancora semplice. Potresti camminare per la strada, cadere e romperti una gamba. La tua vita semplice diventerebbe completamente diversa. Potresti avere un incidente domani che potrebbe cambiare tutto. Qualcuno potrebbe morire, qualcuno potrebbe nascere, qualcuno potrebbe tradire, e qualcuno potrebbe ferirsi. Semplice non è mai una scelta. Non proprio."

Ho voluto presentarvi questi due libri, perchè nonostante abbiano delle caratteristiche che li rendono molto diversi tra di loro, ce ne sono alcune che sono molto simili. Per esempio, sono tutti e due amori ostacolati fin dall'inizio, che sia per differenza di specie o per via di un genitore in particolare. I caratteri dei protagonisti sono tutti e quattro molto forti. In più credo che Obsession sia l'underdogs dei libri della Armentrout. È un romanzo, non è una serie, ed è ambientato nel mondo fantasy più apprezzato ultimamente, e non ha nessun collegamento con la storia dei Luxen, quindi potrebbe essere pubblicato da noi in qualsiasi momento. Eppure non è stato ancora fatto, e pochi sanno della sua esistenza. 
Racing For Freedom invece, è di una scrittrice australiana, quasi sconosciuta in Italia ed anche in generale. Credo che solo quelli che leggano in inglese ne abbiano sentito parlare ed è un vero peccato.
Sono tutti e due libri che mi hanno conquistato e che sarei molto felice di veder tradotti da noi. Spero di non avervi annoiato troppo ma che riusciate a vedere quello che ho visto io in questi due romanzi, anche se solo leggendo le citazioni e le trame.
Cosa ne pensate? Vi intessano o pensate che non valga la pena conoscerli? Fatemi sapere così so anche cosa proporvi per le prossime volte. ;)


4 commenti:

  1. Anche a me incurioscisce molto Obsession.
    Si sa se verrà pubblicato?

    Peccato che non sappia così bene l'inglese per poter leggere Racing for freedom...

    RispondiElimina
  2. Spero che OBSESSION esca il prima possibile, non solo mi incuriosisce ma mi tormenta

    RispondiElimina
  3. Peccato che racing for freedom sia solo in ingleseee 😭😭😭😭😭😭 mi ispira una cifra! Anche Obsession però non dev'esßre niente male!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!